Seconda sconfitta in campionato: al PalaGalvani passa il Basket Club Irpinia

Angri Pallacanestro– Basket Club Irpinia: 67-75 (16-16; 15-14; 21-15; 15-30)

Si ferma a 7 la striscia di vittorie consecutive dell’Angri Pallacanestro. I doriani, infatti, non riescono a battere il Basket Club Irpinia, capace di violare per la prima volta in stagione il PalaGalvani con il risultato di 67-75. Un arbitraggio non sempre coerente, polveri bagnate in attacco (37% dal campo; 17% da tre punti; 57% ai liberi) e l’indisponibiltá di Sprude, ad onor di firma in panchina, sono stati solo alcuni dei motivi di questa sconfitta, la seconda in campionato per la tripla grigio rossa. Ai demeriti della squadra di coach Costagliola, hanno poi fatto da contraltare le giocate e l’atteggiamento dei viaggianti, bravi ad affrontare con la necessaria determinazione ed attenzione la sfida e capaci di sfruttare a loro favore le defezioni del quintetto doriano. La sconfitta non intacca quanto di importante è stato fatto in questo inizio di stagione dal roster angrese che, ora, dovrà mettersi alle spalle questa sconfitta e concentrarsi sulla sfida di Domenica, l’ultima di questo 2019, in trasferta, contro il Basket Venafro.

I quintetti;
Angri Pallacanestro: Seskus; Melillo; Chiavazzo; Cirillo; Anaekwe. 
Basket Club Irpinia: Ferrara; Cavalluzzo; Iannicelli; Forino; Johnson.

La partita: 
La partita viene battezzata dal canestro di Forino, a cui risponde subito la tripla di Cirillo. Entra in partita anche Johnson che, con un gioco da tre punti porta i suoi sul 3-5. I padroni di casa non ci stanno e, grazie al duo Seskus-Melillo, segnano un break di 8-0 che li porta avanti con il punteggio di 11-5. Irpinia è brava a non perdere la concentrazione ed a rimanere in partita grazie ai canestri di Iannicelli e del solito Johnson (13-10). Melillo e Chiavazzo segnano il 16-10 ma, in chiusura di quarto, gli ospiti mettono a referto un break di 0-6 chiuso dal canestro di Forino che chiude il primo parziale con il punteggio di 16-16.

Nel secondo quarto cambia l’andazzo della partita. Le due squadre battagliano su ogni pallone ed entrambi i quintetti vanno a segno con costanza, dando vita ad un quarto emozionante ed equilibrato. Irpinia trova canestri importanti con i soliti Ferrara e Johnson a cui si aggiunge anche Riccio dalla panchina, mentre Angri trova in Anaekwe, Cirillo, Lo Piccolo e MwanaNzita i principali catalizzatori del proprio sistema di gioco. Al termine del primo tempo, sono i padroni di casa a condurre le danze con il risultato di 31-30.

Al rientro dagli spogliatoi, il match continua sulla falsariga dei primi 20’ di gioco. Angri prova a scappare grazie ai canestri di Melillo, MwanaNzita e capitan Chiavazzo, ma Irpinia è brava a non scomporsi e grazie a Johnson, Forino e Iannicelli, trova il pareggio a metà quarto (37-37). Gli ospiti riescono addirittura a portarsi avanti grazie alla tripla del solito Iannicelli, in chiusura di quarto, i padroni di casa alzano i ritmi della contesa e mettono a segno un break di 9-2, chiuso dal 2/3 dalla lunetta di Seskus, che vale, al 30’, il 52-45.

L’ultimo quarto è, come sempre, decisivo. I padroni di casa, tuttavia, devono in pochi minuti rinunciare ad Anaekwe e MwanaNzita, ritrovandosi di fatto senza lunghi di ruolo in grado di arginare il gioco nel pitturato del roster avellinese. 
Stremati dalle fatiche dei primi parziali, Chiavazzo e compagni devono lentamente cedere il passo agli ospiti, capaci di trovare solidità e canestri importanti nel momento topico della gara. Angri, al contrario, sbaglia numerosi tiri e, complice anche un pizzico di sfortuna, non riesce a rispondere alle offensive degli ospiti. Al suono della sirena, il risultato finale premia il Basket Club Irpinia con il risultato di 67-75.

A fine partita, il coach doriano Massimo Costagliola non nasconde l’amarezza, ma è tuttavia soddisfatto del lavoro dei suoi ragazzi:

“I primi complimenti doverosi vanno agli avversari, capaci di compattarsi in un momento di grande difficolta’ del loro percorso di campionato e di venire a giocare una partita di grande carattere e saggezza tattica. Uguali complimenti, però, vanno rivolti ancora una volta ai miei giocatori, capaci di sopperire con carattere, unione, e spirito di sacrificio ad una situazione di oggettiva difficoltà per l’assenza di un compagno, elemento cardine della squadra e condurre comunque la gara sino a pochi minuti dalla fine. E’ palese che senza Kalvis abbiamo pagato in termini di esperienza e fisicità sotto canestro e l’uscita anticipata per falli di Mwananzita ed Anaekwe è stata determinante perché ci ha lasciati privi di armi da opporre loro nel momento chiave della partita. Così come le vittorie ci hanno reso consapevoli della nostra qualità e forza così questa sconfitta ci evidenzia alcuni limiti e debolezze su cui dovremo migliorare, lo faremo alla ripresa degli allenamenti con lo stesso spirito, attitudine al lavoro e serenità che ci ha contraddistinto sino ad adesso. Deve esser chiaro a tutti che questa squadra sta facendo un percorso straordinario, superiore ad ogni aspettativa iniziale e ieri nelle condizioni in cui eravamo sarebbe stato un ulteriore impresa vincere.”

I tabellini:

Angri Pallacanestro: Di Capua, Coppola, Melillo 12, Nicolaio, Anaekwe 2, Cirillo 10, Sprude, Seskus 13, Chiavazzo 17, Cascone, Lo Piccolo 7, MwanaNzita. Coach: Massimo Costagliola.

Basket Club Irpinia: Ferrara 14, Cavalluzzo, Iannicelli 14, Forino 15, Johnson 20, Del Vacchio 5, Riccio 7, Genovese, Mataluna, Vigilante, De Blasi. Coach: Alessandro Marzullo.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi