Il supporto del PalaGalvani non basta: Partenope passa 70-82.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro Partenope: 70-82 (21-23; 13-19; 18-23; 18-17)

Seconda sconfitta in campionato per la Primelab Angri Pallacanestro. Nel 9 turno del campionato di serie C Gold, i ragazzi di coach Massaro non riescono a battere la Pallacanestro Partenope che si impone con il risultato di 70-82. I condors non hanno disputato una buona gara, non riuscendo a trovare le contromisure giuste ad un attacco, quello partenopeo, che ha messo in seria difficoltà i padroni di casa. Da sottolineare il tutto esaurito del PalaGalvani che, dopo un mese di chiusura forzata, è tornato ad essere la casa dei tifosi grigio rossi. Con questa sconfitta i condors cedono il primo posto in classifica proprio alla Pallacanestro Partenope, accompagnata dal Basket Bellizzi e dalla Pallacanestro Salerno.

I quintetti:

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Chiavazzo; Hankerson; Forino; Sherman.

Pallacanestro Partenope: Izzo; Garcia; Moccia; Luongo; Alunderis.

La partita:

Il match si apre sulle ali dell’ equilibrio, con gli attacchi che prevalgono sistematicamente sulle difese. Izzo inaugura la partita con una tripla, risposto subito da Cimminella e da capitan Forino, il quale replica al canestro di Luongo (4-5). Partenope inizia subito a mettere sul parquet doriano la propria pallacanestro e riesce a far vacillare la difesa di casa e con Garcia trova il +6. Angri però non ci sta e grazie al duo CimminellaSherman riesce a rimanere attaccata al punteggio sul 16-19, ma i viaggianti grazie ai canestri di Izzo e Garcia vanno sul 16-23. In chiusura di quarto, Dimitriu e Sherman riescono a segnare il 21-23 con cui si chiudono i primi 10’ di gioco.

Il secondo quarto viene battezzato dalla tripla di Dimitriu che, oltre a mandare i suoi sul +1 (24-23), infiamma il PalaGalvani. Alunderis e Garcia però non si scompongono e riportano gli ospiti avanti a quota 24-29. La partita inizia ad accendersi ed Angri inizia a commettere diversi errori sia in fase di costruzione che in fase di tiro, cosa che permette ai napoletani di prendere il largo; i soliti Garcia ed Alunderis, coadiuvati da Moccia, fanno segnare il 28-37. È la prima spallata al match. I padroni di casa non riescono più a costruire azioni pericolose e vanno avanti grazie alle azioni individuali. Hankerson, stranamente impalpabile fino a quel momento, prova a caricarsi la squadra sulle spalle mettendo a referto  5 punti consecutivi che valgono il 34-40. In chiusura di quarto, il 2/4 ai liberi targato Alunderis ed Izzo manda le squadre negli spogliatoi sul 34-42.

La Primelab rientra in campo e prova fin da subito a recuperare lo svantaggio accumulato nei 20’ precedenti. La Partenope però continua a macinare gioco e punti e tocca anche il +12. Angri non riesce a colpire la retroguardia avversaria, apparendo poco lucida. Cimminella prova a scuotere i suo,ma è troppo poco rispetto ad una formazione, quella partenopea, in cui vanno a segno tutti gli uomini chiamati in causa da coach Patrizio. In chiusura di quarto Garcia e compagni toccano anche il +18, cosa che fa risvegliare i doriani che mettono a segno un break di 7-0 grazie ai canestri di Hankerson che, al 30’, vuol dire 52-65.

L’ultima frazione è pura gestione da parte dei viaggianti che, forti del vantaggio maturato precedentemente, non forzano il ritmo. Angri ed il suo pubblico provano a rientrare in partita ma Partenope è brava nello gestire e colpire i padroni di casa che, nel finale devono rinunciare pure ad Hankerson, espulso per doppio tecnico. Garcia e compagni dunque portano a casa la vittoria con il risultato di 70-82.

Appuntamento alla prossima partita, in programma Domenica 9 Dicembre al PalaSport di Agropoli, contro la New Basket Agropoli.

 

I tabellini:

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella 20; Hankerson 15; Sherman 15;  Dimitriu 8; Chiavazzo 6; Forino 4; D’apice 2; Coppola; Cucco; Varone ne; Gallo ne; Tramonti ne. Coach: Massimo Massaro.

Pallacanestro Partenope: Alunderis 22, Garcia 20, Izzo 16, Luongo 4, Moccia 7, Erra 2, Abete, Falco 4, Iannelli, Mbaye 7 , Melderis, Quaranta Coach: Vincenzo Patrizio.

 

Christian Montella

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

La Primelab Angri Pallacanestro batte Maddaloni e vola in finale.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni: 70-69 (20-16; 14-14; 24-26; 12-13)

Al termine di 40′ minuti di fuoco, la Primelab Angri Pallacanestro ha battuto la Pallacanestro San Michele Maddaloni nello spareggio che decideva l’accesso alla finale regionale dei play-off.
In un Palagalvani gremito è andata in scena una della partite più belle, emozionanti e vibranti dell’intera stagione, con il quintetto di coach Massaro che è riuscito ad imporsi sulla compagine maddalonese solo dopo aver sudato le proverbiali sette camicie.
Alla fine ha vinto la squadra che ha meritato di più, alla luce di quanto si è visto nell’arco dei tre confronti. Forino e compagni si sono resi autori di un’ottima prova che ha permesso loro di mettere le cose in chiare fin dal primo quarto e, a parte qualche passaggio a vuoto nel terzo periodo, non hanno mai permesso ai viaggianti di condurre le danze.
Ora per loro si prospetta l’impegno più difficile, quello della finale. Ad attenderli ci sarà la Virtus Pozzuoli.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
La cosiddetta “bella” inizia subito nel segno dei padroni di casa. Sospinti dall incessante tifo proveniente dagli spalti, i grigiorossi partono subito forte e dopo pochi minuti si portano subito avanti sul 9-3, grazie soprattutto alla presenza costante dei lunghi doriani nel pitturato avversario ed alla prima tripla della serata di Marco Melillo. Il giovane condors si renderà autore di una prova magistrale, con un incredibile 7/10 dal perimetro. Coach Parrillo è costretto a chiamare il primo timeout della partita, per riorganizzare le idee sia in fase offensiva che difensiva. I suoi recepiscono il messaggio ed iniziano ad imprimere un ritmo diverso al match, trovando intensità in difesa e cinismo in attacco. Requena, Chiavazzo e Moccia riportano gli ospiti sul -2 (13-11), ma un break di 5-0 dei padroni di casa fa segnare il +7 al tabellone luminoso del Palagalvani. L’entrata in bonus favorisce il ritorno ospite, con Chiavazzo, Moccia e Requena che trovano punti importanti dalla lunetta, ma il canestro di Cimminella allo scadere vale il 20-16 per la Primelab, risultato con cui si chiude il primo quarto.

Nel secondo periodo continua la sfida di triple tra Melillo e Moccia, con le due guardie che segnano i primi punti del quarto delle rispettive squadre, che valgono il 23-19. Gli uomini di coach Parrillo però serrano le linee difensive, non lasciando spazio alle penetrazioni doriane e costringendo gli avversari a provare con insistenza il canestro dal perimetro che però non arriva. Massaro capisce il momento di difficoltà dei suoi e chiama timeout. Se in difesa la Primelab concede poco, in avanti sono troppi gli errori in cui cadono i giocatori di casa e, con questo andazzo, la partita si inchioda sul pari a quota 26. Chiavazzo trova anche il vantaggio per i suoi (27-28), ma la Primelab, nel finale, è brava a non demordere e a non disunirsi, riuscendo a piazzare un importantissimo parziale di 7-0 che porta il punteggio sul 34-28. Il canestro finale di capitan Desiato manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 34-30.

Nel secondo tempo i padroni di casa hanno un calo, permettendo così agli ospiti di tornare in partita. Maddaloni sembra averne di più e riesce a trovare il canestro con insistenza, al contrario di Angri che si fa prendere dal nervosismo e non riesce a concludere le azioni iniziate. I 4 punti consecutivi messi a segno da Requena valgono il 39-44 per i biancoazzurri ed il timeout chiamato da coach Massaro. Il minuto ordito dal coach doriano sembra non avere gli effetti desiderati, con Maddaloni che trova anche il massimo vantaggio (42-49) grazie a Desiato e Rusciano. Nel finale di quarto però, la Primelab cambia marcia, trovando ritmo e concretezza in attacco e solidità in difesa. La rimonta doriana viene condotta da Melillo e Dimitriu che, autori di 5 triple consecutive nel finale di quarto, vanificano ogni tentativo di risalita degli ospiti. La bomba sulla sirena di Marco Melillo, fa chiudere il terzo quarto sul punteggio di 58-50 e con un Palagalvani straripante di gioia.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. La partita diventa una gara di nervi, con le due squadre più dedite a fermare le offensive avversarie che a creare azioni proprie. La partita diventa un botta e risposta, con Desiato che a 1′ dalla fine impatta sul 6969. Ci si aspetterebbe un colpo di un singolo, ma in realtà la partita viene risolta dalla linea della carità; Cimminella infatti sul tentato contropiede di Chiavazzo gli ruba il pallone, costringendo il numero 22 maddalonese a fare fallo antisportivo. L’1/2 del play doriani porta il match sul 70-69. Il suo successivo 0/2 fa tremare e non poco il Palagalvani, che però può festeggiare qualche istante più tardi quando sul tiro sbagliato di Moccia, la sirena sancisce la vittoria della Primelab Angri Pallacanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 12; Forino 13; Cimminella 8; Luongo 9; Balestrieri 4; De Martino n.e; Melillo 21; Dimitriu 3; Tramonti n.e. ; Vecchione; Ventura n.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 8; Cioppa ; Moccia 16; Requena 18; Rusciano 11; Pascarella n.e. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

La Primelab Angri Pallcanestro si aggiudica la gara uno dei playoff.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni:82-75 (14-17; 22-15; 22-23; 24-20)

Parte bene l’avventura playoff della Primelab Angri Pallacanestro. La squadra doriana si è imposta in gara 1 sulla Pallacanestro San Michele Maddaloni con il risultato di 82-75.
Al Palagalvani va in scena un match dall’alto valore tecnico e significativo, con le due squadre che arrivavano a questa partita desiderose di vincere per fare un passo avanti verso la finale regionale. Con un Di Napoli ancora fuori causa infortunio, Forino e compagni sfoderano una prestazione di alto livello, che ha permesso loro di condurre la gara in lungo e in largo, nonostante una Maddaloni mai doma e sempre col fiato sul collo.
Con questa vittoria gli uomini di coach Massaro si portano sull’1-0, mantengono il fattore campo e rendono gara 2 di giovedì sera a Maddaloni primo matchpoint per aggiudicarsi la finale.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
Il match, disputato nell’ennesima ottima cornice di pubblico, inizia subito nel segno dei viaggianti. I calatini infatti sono bravi a sfruttare alcune disattenzioni difensive dei padroni di casa e riescono a portarsi subito avanti, grazie ad un break di 0-7 firmato da Moccia, Requena e Desiato. La risposta doriana tarda ad arrivare, a causa della forte difesa ospite e da alcuni errori sia dal perimetro che nel pitturato. A smuovere la situazione ci pensa Luongo dalla lunetta, mentre capitan Forino segna i primi canestri dal campo. I due lunghi angresi saranno un’autentica spina nel fianco per la difesa maddalonese, incapace di arginare gli attacchi al ferro dei due fari doriani. È proprio Forino a far trovare il primo vantaggio della gara ai suoi (8-7). Maddaloni non ci sta e sospinta dal duo Desiato-Requena si riporta avanti, scavando il primo solco significativo tra lei e la Primelab (8-15). La situazione falli però inizia a farsi pesante per i viaggianti. L’Angri trova punti importanti dalla lunetta ed in un amen torna sul -1 (14-15). Il canestro di Chiavazzo però chiude un primo quarto equilibrato sul 14-17.

Al rientro in campo, la formazione di casa continua ciò che aveva interrotto nel primo quarto. Gli uomini di coach Parrillo sono imprecisi sia dal campo che dalla lunetta e ciò favorisce l’offensiva doriana che, grazie soprattutto a Carrichiello, riesce a far trovare il fondo della retina con regolarità. Chiavazzo si carica la squadra sulle spalle, ma da solo non può nulla contro il quintetto di coach Massaro che, in questo quarto, riesce a trovare canestri importanti anche dal perimetro e che di fatto segnano l’allungo decisivo. Le quattro triple consecutive messe a segno da Melillo, Dimitriu e Forino danno il via alla scalata angrese e portano il risultato sul 36-29. Allo scadere, il gioco da 3 punti realizzati da Rusciano chiude il primo tempo con il punteggio di 36-32.

Il secondo tempo viene aperto da un break di 6-0 realizzato dai padroni di casa, che porta il risultato sul 42-32 e che costringe coach Parrillo a richiamare i suoi in campo per riorganizzare le idee. Il timeout sembra funzionare e Desiato a compagni provano ad imbandire una reazione. I ragazzi di coach Massaro però non perdono la compattezza che li ha portati fino a dove sono ora e, con idee e gioco di squadra, impattano sul 53-41. Quando tutto sembrava facile però, arriva il calo. I viaggianti si riassestano, serrano le linee difensive e ritrovano cinismo in avanti, riuscendo in poco più di 4′ a segnare un prezioso break di 5-14 che li porta ad un solo possesso di distanza dai grigiorossi (56-53). Carrichiello ferma l ‘emorragia e segna il 58-53, ma Rusciano riporta i suoi sul 58-55. L’ottima difesa angrese impedisce a capitan Desiato di catalizzare l’ultimo possesso del quarto e così si arriva agli ultimi 10’ di gioco sul punteggio di 58-55.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. Cimminella si mette in mostra tra le fila dei doriani, realizzando ben 9 sui suoi 11 punti totali. È proprio un canestro del giovane play napoletano a dare il via al parziale di 6-0 che porta i padroni di casa sul +10 (69-59). Maddaloni però trova sempre il giusto momento per uscire fuori e, grazie ad un’alta percentuale sia dalla lunetta che dall’arco dei 6,75 metri, grazie soprattutto a Moccia. È proprio una tripla della guardia maddalonese a portare i viandanti sul -6, con il punteggio congelato sul 74-68. Parrillo chiama timeout ed ordina la difesa a tutto campo, nel disperati tentativo di recuperare la partita. La mossa del coach maddalonese sempre sortire l’effetto sperato, ma l’ennesimo fallo dei suoi infiamma gli animi in campo e sugli spalti. Carrichiello e Forino sono glaciali dalla linea della carità e, coadiuvati dall’ennesimo canestro della serata di Dimitriu, portano i condors sul 79-70. Desiato segna un 2/2 dalla lunetta, ma la bomba di Ernesto Carrichiello manda il match ai titoli di coda anzitempo. La tripla del giovane Pascarella rende meno amare il punteggio finale, che recita 82-75 per la Primelab Angri Pallcanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 16; Forino 15; Cimminella 11; Luongo 18; Balestrieri 4; De Martino; Dimitriu 15; Tramonti n.e. ; Vecchione; Venturan.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 10; Cioppa 6; Moccia 14; Requena 12; Rusciano 14; Pascarella 3. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

Final Four di Coppa Campania al Palagalvani; le date, gli orari e le parole di patron Campitiello.

La A.S.D. Angri Pallacanestro comunica che avrà l’onore di organizzare le Final Four di Coppa Campania-Trofeo “Alfredo Bobbio” 2018; il Palagalvani sarà infatti teatro delle due semifinali e della finale nei giorni mercoledì 4 e giovedì 5 aprile.
Le quattro squadre semifinaliste sono:
PRIMELAB ANGRI PALLACANESTRO;
PALLACANESTRO SAN MICHELE MADDALONI;
SAN NICOLA BASKET CEDRI;
VIRTUS POZZUOLI.
Le semifinali avranno luogo il 4 aprile; la prima vedrà come protagoniste il San Nicola Basket Cedri e la Pallacanestro San Michele Maddaloni, per quello che è un remake del discusso derby giocatosi in campionato qualche giornata fa;
Nella seconda semifinale invece scenderanno in campo i padroni di casa della Primelab Angri Pallacanestro e la Virtus Pozzuoli, rispettivamente 3ª e 2ª forza del campionato.
Le semifinali si giocheranno rispettivamente alle ore 19:00 ed alle 21:00.
Il 5 aprile invece avrà luogo la finale, con la palla a due che verrà alzata alle ore 20:00.

Le partite verranno trasmesse in diretta esclusiva su Capri Event TV, con la telecronaca di Nello Odierna.

Tanta la soddisfazione del presidente Campitiello:” Sono molto orgoglioso di questa assegnazione ad Angri; la FIP, nel decimo anniversario della nostra fondazione, ha voluto premiare l’impegno che quotidianamente profondiamo in questa squadra, per far sì che Angri abbia una squadra competitiva ed in categorie importanti. Il Palagalvani sarà il giusto teatro per quella che si prospetta essere una vetrina importante per noi, per far conoscere a sempre più persone il nostro movimento e per far crescere nelle nostre zone questo meraviglioso sport che è la pallacanestro. Sicuramente saremo in grado di offrire un ottimo spettacolo per queste final four, sia dal punto di vista del gioco sia da quello dell’intrattenimento. La nostra città avrà l’occasione di essere il centro del basket campano e noi dobbiamo solo essere orgogliosi di ciò. Ovviamente siamo volenterosi di alzare la coppa, soprattutto in virtù del fatto che giochiamo in casa nostra e dinanzi ai nostri splendidi tifosi. Tuttavia, il nostro augurio principale è che, al di là del risultato sportivo, il tutto si svolga in modo sereno, tranquillo e di festa; deve dominare la realtà sportiva tra le quattro società più forti della Campania che, non a caso, sono anche le prime quattro del campionato. Vi aspettiamo in tanti mercoledì 4 e giovedì 5 aprile, per vivere insieme a noi una manifestazione che si prospetta essere emozionante, divertente e vibrante.”

 

Christian Montella.

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Angri inarrestabile: battuta anche la Nuova Pallacanestro Sarno

Montoro Angri Pallacanestro – Nuova Pallacanestro Sarno  91-67  (19-18, 20-17, 26-11, 26-21)

Quintetti
Montoro Angri Pallacanestro: Di Napoli, Di Capua, Forino, Hankerson Jr., Robinson
Nuova Pallacanestro Sarno: Beatrice, Jones, Diop, Moccia, Chiavazzo.

14793972_10209598246784451_387612848_n

La partita
È ancora nel nuovo Palagalvani di Angri che la Montoro Angri Pallacanestro colleziona l’ennesima vittoria, nel recupero della seconda giornata di campionato, contro la Nuova Pallacanestro Sarno, una delle squadre favorite al titolo di questo campionato di Serie C Silver.
Continua, così, la grande e incessante cavalcata della squadra grigiorossa che si aggiudica la quarta vittoria consecutiva e il primo posto in classifica dopo aver battuto, in ordine: Piscinola, Cercola, Stabia e Sarno.
Coach Iovino schiera in campo il classico quintetto con Di Napoli, Di Capua, il capitano Forino e i due statunitensi Hankerson Jr. e Robinson; dall’altra parte, coach Parrillo, con un roster di grande esperienza, manda in campo il nuovo acquisto Jamail Jones, accompagnato da Francesco Chiavazzo (ex Maddaloni in Serie B), Beatrice, Moccia e dal centro Key Diop.
Difesa forte e ottima gestione della palla in attacco da entrambe le squadre, in quello che è stato il primo tempo del match; da sottolineare la grande prestazione finale di Jevoni Robinson, partito in sordina, ma straripante a partire dal secondo quarto soprattutto in fase offensiva, ma anche ad un grandioso Fabio Di Napoli, autore di un canestro dalla media distanza allo scadere del primo quarto, e di un incontenibile Vincenzo Di Capua, MVP del match con 23 punti totali; Sarno trova buone conclusioni dai tre punti con Jamail Jones, quasi immarcabile, ma il centro Key Diop non riesce ad entrare in partita e la squadra ospite soffre molto sotto canestro.
Il punteggio al termine dei primi 20 minuti di gioco è di 39-35 per la Montoro Angri Pallacanestro.

14793793_10209598282825352_146739674_nNella ripresa le squadre entrano in campo ancor più determinate e la partita diventa accesissima: troppi falli e tanti fischi arbitrali che puniscono dapprima il play grigiorosso Di Napoli, poi Hankerson Jr. e infine anche il capitano Francesco Forino; fischi che non vengono risparmiati neanche alla squadra ospite: il capitano Moccia, dopo due falli antisportivi, viene automaticamente espulso dal match e accompagnato negli spogliatoi al termine del terzo quarto.
L’equilibrio dei primi due quarti si interrompe, Angri prende il largo e arriva a toccare il + 30.
Sarno tenta di accorciare le distanze ma ha troppa fretta di concludere con tiri molto forzati in fase di attacco, così, Angri ne approfitta e vola in contropiede con Charles Hankerson Jr., autore di 16 punti totali.
La squadra di casa prolunga il vantaggio anche grazie alla calma e alla perfetta gestione di palla sul perimetro di Gigi Di Lauro e Andrea Somma, fondamentali per la rotazione della squadra, chiudono il match rispettivamente con 9 e 4 punti; assente, invece, nella Nuova Pallacanestro Sarno, Francesco Chiavazzo, appena 5 punti e numerose palle perse.
Sarno segna pochissimo e Angri vola a + 19, il terzo quarto si conclude col punteggio di 65-46.
Ultimo quarto a senso unico, la Montoro Angri Pallacanestro conferma per tutti gli ultimi 10 minuti il suo vantaggio, e proprio all’inizio del quarto c’è da evidenziare la giocata spettacolare di Andrea Somma, che offre un “no-look pass” sotto canestro per Jevoni Robinson che riceve ed inchioda una potentissima schiacciata: pura poesia.
Coach Iovino decide di dare ancora più spazio al giovane Daniele Scalera, entrato già nel secondo quarto, che chiuderà il match con 5 punti grazie ad una fantastica tripla e una schiacciata in contropiede. Sarno tenta di rispondere con le azioni personali di Jamail Jones, scatenato dai tre punti, il talento a stelle strisce segna la maggior parte dei suoi 33 punti a gara ormai chiusa; negli ultimi minuti di gioco la squadra di casa continua a segnare, un ottimo Francesco Annunziata trova i primi due punti solo al termine del match.
Il punteggio finale è di 91-67 per la Montoro Angri Pallacanestro.
I tifosi girigorossi elogiano ancora una volta la loro squadra che, dopo questa importante vittoria, festeggia alla grande il primo posto nel girone. Il campionato però è ancora lungo, e domani già un’altra grande sfida contro la Neapolis Basket Casavatore.

Tabellini
Montoro Angri Pallacanestro: Di Capua 23, Hankerson Jr. 16, Robinson 16, Di Napoli 10, Di Lauro 9, Forino 6, Scalera 5, Somma 4, Annunziata 2, Russo, Ventura.

Nuova Pallacanestro Sarno: Jones 33, Moccia 10, Beatrice 6, Rusciano 5, Chiavazzo 5, Iannicelli 4, Rianna 2, De Meo 2, Diop, Sammartino, Tortorella, Scardino.

 

di Francesco Postiglione