La Primelab Angri Pallcanestro si aggiudica la gara uno dei playoff.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni:82-75 (14-17; 22-15; 22-23; 24-20)

Parte bene l’avventura playoff della Primelab Angri Pallacanestro. La squadra doriana si è imposta in gara 1 sulla Pallacanestro San Michele Maddaloni con il risultato di 82-75.
Al Palagalvani va in scena un match dall’alto valore tecnico e significativo, con le due squadre che arrivavano a questa partita desiderose di vincere per fare un passo avanti verso la finale regionale. Con un Di Napoli ancora fuori causa infortunio, Forino e compagni sfoderano una prestazione di alto livello, che ha permesso loro di condurre la gara in lungo e in largo, nonostante una Maddaloni mai doma e sempre col fiato sul collo.
Con questa vittoria gli uomini di coach Massaro si portano sull’1-0, mantengono il fattore campo e rendono gara 2 di giovedì sera a Maddaloni primo matchpoint per aggiudicarsi la finale.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
Il match, disputato nell’ennesima ottima cornice di pubblico, inizia subito nel segno dei viaggianti. I calatini infatti sono bravi a sfruttare alcune disattenzioni difensive dei padroni di casa e riescono a portarsi subito avanti, grazie ad un break di 0-7 firmato da Moccia, Requena e Desiato. La risposta doriana tarda ad arrivare, a causa della forte difesa ospite e da alcuni errori sia dal perimetro che nel pitturato. A smuovere la situazione ci pensa Luongo dalla lunetta, mentre capitan Forino segna i primi canestri dal campo. I due lunghi angresi saranno un’autentica spina nel fianco per la difesa maddalonese, incapace di arginare gli attacchi al ferro dei due fari doriani. È proprio Forino a far trovare il primo vantaggio della gara ai suoi (8-7). Maddaloni non ci sta e sospinta dal duo Desiato-Requena si riporta avanti, scavando il primo solco significativo tra lei e la Primelab (8-15). La situazione falli però inizia a farsi pesante per i viaggianti. L’Angri trova punti importanti dalla lunetta ed in un amen torna sul -1 (14-15). Il canestro di Chiavazzo però chiude un primo quarto equilibrato sul 14-17.

Al rientro in campo, la formazione di casa continua ciò che aveva interrotto nel primo quarto. Gli uomini di coach Parrillo sono imprecisi sia dal campo che dalla lunetta e ciò favorisce l’offensiva doriana che, grazie soprattutto a Carrichiello, riesce a far trovare il fondo della retina con regolarità. Chiavazzo si carica la squadra sulle spalle, ma da solo non può nulla contro il quintetto di coach Massaro che, in questo quarto, riesce a trovare canestri importanti anche dal perimetro e che di fatto segnano l’allungo decisivo. Le quattro triple consecutive messe a segno da Melillo, Dimitriu e Forino danno il via alla scalata angrese e portano il risultato sul 36-29. Allo scadere, il gioco da 3 punti realizzati da Rusciano chiude il primo tempo con il punteggio di 36-32.

Il secondo tempo viene aperto da un break di 6-0 realizzato dai padroni di casa, che porta il risultato sul 42-32 e che costringe coach Parrillo a richiamare i suoi in campo per riorganizzare le idee. Il timeout sembra funzionare e Desiato a compagni provano ad imbandire una reazione. I ragazzi di coach Massaro però non perdono la compattezza che li ha portati fino a dove sono ora e, con idee e gioco di squadra, impattano sul 53-41. Quando tutto sembrava facile però, arriva il calo. I viaggianti si riassestano, serrano le linee difensive e ritrovano cinismo in avanti, riuscendo in poco più di 4′ a segnare un prezioso break di 5-14 che li porta ad un solo possesso di distanza dai grigiorossi (56-53). Carrichiello ferma l ‘emorragia e segna il 58-53, ma Rusciano riporta i suoi sul 58-55. L’ottima difesa angrese impedisce a capitan Desiato di catalizzare l’ultimo possesso del quarto e così si arriva agli ultimi 10’ di gioco sul punteggio di 58-55.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. Cimminella si mette in mostra tra le fila dei doriani, realizzando ben 9 sui suoi 11 punti totali. È proprio un canestro del giovane play napoletano a dare il via al parziale di 6-0 che porta i padroni di casa sul +10 (69-59). Maddaloni però trova sempre il giusto momento per uscire fuori e, grazie ad un’alta percentuale sia dalla lunetta che dall’arco dei 6,75 metri, grazie soprattutto a Moccia. È proprio una tripla della guardia maddalonese a portare i viandanti sul -6, con il punteggio congelato sul 74-68. Parrillo chiama timeout ed ordina la difesa a tutto campo, nel disperati tentativo di recuperare la partita. La mossa del coach maddalonese sempre sortire l’effetto sperato, ma l’ennesimo fallo dei suoi infiamma gli animi in campo e sugli spalti. Carrichiello e Forino sono glaciali dalla linea della carità e, coadiuvati dall’ennesimo canestro della serata di Dimitriu, portano i condors sul 79-70. Desiato segna un 2/2 dalla lunetta, ma la bomba di Ernesto Carrichiello manda il match ai titoli di coda anzitempo. La tripla del giovane Pascarella rende meno amare il punteggio finale, che recita 82-75 per la Primelab Angri Pallcanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 16; Forino 15; Cimminella 11; Luongo 18; Balestrieri 4; De Martino; Dimitriu 15; Tramonti n.e. ; Vecchione; Venturan.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 10; Cioppa 6; Moccia 14; Requena 12; Rusciano 14; Pascarella 3. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

La Primelab Angri Pallacanestro vola in finale di Coppa Campania. Battuta Pozzuoli 86-71.

Primelab Angri Pallacanestro-Virtus Pozzuoli: 86-71 (15-22; 24-12; 26-22; 21-16)

Serata da incorniciare per la Primelab Angri Pallacanestro. Al Palagalvani, i grigiorossi si impongono con il risultato di 86-71 sulla Virtus Pozzuoli e volano in finale di Coppa Campania, la prima della loro storia. Partita condotta in lungo ed in largo da parte della banda Massaro che, dopo un non ottimo primo quarto, ha saputo riorganizzarsi e portare a casa la vittoria. La compagine cara a patron Campitiello affronterà, sempre al Palagalvani, il San Nicola Basket Cedri che, nella prima semifinale di giornata ha battuto la Pallacanestro San Michele Maddaloni.

I quintetti:

Primelab Angri Pallacanestro: Di Napoli; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.

Virtus Pozzuoli: Caresta; Longobardi; Errico; Simeoli; Dimitrov.

La partita:

è Pozzuoli ad iniziare bene la gara; i ragazzi di coach Serpico imprimono fin da subito un ritmo elevato al match, mettendo in difficoltà la difesa doriana. I puteolani si affidano soprattutto alla forza fisica di Dimitrov e Simeoli; i due lunghi conducono i loro compagni di squadra al primo vantaggio significativo della gara (4-8). Angri però non vuole stare a guardare e con un mini break di 5-0 firmato dal duo ForinoLuongo, si porta avanti (9-8). Pozzuoli reagisce immediatamente e, affidandosi ancora una volta ai suoi lunghi, ribalta il risultato, scavando anche un solco significativo (12-19). La partita si accende e gli arbitri, vista anche l’elevata posta in palio, non vogliono perdere le redini del match; viene fischiato un tecnico a Di Napoli, per eccessive proteste in seguito ad un contatto dubbio. L’1/2 di Carrichiello ed il canestro finale di Simeoli chiudono la prima frazione sul 15-22.

Ad inizio secondo quarto, Angri prova a ridurre le distanze affidandosi ai suoi uomini di maggiore talento, Dimitriu e Melillo su tutti. I 5 punti messi a referto dai due grigiorossi riportano i doriani a sole due lunghezze di distanza (20-22). Nonostante l’attacco angrese non sia sempre cinico, la difesa messa in campo da coach Massaro regge, ma qualche fallo di troppo condannano la Primelab al 20-26. I padroni di casa non si scompongono e, grazie ai canestri di Cimminella e Forino, mettono a segno un break di 7-0 che capovolge il risultato, che ora dice 27-26 Angri. La partita ora si fa molto più combattuta e vibrante, con le due squadre che lottano su ogni pallone. Pozzuoli prova a scappare ma viene sempre ripresa dai condors; a questo punto sono proprio i doriani a prendere in mano l’incontro, piazzando un altro break importante di 6-0 che porta la firma di un Luongo in stato di grazia: 36-32 Primelab ed inerzia del match a favore. L’1/1 di Cimminella ed il 2/2 di Carrichiello mandalo le squadre negli spogliatoi con il risultato di 39-34.

Al rientro in campo è ancora Angri a mantenere le redini del match. Forino, Balestrieri, Melillo e Carrichiello rispondono al tentativo ospite di accorciare le distanze e, approfittando di ogni disattenzione difensiva dei viaggianti, portano i padroni di casa sul 50-37. Pozzuoli non ci sta e con le bombe di Orefice tenta una reazione, ma Carrichiello e Balestrieri rispediscono i puteolani sul -7 (57-50). Nemmeno l’allontanamento di Fabio Di Napoli per un tecnico ed un antisportivo facilita la vita della squadra di coach Serpico, con i condors che si compattano ancor di più ed accrescono il proprio vantaggio. Negli ultimi istanti di frazione, la Primelab segna e difende bene, chiudendo il quarto in vantaggio per 65-56.

L’ultima frazione si apre sulla falsariga della precedente. La Primelab prende le misure dell’attacco puteolano, serra le linee difensive e colpisce con continuità la retina avversaria. Il parziale di 9-0 aperto dai padroni di casa viene chiuso dagli ospiti che con Simeoli e Dimitrov provano a fermare l’emorragia. Ma la Primelab ne ha di più e, complice anche un ritmo di gioco non molto elevato, riesce a chiudere senza troppi patemi la gara. La tripla di Vecchione e la schiacciata di capitan Forino mandano i titoli di coda anzitempo al match. La sirena finale sancisce la vittoria della Primelab Angri Pallacanestro per 86-71.

Ora i ragazzi di coach Massaro se la vedranno con il San Nicola Basket Cedri. Appuntamento a giovedì 5 aprile per la finale della quinta edizione della Coppa Campania.

I tabellini:

Primelab Angri Pallacanestro: Di Napoli 7; Carrichiello 19, Luongo 12; Balestrieri 4; Dimitriu 5; Forino 18; Cimminella 8; Melillo 7; Vecchione 3. Coach: Massimo Massaro

 

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

 

 

 

Coppa Campania; le parole di coach Serpico e di capitan Errico.

Dopo il derby casertano, sul parquet del Palagalvani, scenderanno in campo i padroni di casa della Primelab Angri Pallacanestro e la Virtus Pozzuoli, rispettivamente seconda e terza forza del campionato. Le due squadre sono due tra le realtà più importanti del basket campano e, sicuramente, vorranno dare spettacolo per portare a casa la competizione. L’ultimo precedente in campionato ha visto trionfare i ragazzi di coach Massaro che si sono imposti sui puteolani con il risultato di 64-67, vendicando così la cocente sconfitta interna patita all’andata. La compagine allenata da coach Serpico è ormai una realtà affermata del basket campano e che vanta tra le proprie fila giocatori esperti ed importanti, uniti ad un mix di giovani di tutto rispetto. La formazione puteolana ha dimostrato fino ad ora di avere dalla sua una grandissima energia soprattutto in zona offensiva, cosa dimostrata dal fatto che Errico e soci vantano il secondo attacco del campionato, con ben 2206 punti realizzati in 27 gare e con una media di 81.7 punti messi a referto per gara. Tra i cestisti più importanti dei puteolani, abbiamo: Caresta, un giovane play di scuola puteolana, che l’anno scorso ha fatto molto bene a Monte di Procida ed è tornato a Pozzuoli per giocarsi le sue carte che, data la sua titolarità e le sue buone prestazioni fin ad ora, si stanno rivelando vincenti. La guardia è Orefice, un giocatore di grande talento offensive e che possiede un ottimo tiro dalla distanza; lo stesso si dica per Longobardi, una giovane guardia, anch’egli autore di una buona stagione e per Dimitrov, un nazionale bulgaro che gioca nel ruolo di ala piccola il quale ha fin da subito fatto vedere le sue abilità nel tiro dalla distanza e le sue importanti abilità tecniche. Ci sono anche due figli d’arte: il primo è il lungo e capitano Errico, un veterano di questa squadra ed in grado di giocare molto bene nel pitturato, essendo abile nel gioco fronte a canestro e spalle a canestro; il secondo è Roberto Simeoli, un “4” atipico; egli vanta una grandissima esperienza sia in C che in B, dove è stato miglior marcatore per diversi anni e che è un giocatore che può creare problemi grazie al suo passato da “3”. L’innesto di Loncarevic, inoltre, aggiunge fisicità e qualità ad un roster già abbondante di queste caratteristiche.

Qui con noi abbiamo coach Serpico: “Giungiamo a questa fase finale dopo un cammino abbastanza tranquillo; la formula prevede di far incontrare squadre di C con quelle di D, quindi può capitare di affrontare una squadra più debole e quindi la partita diventa facile. Siamo comunque contenti di essere arrivati per il terzo anno consecutivo alle final four di coppa. Arriviamo quindi ad Angri molto determinati, desiderosi di giocarci le nostre carte per portare a casa ancora una volta questo trofeo. Non è un caso se alle final four sono arrivate le prime quattro del campionato; ciò fa capire di che livello saranno queste finali. Sicuramente saranno partite combattute ed importanti, in cui tutte vorranno sicuramente portare a casa la posta in palio. Ogni squadra avrà un’altra occasione per capire il proprio valore e di capire com’è arrivata fine stagione, sia dal punto di vista fisico che mentale. Credo che Cedri sia un passo avanti rispetto alle altre, per quello che fino ad ora ha fatto vedere in campionato. Angri e Maddaloni hanno giocatori esperti e importanti e in queste categorie sono fondamentali, in quanto sono cestisti in grado di fare la differenza. Sulla carta per me sono tutte e tre favorite per la vittoria finale visto anche il roster a disposizione. Noi l’abbiamo vinta l’anno scorso e ovviamente affronteremo ogni partita con la giusta mentalità e voglia di vincere.”

Oltre a coach Serpico, c’è qui con noi anche capitan Errico:” Arriviamo a questa fase finale molto determinati, anche se comunque la priorità resta il campionato; i play-off si avvicinano ed ora c’è la volata finale per poter raggiungere il miglior piazzamento possibile in vista della seconda fase. Tuttavia, non si scende in campo mai per perdere e ci teniamo a ben figurare in questa ambita competizione. Ci presentiamo ad Angri da campioni in carica e sono sicuro che ognuno di noi vorrà replicare la vittoria dell’anno scorso. In coppa abbiamo avuto un cammino tranquillo, mentre in campionato abbiamo avuto un ottimo andamento; siamo stati autori di un grande girone di andata, mentre la quattro sconfitte nel girone di ritorno, anche dovute a un po’ di stanchezza, hanno rallentato la nostra corsa; ma con l’innesto di Loncarevic e con il ritorno a pieno regime di Longobardi, sono certo che potremmo competere con tutte Il livello di questa fase finale è molto alto, con quattro squadre di alto valore; Cedri è ovviamente la squadra da battere, più lunga e più talentuosa di tutte, desiderosa certamente di mostrare il proprio valore anche in coppa. Angri gioca in casa e dispone di diversi giocatori in grado di decidere le partite, uniti ad un buon collettivo. Maddaloni, invece, nonostante le forze che ha nel proprio roster, la vedo svantaggiata nel derby con Cedri, ma in campionato per un soffio non hanno vinto, quindi credo che sarà un match combattuto ed in cui nulla è già deciso.”

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Nulla è ancora perduto, testa a gara 3!

d2041859-2bc1-4b1d-baa0-156a99d146f7Durante la scorsa partita sono stati commessi troppi errori, sia in fase difensiva che in quella offensiva, ma nonostante ciò bisogna sottolineare la buona prestazione di Francesco Annunziata e di Fabio Di Napoli. Potevamo chiudere la pratica tra le mura amiche ma purtroppo la tradizione ci ha punito ancora una volta, come nei playoff di diversi anni fa, ma come dice patron Campitiello“nulla è ancora perduto, purtroppo abbiamo steccato la partita. Abbiamo perso prima contro l’avversario più temibile ossia noi stessi, è stata una partita nella quale abbiamo steccato sotto tutti i punti di vista ma soprattutto dal punto di vista mentale. Ora abbiamo il secondo match point domani a Pozzuoli, sono davvero molto fiducioso perché so quanta voglia hanno di vincere i ragazzi e sono sicuro che dimostreranno che sono in grado di poter accedere alla finale. È giusto che ci siano critiche costruttive da parte dei tifosi per la prestazione di ieri, ma sono convinto che, ancora una volta, la nostra enorme tifoseria risponderà PRESENTE, sabato al Palaerrico, per sostenere i nostri giocatori fino all’ultimo secondo!”

Biagio Casaburi

Playoff gara 2: i grigiorossi sono carichi per la sfida con Pozzuoli!

vlcsnap-2017-04-02-19h00m03s130Dopo la splendida vittoria di sabato, domani, tra le mura amiche, gli atleti doriani dovranno affrontare la Virtus Basket Pozzuoli, forti delle loro potenzialità ma soprattutto caricati dallo splendido pubblico angrese, che sicuramente accorrerà in massa al palazzetto per sostenere i ragazzi. Oggi con noi c’è uno dei pilastri fondamentali di questa squadra, il nostro team manager, nonché ex giocatore che ha sempre dato un eccellente contributo a questa squadra, Gennaro Ferraioli: “sabato sono iniziati i playoff, che rappresentano il primo obiettivo che tutti insieme, società, staff tecnico e squadra, ci eravamo posti ad inizio stagione. Sono iniziati nel migliore dei modi, con una vittoria meritata di gara 1 su un campo difficile come quello di Pozzuoli, contro una squadra forte e ben organizzata. Nei playoff ogni gara va vissuta e giocata con la massima intensità, concentrazione e voglia di lottare;  devo dire che i ragazzi hanno perfettamente interpretato la gara, giocando inoltre con estrema tranquillità senza innervosirsi né demotivarsi quando Pozzuoli pur sotto di 16 punti è riuscita a rifarsi sotto. Ciò dimostra come l’esperienza di alcuni nostri giocatori abituati a giocare tante di queste gare sia risultata decisiva non solo per la vittoria ma come traino per i ragazzi meno esperti. Tutti hanno dato il loro contributo, in difesa in primis forse una se non la miglior prestazione degli ultimi mesi, capitolo rimbalzi a parte. Probabilmente l’unico aspetto negativo è stato proprio sotto le plance dove soprattutto nei primi due quarti abbiamo concesso troppo agli avversari, consentendogli di restare attaccati nel punteggio pur concedendo poche realizzazioni sui loro attacchi. Domani sarà un’altra gara, loro verranno mentalmente sereni con meno pressione addosso ma pronti a lottare per riscattare la sconfitta di gara 1 per portarci a gara 3, e sicuramente noi dovremo essere ancora più bravi di gara 1! Giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico che credo sarà più che numeroso, abbiamo l’occasione di chiudere la serie e possiamo tranquillamente farlo, abbiamo tutte le capacità tecniche, tattiche e motivazionali per farlo, ma attenti a pensare di aver già vinto. Credo che dovremmo ripartire dalla stessa intensità difensiva di gara 1 ma con un super lavoro a rimbalzo e fare ancora meglio, visto che in gara 1 loro hanno avuto percentuali scarse dalla linea dei tre punti, che resta però il loro punto forte in attacco e, quindi saranno pronti a migliorare le loro percentuali; noi dovremo essere bravi a non concedere tiri facili ma sporcare ogni loro tentativo di fare canestro. In attacco abbiamo giocatori pronti a segnare in qualsiasi modo e loro avranno il problema di fermarci! Aspettiamo domani con estrema fiducia, pronti a goderci la gara e speriamo la vittoria. Io personalmente sono sereno come lo ero sabato prima di gara 1, semplicemente perché credo fortemente nelle potenzialità di questa squadra e di tutto lo staff tecnico.”

Biagio Casaburi

Al via i playoffs, Campitiello: “massima concentrazione per battere Pozzuoli”

17632295_1148625528599512_9187282444083875582_o

I playoffs si avvicinano, la prima gara avrà luogo sabato 1° Aprile ore 19:00, i grigiorossi affronteranno la Virtus Basket Pozzuoli al Pala Errico. Gli atleti doriani stanno preparando la gara al meglio, con la massima concentrazione; finalmente hanno ritrovato il tanto atteso Fabio Di Napoli ma, purtroppo, saranno orfani di Charles Hankerson Jr, ancora legato ai diversi problemi che hanno afflitto tutti gli extracomunitari di serie C.

Di seguito le dichiarazioni di patron Campitiello: “siamo molto orgogliosi di partecipare ai playoffs, è la prima volta che il basket angrese entra in una fase così importante e sono sicuro che i ragazzi ci metteranno tutto l’impegno necessario per fare una gran figura. Giocheremo contro un avversario molto forte come Pozzuoli che abbiamo già battuto due volte in campionato ma i playoff, si sa, sono un minicampionato a parte. Inoltre non avremo l’eventuale bella in casa ma sono sicuro che il pubblico di Angri verrà anche in trasferta oltre a riempire tutto il palazzetto in gara 2 mercoledì 5 aprile. La parola d’ordine è FIDUCIA. “

Biagio Casaburi

Angri – Pozzuoli vale il primo posto solitario

14706966_10157962453870179_3075168067246665576_o

Dopo la vittoria a tavolino dello scorso 30 Novembre contro la Felix Napoli, i grigiorossi hanno avuto una settimana di intensi allenamenti, ma lo sguardo di tutti è già rivolto al big match di domenica che andrà di scena al Palagalvani dove arriverà la Virtus Pozzuoli Basket. Il vincitore di questo match si assicurerà il primo posto solitario. Oggi con noi abbiamo uno dei pilastri fondamentali della Montoro Angri Pallacanestro, il nostro dirigente sportivo, Tony Benincasa:

  1. Come prima intervista dell’anno, in qualità di dirigente sportivo, come valuti il lavoro svolto dalla squadra fino ad ora?

“Siamo pienamente soddisfatti perché lo staff tecnico e tutti giocatori stanno lavorando con grande impegno nonostante i continui infortuni che li stanno colpendo; basti pensare che è più di un mese che la squadra non riesce mai ad allenarsi al completo. Quindi essere primi vuol dire che il roster costruito è di primissimo valore.”

2) Domenica ci sarà il big match casalingo contro Pozzuoli, che ieri sera ha battuto Battipaglia. Quali sono le tue impressioni riguardo a questo match?

“Domenica ci aspetta una partita complicata perché Pozzuoli è una squadra costruita per vincere il campionato. Fortissima sia nel reparto esterni che in quello degli interni. I due americani poi sono giocatori che, statistiche alla mano, rientrano tra i migliori dieci dell’intero campionato. Vincere significherebbe moltissimo perché ci proietterebbe al primo posto solitario.”

15068430_10158129336370179_8450343749667882276_o

Inoltre c’è coach Iovino, che domenica sarà di nuovo in panchina a guidare i ragazzi  durante questo importantissimo match:

“Domenica arriverà Pozzuoli con la quale coabitiamo in prima posizione, forse è banale dire che per noi sarà un match fondamentale, anche perché una vittoria potrebbe significare il primo posto solitario essendo l’unica squadra ad aver subito una sola sconfitta. Di fronte abbiamo una squadra che negli ultimi anni è sempre andata vicina al salto di categoria e, proprio nella scorsa stagione ha perso la finale per l’accesso alla Serie B raggiungendo così, una maturità mentale ma  soprattutto di organico per ambire, anche quest’anno, al salto di categoria. Giochiamo in casa, davanti ai nostri tifosi e al nostro pubblico che ad oggi ha già riempito il palazzetto, raggiungendo il sold out; quindi significa che c’è un grandissimo entusiasmo per questa partita. Dal canto nostro dobbiamo mettere in campo lo stesso entusiasmo che la gente ha nei confronti della squadra, è ovvio che di fronte abbiamo una squadra che può contare su due americani di notevole fattura, stiamo parlando di Barrington Stevens, dalle grandi qualità di ball-handling e costruzione di gioco e di  Nick Harney sicuramente più finalizzatore. Oltre ai due americani, possono contare su Orsini, Orefice, Errico, Loncarevic e Longobardi che oramai rappresentano un’ossatura storica, di grande affidabilità e fiducia, che gli garantisce un qualcosa di già allentano ma soprattutto conosciuto che già risponde alle idee del loro allenatore, anche lui è lì da anni. Quindi dovremo essere sicuramente bravi a non far prendere fiducia ad un gruppo che sa bene cosa deve fare, in settimana la stiamo preparando bene e cerchiamo di arrivare pronti a questa partita ma soprattutto consci dell’importanza della stessa. Sappiamo che l’unica cosa che conta è vincere, non ci interessa né di quanto e ne come lo faremo, contano solo i due punti.”

di Biagio Casaburi