SI FERMA A NOVE LA STRISCIA VINCENTE, ANGRI CEDE NEL FINALE A BENEVENTO.

Miwa Energia Benevento – Angri Pallacanestro 72-66 

Si ferma a nove la striscia di vittorie consecutive dell’Angri Pallacanestro che alla terza trasferta consecutiva dopo Caserta ed Agropoli deve cedere il passo ad un Benevento più determinato lungo i 40 minuti di gioco. Determinante il parziale negativo accumulato nel primo quarto e mezzo quando i grigiorossi sono andati sotto anche di 16 lunghezze (29-13) prima di avere importante reazione, rimontare i padroni di casa e mettere la testa avanti per due volte tra la fine del terzo ed inizio del quarto parziale.
Nel finale la poca lucidità offensiva unite ad alcune gravi ingenuità hanno fatto pendere l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa.

La partita:

Novità nei due quintetti delle formazioni in avvio, coach Costagliola presenta Iannicelli nello starting five al posto di un acciaccato De Martino mentre sull’altro versante Benevento si gioca la carta dei tre lunghi Alunderis, Ordine e Rusciano insieme per alzare ulteriormente il livello della propria fisicità. La partenza dei padroni di casa è aggressiva e determinata, in un amen confezionano un parziale di 7-0 chiuso da una tripla di Smorra mentre sull’altro versante sono Chirico e Iannicelli con una tripla a sbloccare il punteggio (9-5). Rusciano ed Ordine fanno la voce grossa sotto le plance sia in difesa che in attacco confezionando quattordici punti in due nel parziale che permette a Benevento di alimentare il proprio entusiasmo e chiudere il primo quarto sul 24-13.

Alunderis ed una tripla di Papa allungano il vantaggio sul 29-13 in avvio di secondo quarto e concedere il massimo vantaggio locale sul +16, è una tripla di Cirillo a sbloccare la situazione in casa Angri e dare il via ad un parziale di 8-0 alimentato da un layup in campo aperto di Chiavazzo e dalla seconda tripla di giornata di Iannicelli (29-21) costringendo padroni di casa alla prima sospensione. Smorra ritorna a segnare da tre al rientro in campo (32-21), Cirillo gli risponde nuovamente dalla distanza (32-24) e la partita oscilla sui binari dell’equilibrio sino alla fine del secondo quarto con Benevento che va al riposo in vantaggio di sette lunghezze sul 38-31.

Coach Costagliola rischia De Martino in avvio di terzo quarto, Rusciano allunga con un semigancio mancino sul 40-31 prima che Angri confezioni in un amen un parziale di 8-0 grazie alle realizzazioni di Izzo ed a quattro punti di Daunys (40-39). Alunderis da fiato ai padroni di casa, De Martino con una tripla completa la rimonta siglando il pareggio (42-42) ed è Markovic con un layup su rimessa dal fondo a garantire il primo vantaggio ospite sul 42-44. Il quarto fallo in attacco spinge Daunys sulla panchina spegnendo l’inerzia a favore degli ospiti, la reazione dei padroni di casa viene firmata da Smorra (47-44) cui risponde De Martino su assist di Markovic (47-47). Le squadre arrivano nel finale di terzo quarto dopo i canestri di Rusciano e Iannicelli dalla lunetta in sostanziale equilibrio (54-53).

Un jumper di Naddeo allunga a favore dei padroni di casa (56-53), Cirillo dalla lunetta risponde (56-54) prima che quattro punti tra tiri liberi e lay up di Chiavazzo regalino nuovo vantaggio ed inerzia a favore degli angresi (56-58). Nel miglior momento ospite distrazione difensiva su taglio di Rianna (58-58), palla persa in attacco e quattro punti firmati Ordine ridanno vita ai padroni di casa (62-58) costringendo coach Costagliola alla sospensione. Ordine allunga ancora con un semigancio dal post (64-59) prima che Daunys si rimetta in partita con quattro punti riavvicinando i suoi sul 64-63. Nella stessa azione quando mancano 4’ dalla fine il fallo in attacco di Markovic costringe il serbo all’uscita anticipata per cinque falli, senza il suo riferimento sotto le plance Angri perde equilibrio difensivo ed offensivo lasciandosi andare ad una serie di forzature. Benevento si dimostra più determinata e compatta e con i canestri di Ordine, Alunderis e Rusciano conquista il decisivo vantaggio per le sorti dell’incontro. Un layup di Chiavazzo in taglio sulla linea di fondo fissa il punteggio sul 72-66 finale.

I tabellini:

Benevento: Rianna 2, Papa 3, Manisi 5, Naddeo 2, Smorra 13, Ordine 17, Alunderis 15, Rusciano 15, Laudando ne, Massaro ne, Damiano e. Coach: Parrillo
Angri: Chirico 6, Izzo 6, De Martino 8, Terzi, Iannicelli 8, Markovic 10, Cirillo 7, Di Domenico ne, Cascone ne, Chiavazzo 10, Daunys 11, Forino. Coach: Costagliola

Queste le dichiarazioni di Coach Costagliola al termine della gara:

“Complimenti a Benevento per la vittoria meritata, oggi hanno dimostrato maggiore determinazione e compattezza di squadra rispetto a noi. Abbiamo avuto un avvio pessimo dell’incontro con poca energia emotiva e scarsa fisicità, due aspetti che sapevamo esser loro punti di forza. Quando abbiamo pareggiato questo livello psicofisico, abbiamo ritrovato i nostri equilibri migliori e siamo stati capaci di girare l’inerzia della gara a nostro favore recuperando un margine importante. Nei momenti in cui dovevamo dare spallate decisive abbiamo commesso ingenuità clamorose che ci hanno destabilizzato, nel finale siamo stati poco squadra e ci siamo affidati a soluzioni individuali che non hanno portato a nulla.”

Nel prossimo turno si torna a giocare al PalaGalvani dopo oltre due settimane, a fare visita ai Condors ci sarà la capolista Basket Lamezia. L’appuntamento per tutti i tifosi ed appassionati è per Domenica 6 Marzo alle ore 18.30.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi