La Primelab Angri Pallacanestro batte Maddaloni e vola in finale.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni: 70-69 (20-16; 14-14; 24-26; 12-13)

Al termine di 40′ minuti di fuoco, la Primelab Angri Pallacanestro ha battuto la Pallacanestro San Michele Maddaloni nello spareggio che decideva l’accesso alla finale regionale dei play-off.
In un Palagalvani gremito è andata in scena una della partite più belle, emozionanti e vibranti dell’intera stagione, con il quintetto di coach Massaro che è riuscito ad imporsi sulla compagine maddalonese solo dopo aver sudato le proverbiali sette camicie.
Alla fine ha vinto la squadra che ha meritato di più, alla luce di quanto si è visto nell’arco dei tre confronti. Forino e compagni si sono resi autori di un’ottima prova che ha permesso loro di mettere le cose in chiare fin dal primo quarto e, a parte qualche passaggio a vuoto nel terzo periodo, non hanno mai permesso ai viaggianti di condurre le danze.
Ora per loro si prospetta l’impegno più difficile, quello della finale. Ad attenderli ci sarà la Virtus Pozzuoli.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
La cosiddetta “bella” inizia subito nel segno dei padroni di casa. Sospinti dall incessante tifo proveniente dagli spalti, i grigiorossi partono subito forte e dopo pochi minuti si portano subito avanti sul 9-3, grazie soprattutto alla presenza costante dei lunghi doriani nel pitturato avversario ed alla prima tripla della serata di Marco Melillo. Il giovane condors si renderà autore di una prova magistrale, con un incredibile 7/10 dal perimetro. Coach Parrillo è costretto a chiamare il primo timeout della partita, per riorganizzare le idee sia in fase offensiva che difensiva. I suoi recepiscono il messaggio ed iniziano ad imprimere un ritmo diverso al match, trovando intensità in difesa e cinismo in attacco. Requena, Chiavazzo e Moccia riportano gli ospiti sul -2 (13-11), ma un break di 5-0 dei padroni di casa fa segnare il +7 al tabellone luminoso del Palagalvani. L’entrata in bonus favorisce il ritorno ospite, con Chiavazzo, Moccia e Requena che trovano punti importanti dalla lunetta, ma il canestro di Cimminella allo scadere vale il 20-16 per la Primelab, risultato con cui si chiude il primo quarto.

Nel secondo periodo continua la sfida di triple tra Melillo e Moccia, con le due guardie che segnano i primi punti del quarto delle rispettive squadre, che valgono il 23-19. Gli uomini di coach Parrillo però serrano le linee difensive, non lasciando spazio alle penetrazioni doriane e costringendo gli avversari a provare con insistenza il canestro dal perimetro che però non arriva. Massaro capisce il momento di difficoltà dei suoi e chiama timeout. Se in difesa la Primelab concede poco, in avanti sono troppi gli errori in cui cadono i giocatori di casa e, con questo andazzo, la partita si inchioda sul pari a quota 26. Chiavazzo trova anche il vantaggio per i suoi (27-28), ma la Primelab, nel finale, è brava a non demordere e a non disunirsi, riuscendo a piazzare un importantissimo parziale di 7-0 che porta il punteggio sul 34-28. Il canestro finale di capitan Desiato manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 34-30.

Nel secondo tempo i padroni di casa hanno un calo, permettendo così agli ospiti di tornare in partita. Maddaloni sembra averne di più e riesce a trovare il canestro con insistenza, al contrario di Angri che si fa prendere dal nervosismo e non riesce a concludere le azioni iniziate. I 4 punti consecutivi messi a segno da Requena valgono il 39-44 per i biancoazzurri ed il timeout chiamato da coach Massaro. Il minuto ordito dal coach doriano sembra non avere gli effetti desiderati, con Maddaloni che trova anche il massimo vantaggio (42-49) grazie a Desiato e Rusciano. Nel finale di quarto però, la Primelab cambia marcia, trovando ritmo e concretezza in attacco e solidità in difesa. La rimonta doriana viene condotta da Melillo e Dimitriu che, autori di 5 triple consecutive nel finale di quarto, vanificano ogni tentativo di risalita degli ospiti. La bomba sulla sirena di Marco Melillo, fa chiudere il terzo quarto sul punteggio di 58-50 e con un Palagalvani straripante di gioia.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. La partita diventa una gara di nervi, con le due squadre più dedite a fermare le offensive avversarie che a creare azioni proprie. La partita diventa un botta e risposta, con Desiato che a 1′ dalla fine impatta sul 6969. Ci si aspetterebbe un colpo di un singolo, ma in realtà la partita viene risolta dalla linea della carità; Cimminella infatti sul tentato contropiede di Chiavazzo gli ruba il pallone, costringendo il numero 22 maddalonese a fare fallo antisportivo. L’1/2 del play doriani porta il match sul 70-69. Il suo successivo 0/2 fa tremare e non poco il Palagalvani, che però può festeggiare qualche istante più tardi quando sul tiro sbagliato di Moccia, la sirena sancisce la vittoria della Primelab Angri Pallacanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 12; Forino 13; Cimminella 8; Luongo 9; Balestrieri 4; De Martino n.e; Melillo 21; Dimitriu 3; Tramonti n.e. ; Vecchione; Ventura n.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 8; Cioppa ; Moccia 16; Requena 18; Rusciano 11; Pascarella n.e. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

La Primelab Angri Pallacanestro capitola a Maddaloni ed ora la serie è in parità.

Pallacanestro San Michele Maddaloni-Primelab Angri Pallacanestro: 92-70(22-18; 21-19; 22-15; 27-18)

È una gara 2 dal sapore amaro per la Primelab Angri Pallacanestro quella giocatasi al Pala Angioni Caliendo. La compagine doriana è infatti capitolata sotto i colpi di Desiato e compagni, impostosi con il risultato di 92-70.
Forino e compagni non sono riusciti ad emulare l’ottima prestazione di domenica sera e si sono dovuti arrendere ai casertani, abili trovare punti importanti sia fuori che dentro il perimetro. Per i grigiorossi ora c’è il rammarico di non aver chiuso la serie, che ora è in parità. Si deciderà tutto ad Angri domenica 6 maggio.

I quintetti:
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.

La partita:
Entrambe le squadre partono forte, desiderose di vincere per motivi diversi. Angri mette a segno il primo canestro della serata, ma Rusciano e Requena fanno capire subito di avere la mano calda ed in un amen piazzano due bombe consecutive. Chiavazzo si iscrive a referto e porta i suoi sull’11-7, ma i viaggianti piazzano un break di 0-5 e si portano avanti. Maddaloni però non si lascia intimorire, non si scompone e si riporta avanti. Sul finire di quarto, Moccia, Rusciano e Chiavazzo congelano il punteggio sul 22-18.

Al rientro in campo sono ancora i padroni di casa a fare la partita, con la Primelab che non riesce a trovare le giuste contromisure all’offensiva degli uomini di coach Parrilo. Il 29-22 segnato al 13′ smuove qualcosa nell’animo dei condors che, sostenuti dai sempre presenti tifosi, si smuovono. É Dimitriu a suonare la carica ed a portare i suoi alla chiusura di un break di 0-9 che porta il punteggio sul 29-31. Alle triple della guardia angrese risponde Rusciano, implacabile dal perimetro; il centro maddalonese mette a segno due triple consecutive che frenano i tentativi di allungo da parte dei viaggianti e che riportano i padroni di casa avanti sul 37-36. In chiusura di quarto però, arriva il primo allungo significativo da parte dei padroni di casa; i biancoazzurri riescono infatti a trovare un break di 6-0 grazie ai canestri di Moccia e Cioppa, che mandano le squadre al riposo con il risultato di 43-37.

Al rientro in campo la Primelab Angri Pallacanestro prova ad accorciare le distanze, ma i ragazzi di coach Parrillo riescono sempre a trovare la via del canestro. Un break di 0-9 firmato da Luongo, Forino e Carrichiello porta i condors a due sole lunghezze di distanza. Nel momento migliore però, si spegne la luce grigiorossa; gli uomini di coach Massaro incassano un pesante break di 10-0 firmato da Desiato e soci, che permette ai padroni di casa di allungare sul 58-46. Carrichiello, Forino e Melillo provano ad avvicinare i loro, ma la tripla di Cioppa ed il buzzer-beater di capitan Desiato consegnano alla Pallacanestro Maddaloni un vantaggio rassicurante in vista dell’ultimo quarto, con il punteggio che recita 65-52.

L’ultimo quarto è solo una formalità. Con i padroni di casa ormai saldamente al comando, la Primelab si lascia andare. Moccia e Ragnino trovano le due triple che chiudono virtualmente la contesa. Cimminella e Luongo provano ad accorciare le distanze, ma Moccia e Requena sono implacabili e fanno toccare ai loro il +25. È lo sliding-doors del match, con entrambi i coach che lasciano spazio agli under. Gli ultimi canestri del match sono di Melillo(bomba), Ventura (2/2) e Tramonti. La sirena finale sancisce la vittoria della Pallacanestro San Michele Maddaloni per 92-70.

I tabellini:
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Requena10; Ragnino 4; Bocciero 2; Cioppa 8; Moccia 20 Desiato 12; Rusciano 18; Chiavazzo 18. Coach Parrillo.

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella 12; Tramonti 2; Carrichiello 11; Dimitriu 7; Melillo 7; Luongo 12; Balestrieri 2; Forino 15. Coach Massaro.

 

Christian Montella.
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Die hard: tanto cuore e tanta passione!

Foto di: Sergio Mazza

Foto di: Sergio Mazza

I grigiorossi in gara 2 hanno dimostrato di avere tanto cuore ma soprattuto di essere un gruppo molto unito; nonostante i due importanti infortuni, quello di Vincenzo Di Capua e Fabio Di Napoli, sono riusciti a battere Battipaglia in overtime. 

Oggi con noi c’è coach Iovino, che ha reso orgogliosa la città di Angri di avere una squadra così unita ma soprattutto con un cuore così grande: “mi sembra giusto e doveroso fare i complimenti alla squadra, siamo tutti orgogliosi di questo gruppo, purtroppo, privo degli americani ma soprattutto di Vincenzo Di Capua Fabio Di Napoli, che sono stati per tutto l’arco del campionato i nostri migliori realizzatori, la squadra ha buttato il cuore oltre l’ostacolo e nonostante le difficoltà ha fatto sua una partita difficile. Eravamo ridotti all’osso, con situazioni sicuramente non facili, però questo mi inorgoglisce ed è un motivo di grande ringraziamento alla squadra che non si è disunita, anzi hanno iniziato a lottare più che mai, ha iniziato ad essere cattiva in difesa ma soprattutto eseguire in attacco, sono contento perché la squadra ha risposto presente e tutti quelli che c’erano hanno fatto qualcosa in più di quello fatto in passato. Sono contento ma allo stesso tempo determinato perché la partita in casa con Battipaglia deve farci prendere consapevolezza che domenica, anche se siamo allo stesso modo in difficoltà, abbiamo le carte in regola per vincere la gara, certo non sarà facile ma è una partita di gara 3, una finale, abbiamo entrambi le stesse percentuali di vincere la gara, loro avranno la pressione di giocare in casa e quindi di essere almeno sulla carta favoriti per la vittoria, noi con la mente sgombra ma con il cuore che ci ha contraddistinto in gara 2 proveremo a strappare la vittoria. Sarebbe una grande soddisfazione, significherebbe dimostrare che oltre le difficoltà c’è una squadra che va al di là di tutto, c’è un gruppo di persone che lotta e anche nelle difficoltà riesce a fare meglio. Io penso e spero con tutto il cuore di riuscire a regalare questo sogno ad Angri perché lo merita, perché il pubblico è spettacolare, da inizio anno ci ha dato fin troppo, quindi ora tocca a noi ricompensarli, andremo a Battipaglia con la convinzione di poter prendere questa partita e soprattutto di lottare fino all’ultimo secondo, fino all’ultima goccia di sudore, all’interno di quella partita ci sarà l’intero anno sportivo, un anno lungo, dove sono successe tantissime vicissitudini, abbiamo cambiato tante volte la squadra, che è completamente diversa da inizio anno; tutti noi siamo accomunati dal far parte di questa famiglia che si chiama Angri, forse prima della contesa chiederò ai ragazzi di ricordare tutti i sacrifici che hanno fatto durante l’anno, spero che questo sia da spunto e da monito per disputare una grande partita. Inoltre spero che domani sia una festa dello sport, spero che Battipaglia capisca che parliamo di una finale di serie C e quindi metta i giusti prezzi. Quelli applicati in gara 1 mi sono sembrati altamente fuori luogo, si parlava di 20 euro per assistere ad una partita di serie C, questi prezzi non si pagano nemmeno in serie A, quindi spero che si ritorni alla normalità e si metta un prezzo che dia a tutti la possibilità di assistere a questo match, questo è il mio augurio, spero fortemente che al di là di tutto vinca il buon senso e l’amore per questo sport!”

Biagio Casaburi

Massima concentrazione per gara 2!

whatsapp-image-2017-04-14-at-11-03-25Dopo la scorsa sconfitta subita in gara 1 a Battipaglia, nello spogliatoio grigiorosso c’è tanta voglia di riscatto. Giovedì ci sarà gara 2 ed i ragazzi dovranno ben figurare davanti al loro pubblico, che sicuramente sarà numeroso, i condor preparando la gara al meglio secondo le direttive di coach Iovino, che oggi è qui con noi: “siamo ancora un po’ amareggiati da gara 1, ovviamente siamo in un periodo di difficoltà, abbiamo dovuto sopperire non solo all’assenza degli americani ma si sono aggiunti infortuni importanti come quello di Vincenzo Di Capua e  Fabio Di Napoli,  stiamo ancora valutando le sue condizioni fisiche per poterlo schierare in vista di gara 2. E’ sicuramente una partita difficile, giocheremo in casa e ci aspettiamo una grande reazione da parte dei nostri tifosi, abbiamo bisogno sicuramente di loro, ma al di là di tutto, al di là delle difficoltà e di qualsiasi giocatore che possa mancare penso che la squadra debba fare ancora di più quadrato, perché ne ha le capacità, ce lo siamo detti in settimana a viso aperto, che chi non abbia voglia di sacrificarsi e di lottare può starsene comodamente a casa, la squadra ha risposto in pieno al messaggio, mi sembra che si stia allenando con grande determinazione  e con grande voglia di portare a casa una vittoria davanti al nostro pubblico; sarebbe sicuramente una vittoria importante per Angri che porterà a giocarsi il tutto per tutto domenica a Battipaglia. Sappiamo bene che loro sono una squadra molto perimetrale, si affidano tantissimo al tiro da 3 punti e fanno della difesa la loro arma principale, io sono contento di quanto fatto in difesa in gara 1 perché li abbiamo tenuti sui 60 punti, ci è mancato sicuramente l’attacco, dove ci siamo fermati a 47 punti che sono sicuramente pochissimi, dobbiamo essere più cinici in attacco, cercare di essere pronti e di farci trovare pronti non solo sui tiri, ma anche sull’aggressività e sulla lucidità in campo, sono ottimista perché ho piena fiducia nella mia squadra, perché c’è voglia e grande determinazione da parte di tutti, non vogliamo fermare la stagione qui ma vogliamo cercare di conquistare qualcosa di importante  e sappiamo che per farlo dobbiamo obbligatoriamente vincere giovedì.”

Biagio Casaburi

I condor volano in finale!

17835046_1161102320685166_5611021892999601192_oI condor volano in finale dopo aver battuto la Virtus Basket Pozzuoli, si tratta di uno dei traguardi più importanti mai raggiunti dalla storia della pallacanestro angrese, conquistare la finale playoff per accedere alla fase nazionale per la serie B. I grigiorossi dovranno affrontare Battipaglia, squadra formata da ottimi giocatori e da uno staff di tutto rispetto, dal canto nostro dobbiamo preparare la gara nel migliore dei modi, facendoci trovare pronti e lottare per questo traguardo storico. Oggi con noi c’è uno dei pilastri di questa squadra, il direttore sportivo Tony Benincasa“la vittoria con Pozzuoli è la dimostrazione che questa squadra ha un cuore (grigiorosso) grande ed è formata da veri uomini, oltre che essere ottimi giocatori. Cadere è umano ma è da grande squadra risorgere, ed i ns gladiatori ieri lo hanno dimostrato giocando una grande partita. Peccato solo per l’infortunio di Vincenzo Di Capua, speriamo che gli esami strumentali scongiurino un infortunio grave e che i tempi di recupero siano veloci. Arrivare in finale era un obiettivo che la società e lo staff guidato da coach Iovino si erano prefissati ad inizio stagione, ed averlo raggiunto è un ulteriore traguardo storico per la pallacanestro angrese. Patron Campitiello e tutti noi siamo felici ed orgogliosi di rappresentare la città di Angri nel mondo dello sport. Per quanto riguarda la finale non posso che dire: comunque vada sarà un successo!”

17761068_1161101510685247_4008118135349025361_o

Infine e non per ordine di importanza, abbiamo anche il nostro presidente, che ha fatto e sta ancora facendo sognare tutta la città di Angri, Alfonso Campitiello“siamo orgogliosi di partecipare a questa storica finale play off per accedere alla fase nazionale per la serie B. I ragazzi hanno dato il massimo a Pozzuoli facendo una vera e propria impresa, a dimostrazione che siamo un gruppo forte e molto unito che ha reagito dopo la pessima figura di gara 2 in casa nostra. Ora ci tocca affrontare Battipaglia, squadra che ha un ottimo allenatore e che gioca molto bene la pallacanestro. Sono sicuro che sarà una serie combattuta ed entusiasmante; circa la conduzione della serie in primis ho molta fiducia nella classe arbitrale e poi, giacché il presidente di Battipaglia, l’amico Giancarlo Rossini è consigliere federale nazionale ci sentiamo ancora più tutelati.”

Biagio Casaburi

Nulla è ancora perduto, testa a gara 3!

d2041859-2bc1-4b1d-baa0-156a99d146f7Durante la scorsa partita sono stati commessi troppi errori, sia in fase difensiva che in quella offensiva, ma nonostante ciò bisogna sottolineare la buona prestazione di Francesco Annunziata e di Fabio Di Napoli. Potevamo chiudere la pratica tra le mura amiche ma purtroppo la tradizione ci ha punito ancora una volta, come nei playoff di diversi anni fa, ma come dice patron Campitiello“nulla è ancora perduto, purtroppo abbiamo steccato la partita. Abbiamo perso prima contro l’avversario più temibile ossia noi stessi, è stata una partita nella quale abbiamo steccato sotto tutti i punti di vista ma soprattutto dal punto di vista mentale. Ora abbiamo il secondo match point domani a Pozzuoli, sono davvero molto fiducioso perché so quanta voglia hanno di vincere i ragazzi e sono sicuro che dimostreranno che sono in grado di poter accedere alla finale. È giusto che ci siano critiche costruttive da parte dei tifosi per la prestazione di ieri, ma sono convinto che, ancora una volta, la nostra enorme tifoseria risponderà PRESENTE, sabato al Palaerrico, per sostenere i nostri giocatori fino all’ultimo secondo!”

Biagio Casaburi

Playoff gara 2: i grigiorossi sono carichi per la sfida con Pozzuoli!

vlcsnap-2017-04-02-19h00m03s130Dopo la splendida vittoria di sabato, domani, tra le mura amiche, gli atleti doriani dovranno affrontare la Virtus Basket Pozzuoli, forti delle loro potenzialità ma soprattutto caricati dallo splendido pubblico angrese, che sicuramente accorrerà in massa al palazzetto per sostenere i ragazzi. Oggi con noi c’è uno dei pilastri fondamentali di questa squadra, il nostro team manager, nonché ex giocatore che ha sempre dato un eccellente contributo a questa squadra, Gennaro Ferraioli: “sabato sono iniziati i playoff, che rappresentano il primo obiettivo che tutti insieme, società, staff tecnico e squadra, ci eravamo posti ad inizio stagione. Sono iniziati nel migliore dei modi, con una vittoria meritata di gara 1 su un campo difficile come quello di Pozzuoli, contro una squadra forte e ben organizzata. Nei playoff ogni gara va vissuta e giocata con la massima intensità, concentrazione e voglia di lottare;  devo dire che i ragazzi hanno perfettamente interpretato la gara, giocando inoltre con estrema tranquillità senza innervosirsi né demotivarsi quando Pozzuoli pur sotto di 16 punti è riuscita a rifarsi sotto. Ciò dimostra come l’esperienza di alcuni nostri giocatori abituati a giocare tante di queste gare sia risultata decisiva non solo per la vittoria ma come traino per i ragazzi meno esperti. Tutti hanno dato il loro contributo, in difesa in primis forse una se non la miglior prestazione degli ultimi mesi, capitolo rimbalzi a parte. Probabilmente l’unico aspetto negativo è stato proprio sotto le plance dove soprattutto nei primi due quarti abbiamo concesso troppo agli avversari, consentendogli di restare attaccati nel punteggio pur concedendo poche realizzazioni sui loro attacchi. Domani sarà un’altra gara, loro verranno mentalmente sereni con meno pressione addosso ma pronti a lottare per riscattare la sconfitta di gara 1 per portarci a gara 3, e sicuramente noi dovremo essere ancora più bravi di gara 1! Giochiamo in casa, davanti al nostro pubblico che credo sarà più che numeroso, abbiamo l’occasione di chiudere la serie e possiamo tranquillamente farlo, abbiamo tutte le capacità tecniche, tattiche e motivazionali per farlo, ma attenti a pensare di aver già vinto. Credo che dovremmo ripartire dalla stessa intensità difensiva di gara 1 ma con un super lavoro a rimbalzo e fare ancora meglio, visto che in gara 1 loro hanno avuto percentuali scarse dalla linea dei tre punti, che resta però il loro punto forte in attacco e, quindi saranno pronti a migliorare le loro percentuali; noi dovremo essere bravi a non concedere tiri facili ma sporcare ogni loro tentativo di fare canestro. In attacco abbiamo giocatori pronti a segnare in qualsiasi modo e loro avranno il problema di fermarci! Aspettiamo domani con estrema fiducia, pronti a goderci la gara e speriamo la vittoria. Io personalmente sono sereno come lo ero sabato prima di gara 1, semplicemente perché credo fortemente nelle potenzialità di questa squadra e di tutto lo staff tecnico.”

Biagio Casaburi

Al via i playoffs, Campitiello: “massima concentrazione per battere Pozzuoli”

17632295_1148625528599512_9187282444083875582_o

I playoffs si avvicinano, la prima gara avrà luogo sabato 1° Aprile ore 19:00, i grigiorossi affronteranno la Virtus Basket Pozzuoli al Pala Errico. Gli atleti doriani stanno preparando la gara al meglio, con la massima concentrazione; finalmente hanno ritrovato il tanto atteso Fabio Di Napoli ma, purtroppo, saranno orfani di Charles Hankerson Jr, ancora legato ai diversi problemi che hanno afflitto tutti gli extracomunitari di serie C.

Di seguito le dichiarazioni di patron Campitiello: “siamo molto orgogliosi di partecipare ai playoffs, è la prima volta che il basket angrese entra in una fase così importante e sono sicuro che i ragazzi ci metteranno tutto l’impegno necessario per fare una gran figura. Giocheremo contro un avversario molto forte come Pozzuoli che abbiamo già battuto due volte in campionato ma i playoff, si sa, sono un minicampionato a parte. Inoltre non avremo l’eventuale bella in casa ma sono sicuro che il pubblico di Angri verrà anche in trasferta oltre a riempire tutto il palazzetto in gara 2 mercoledì 5 aprile. La parola d’ordine è FIDUCIA. “

Biagio Casaburi