La Primelab Angri Pallacanestro batte la capolista San Nicola Basket Cedri con il risultato di 63-68.

Primelab Angri Pallacanestro –  San Nicola Basket Cedri: 68-63 (14-18; 23-14; 12-12; 19-19)

In un Palagalvani ancora una volta sold-out va in scena la prima sconfitta stagionale della capolista San Nicola Basket Cedri che, al termine di una partita tiratissima e combattutissima, deve cedere la vittoria ai padroni di casa della Primelab Angri Pallacanestro con il risultato di 68-63. I ragazzi di coach Massaro hanno dettato i ritmi di gioco fin dal primo momento e, nonostante le pesanti assenze di Carrichiello e Di Napoli, sono riusciti a vincere.

Quintetti:

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Dimitriu; Forino; Luongo.

San Nicola Basket Cedri: Mihalich; Pignalosa; Viera; Garofalo; Johnson.

La partita:

La Primelab Angri Pallacanestro scende in campo con un quintetto titolare inedito, a causa delle pesanti assenze di Carrichiello e Di Napoli. Nonostante ciò gli uomini scesi in campo hanno messo in campo tutto il loro cuore ed alla fine sono riusciti a portare a casa una vittoria importantissima.

L’incontro viene aperto dai padroni di casa che con capitan Forino si portano sul 4-0; l’ala forte angrese prima apre la gara con un canestro di esperienza e poi continua l’opera con una schiacciata in contropiede che manda in visibilio il palazzetto doriano. La partita si fa subito accesa ed equilibrata ed i viaggianti trovano i primi punti della partita grazie alla tripla di Pignalosa, a cui risponde il 2/2 dalla lunetta per De Martino, che vale il 6-3. Arrivano i primi punti anche per Luongo, ma Viera suona la carica per i Cedri e mette a referto 6 punti consecutivi che valgono il primo vantaggio ospite (8-9) e costringono Massaro al time-out. Al rientro in campo entrambe le squadre sistemano le rispettive difese, cosa che unita a qualche imprecisione di troppo sotto canestro fa sì che il risultato sia congelato sull’8-9 per parecchio tempo. Questa situazione di stallo viene interrotta dalla Primelab che torna avanti con un break di 6-0 targato Forino e Cimminella, ma la risposta della capolista è netta; gli uomini di coach Falcombello infilano un contro break di 0-9 che fa chiudere i primi 10’ di gioco con il risultato di 14-18.

I secondi 10’ di gioco si aprono con un break di 6-1 in favore dei Cedri, che si portano sul 15-24 e toccano il loro massimo vantaggio; ancora una volta coach Massaro è costretto a chiamare time-out per organizzare le idee ed i suoi ragazzi tornano in campo con un piglio diverso; decisi in difesa, reattivi a rimbalzo ed ordinati in attacco, il quintetto doriano infila un break di 8-0 grazie ai canestri di Balestrieri, ai liberi di Melillo e Forino (1/2 per entrambi) ed alla bomba dal perimetro di Dimitriu, che vale il 23-24. Pignalosa prova a reagire e segna il 23-26, ma i canestri dalla lunetta di Balestrieri e Dimitriu valgono il pari (26-26). Da questo momento in poi la partita si fa ancor più equilibrata, con entrambe le squadre che sono divise da un solo possesso e che battagliano su ogni pallone. La situazione di equilibrio si protrae fino al 30-30, ma viene interrotta dal duo Cimminella-Forino che portano i condors sul 34-30. Mihalich prova a rispondere dalla lunetta (2/2 per lui), ma la tripla di capitan Forino sulla sirena finale chiude il primo tempo con il risultato di 37-32.

Il secondo tempo si apre con i canestri di Marco Melillo e la tripla di Balestrieri, che spediscono gli ospiti sul -10 (42-32). Di contro c’è però una squadra forte ed esperta, che sa soffrire e reagire. Così Cedri, guidata sempre dal solito Viera (22 i punti per lui, 7 nel terzo quarto), ricuce lo strappo e riporta in equilibrio la partita; il terzo quarto scorre via con pochi canestri segnati ma con tanto agonismo e determinazione. All’ultimo intervallo, il tabellone segna 49-44.

Ultimo quarto non è adatto ai deboli di cuore. Il Palagalvani sente il sapore dell’impresa ed incita i propri cestisti verso la vittoria. Nell’ultimo quarto saltano tutti gli schemi ed entrambe le formazioni provano ad agguantare la vittoria; San Nicola perde Linton Johnson per falli, mentre Angri perde Forino e Luongo, sempre per lo stesso motivo. Si gioca poco ed entrambe le squadre avanzano nel punteggio grazie ai liberi; ci pensa Riccio a smuovere questa situazione, segnando la tripla del 56-55, ma gli ospiti vengono ricacciati indietro dai liberi di Forino e Cimminella che scrivono il 63-58 con un minuto da giocare. La partita sembra segnata, ma il break di 0-5 segnato da Viera riporta il punteggio in parità, con gli ultimi 30’’ ancora da giocare. L’inerzia del match sembra essere totalmente a favore dei viaggianti, ma i doriani trovano la tripla di De Martino che vale il 66-63; sull’azione successiva, San Nicola non trova il canestro ed in contropiede è ancora De Martino a chiuderla definitivamente a 10’’ dal termine con un tap-in sul tiro di Cimminella, portando il risultato sul 68-63.

Prima sconfitta stagionale per il San Nicola Basket Cedri che deve arrendersi ad un gruppo che ha saputo far fronte alle numerose difficoltà con cui è arrivato a questa partita; si chiude così un girone di andata in cui la Primelab Angri Pallacanestro ha collezionato 12 vittorie e 3 sconfitte (Bellizzi, Pozzuoli e Maddaloni).

 

I tabellini.

Primelab Angri Pallacanestro: Forino 19 punti; Cimminella 11; Melillo 10; Balestrieri 8; Luongo 8; De Martino 7; Dimitriu 5. Coach: Massaro.

 San Nicola Basket Cedri: Viera 22 punti; Riccio 13; Pignalosa 10; Johnson 10; Mihalich 5; Garofalo 3. Coach: Falcombello.

 

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Scopriamo il nostro prossimo avversario: San Nicola Basket Cedri.

Ecco l’analisi che fa il nostro coach Massimo Massaro del match di domani tra la Primelab Angri Pallacanestro e la capolista San Nicola Basket Cedri.

“Ci apprestiamo a giocare contro San Nicola Cedri, una squadra che arriva al Palagalvani da prima in classifica ed imbattuta; è ovviamente una partita importantissima, uno scontro diretto che rappresenta un crocevia importante sia per noi che per loro. Purtroppo il destino ci ha giocato un brutto scherzo, infatti dopo aver giocato gran parte del campionato con la squadra al completo, facendo vedere belle cose sul parquet e giocando una buonissima pallacanestro, eravamo tutti fiduciosi di arrivare a giocarci queste due partite fondamentali con Maddaloni e Cedri nella miglior condizione possibile; purtroppo così non è stato, a causa degli infortuni di Carrichiello e di Fabio Di Napoli, infortunatosi proprio nel corso della partita contro Maddaloni. Anche domani non saranno della gara e questo chiaramente ci obbliga a dover cambiare sistema di gioco e coloro i quali scenderanno in campo dovranno moltiplicare le forze per non far sentire troppo la mancanza di questi due giocatori. Giocheremo contro una squadra che con questa categoria c’entra ben poco, grazie ai giocatori che schiera sul parquet di gioco: iniziamo dalla “star” della squadra, Linton Johnson, un grande campione che ha giocato tanti anni in A1 e che ha giocato per ben 5 stagioni in NBA con 7 franchigie diverse. Nella lega americana ha disputato 160 partite e si è tolto la soddisfazione di far parte del roster dei San Antonio Spurs della stagione 2004/2005, anno in cui i ragazzi di coach Popovich vinsero l’anello NBA. Quindi ci troveremo dinanzi un giocatore di grandissimo spessore e di grandissima esperienza. A lui si affiancano il playmaker veneziano Mihalich, giocatore che ha disputato diverse stagioni anche in serie B; Pignalosa, una guardia talentuosa e che è un cestista dal tiro mortifero in grado di risolvere da solo le partite; hanno l’altro lungo che è lo spagnolo Viera, un cestista di grande qualità e che con Johnson fa una coppia perfetta. Hanno l’esperto Garofalo, giocatore che ha giocato in B per diverso tempo ed infine possono schierare anche Crescenzo Erra, giocatore di grande talento ed esperienza, prodotto del vivaio salernitano di Mercato San Severino e che ha figurato tra le fila del Cuore Napoli Basket nell’anno della promozione dei partenopei dalla B all’ A2. Dalla panchina hanno altri giovani locali, tra i quali spicca il lungo Zamo. La squadra allenata da Piero Falcombello punta chiaramente al salto di categoria per coprire il vuoto creato dal fallimento della Juvecaserta. Per noi sarà una partita resa ancor più difficile di quanto non lo era già, a causa delle sopra citate assenze, ma noi domani vogliamo quantomeno offrire e far avere al pubblico angrese la dimostrazione che nonostante tutto noi giochiamo sempre al massimo delle nostre potenzialità; se poi questo massimo domani coinciderà con la vittoria, è ancora meglio.”

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacaestro.

“Servirà avere agonismo e determinazione.” Le parole di Luongo in vista del match di domani contro Cedri.

Dopo la sconfitta di Maddaloni, la Primelab Angri Pallacanestro è attesa da un altro big match; domani 14 gennaio (palla a due ore 18:30) arriverà al Palagalvani la capolista San Nicola Basket Cedri per l’ultima giornata del girone di andata del campionato regionale di serie C silver. La squadra casertana non ha bisogno di presentazioni; prima in classifica ed imbattuta, la formazione allenata da coach Piero Falcombello può vantare tra le proprie fila alcuni dei migliori cestisti del campionato, come i due stranieri Johnson e Viera e la guardia Pignalosa, cestisti che costituiscono il vero e proprio zoccolo duro della squadra e che stanno facendo la differenza. Da segnalare anche l’ottimo campionato dell’ala piccola Erra ed il play Mihalich. Ottimi giocatori entrano anche dalla panchina, con i molti giovani desiderosi di farsi vedere e mettersi in mostra e che una volta entrati in campo portano sul parquet freschezza e voglia di fare.

Dal canto proprio, la formazione allenata da coach Massaro vorrà sicuramente rimediare alla sconfitta maturata in quel di Maddaloni; la compagine doriana, nonostante le pesanti assenze di Ernesto Carrichiello e Fabio Di Napoli, ha infatti disputato una buona gara ed ha giocato una buona pallacanestro. Purtroppo le assenze si sono fatte sentire e Maddaloni è stata più attenta ed è riuscita a battere gli uomini di coach Massaro. La buona prestazione contro San Michele è solo l’ultima in ordine di tempo ed è per questo che i grigiorossi, nonostante sappiano che domani si troveranno dinanzi ad una formazione ostica e fortissima, saranno sicuramente desiderosi di far vedere tutto il loro valore e di porre fine alla streak dei cedri.

Ecco le dichiarazioni del centro grigiorosso, Giuseppe Luongo:” Senza troppi giri di parole. Incontriamo la squadra più forte del campionato, imbattuta e con tutte le carte in regola per il salto di categoria ed è per questo che abbiamo preparato la gara studiando i loro giochi offensivi e le loro caratteristiche. Al di là del lavoro tattico, sarà fondamentale provare a limitare le loro individualità; dovremo mettere in campo agonismo e determinazione. Dopo la gara di Maddaloni, l’umore non è stato di certo dei migliori; c’è ovviamente il rammarico di non averla potuta giocare al completo, mancando due giocatori tanto importanti e sicuramente tra i migliori dell’intero campionato, quali Fabio ed Ernesto; rammarico che aumenta considerando che per circa 35 minuti ci sia stato totale equilibrio. È stato davvero un peccato, ma il campionato è lungo e può succedere di tutto. Giocare contro un giocatore che vanta un anello NBA, oltre a tanti anni giocati sia oltreoceano che in serie A, sarà una delle esperienze che sicuramente racconterò. Affrontare Johnson è mentalmente molto stimolante, ma Cedri vanta anche tanti altri punti di forza; è per questo che conto sui miei compagni, sul nostro pubblico e perché no, su un pizzico di sana fortuna.”

La partita sarà trasmessa in diretta video streaming dalla nostra pagina facebook ufficiale, con la telecronaca dei nostri telecronisti Francesco Postiglione ed Orlando D’Andretta.

 

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

In trasferta contro San Nicola Basket Cedri e poi testa ai play-off!

17240553_1141222012673197_2128831310284729236_o

In vista del match di sabato contro San Nicola Cedri, coach Iovino, subito dopo la scorsa partita ha spronato i suoi ragazzi, amareggiati, a chiudere al meglio la regular season, ricordando il buon lavoro fatto finora e puntando ai play-off. San Nicola Cedri è una buona squadra, ben allenata e sarà sicuramente dura violare il loro parquet.

Oggi con noi c’è un ragazzo che ce la mette tutta durante ogni partita, sudando la maglia e facendo valere il suo fisico sotto canestro, Francesco Annunziata: “purtroppo le gare si vincono sul campo e non sulla carta, sin da subito è stata una partita molto dura sul piano fisico e loro sono stati sicuramente bravi ad imporsi, non facendo si che giocassimo una buona pallacanestro. Noi orfani anche di due giocatori fondamentali Di Napoli ed Hankerson, non siamo riusciti a rimanere lucidi e abbiamo pagato lo scotto con una sconfitta che brucia ancora di più, una vittoria avrebbe permesso alla squadra di poter finire terza in classifica. Sabato giochiamo contro un ottima squadra, fatta di buonissimi giocatori, che ha già dimostrato di poter vincere contro chiunque. Inutile dire che sarà sicuramente una partita difficile da affrontare, in settimana bisogna lavorare tanto per ritornare subito alla vittoria in vista dei play-off, che sono un campionato a se e noi possiamo dire sicuramente la nostra. Abbiamo l’obbligo di dare il meglio sia per noi stessi che per la società, ma soprattutto per tutte le persone che ci hanno seguito durante tutto il campionato, come i ragazzi degli “All in Boys“. Abbiamo il dovere di crederci, sempre Forza Angri!”

17436131_1141220886006643_5491392368877000669_o

Inoltre con noi c’è anche Francesco Iannone“la partita contro monte di Procida è la testimonianza che questo sport è veramente imprevedibile, lo ripeto sempre, ma tutte le squadre non devono essere mai sottovalutate. Era una partita importante per loro ma lo era ancora di più per noi, per aspirare ad un primo turno di play-off dove avremmo potuto avere il fattore campo a favore. Nulla però è perso, avremo l’ultima partita fuori casa contro San Nicola Cedri e potremmo ancora aspirare a questo traguardo. Con Monte di Procida abbiamo avuto un approccio sbagliato, inevitabilmente condizionati dall’assenza di Charles Hankerson, il quale sta passando un periodo non del tutto semplice e, logicamente anche dall’assenza di coach Iovino. È stata una partita condizionata anche dall’espulsione di Di Capua, ma queste non sono e non devono essere scusanti per noi, si deve continuare a lavorare sodo in vista dell’ultima partita e in vista dei play-off, che presumibilmente giocheremo contro Pozzuoli. Domenica sarà una partitita difficilissima, vogliamo riscattarci dalla sconfitta subita all’andata e ci teniamo a fare bene. Loro sono una squadra esperta, che può vantare su nomi importanti come quelli di Desiato e Garofalo, entrambi l’anno scarso hanno calcato i parquet di serie B. Sarà sicuramente un’altra battaglia, da combattere e da vincere assolutamente, poi testa ai play off!”

Come dice patron Campitiello: “il condor è ferito ma non è morto. Forza angri!”

Biagio Casaburi