Die hard: tanto cuore e tanta passione!

Foto di: Sergio Mazza

Foto di: Sergio Mazza

I grigiorossi in gara 2 hanno dimostrato di avere tanto cuore ma soprattuto di essere un gruppo molto unito; nonostante i due importanti infortuni, quello di Vincenzo Di Capua e Fabio Di Napoli, sono riusciti a battere Battipaglia in overtime. 

Oggi con noi c’è coach Iovino, che ha reso orgogliosa la città di Angri di avere una squadra così unita ma soprattutto con un cuore così grande: “mi sembra giusto e doveroso fare i complimenti alla squadra, siamo tutti orgogliosi di questo gruppo, purtroppo, privo degli americani ma soprattutto di Vincenzo Di Capua Fabio Di Napoli, che sono stati per tutto l’arco del campionato i nostri migliori realizzatori, la squadra ha buttato il cuore oltre l’ostacolo e nonostante le difficoltà ha fatto sua una partita difficile. Eravamo ridotti all’osso, con situazioni sicuramente non facili, però questo mi inorgoglisce ed è un motivo di grande ringraziamento alla squadra che non si è disunita, anzi hanno iniziato a lottare più che mai, ha iniziato ad essere cattiva in difesa ma soprattutto eseguire in attacco, sono contento perché la squadra ha risposto presente e tutti quelli che c’erano hanno fatto qualcosa in più di quello fatto in passato. Sono contento ma allo stesso tempo determinato perché la partita in casa con Battipaglia deve farci prendere consapevolezza che domenica, anche se siamo allo stesso modo in difficoltà, abbiamo le carte in regola per vincere la gara, certo non sarà facile ma è una partita di gara 3, una finale, abbiamo entrambi le stesse percentuali di vincere la gara, loro avranno la pressione di giocare in casa e quindi di essere almeno sulla carta favoriti per la vittoria, noi con la mente sgombra ma con il cuore che ci ha contraddistinto in gara 2 proveremo a strappare la vittoria. Sarebbe una grande soddisfazione, significherebbe dimostrare che oltre le difficoltà c’è una squadra che va al di là di tutto, c’è un gruppo di persone che lotta e anche nelle difficoltà riesce a fare meglio. Io penso e spero con tutto il cuore di riuscire a regalare questo sogno ad Angri perché lo merita, perché il pubblico è spettacolare, da inizio anno ci ha dato fin troppo, quindi ora tocca a noi ricompensarli, andremo a Battipaglia con la convinzione di poter prendere questa partita e soprattutto di lottare fino all’ultimo secondo, fino all’ultima goccia di sudore, all’interno di quella partita ci sarà l’intero anno sportivo, un anno lungo, dove sono successe tantissime vicissitudini, abbiamo cambiato tante volte la squadra, che è completamente diversa da inizio anno; tutti noi siamo accomunati dal far parte di questa famiglia che si chiama Angri, forse prima della contesa chiederò ai ragazzi di ricordare tutti i sacrifici che hanno fatto durante l’anno, spero che questo sia da spunto e da monito per disputare una grande partita. Inoltre spero che domani sia una festa dello sport, spero che Battipaglia capisca che parliamo di una finale di serie C e quindi metta i giusti prezzi. Quelli applicati in gara 1 mi sono sembrati altamente fuori luogo, si parlava di 20 euro per assistere ad una partita di serie C, questi prezzi non si pagano nemmeno in serie A, quindi spero che si ritorni alla normalità e si metta un prezzo che dia a tutti la possibilità di assistere a questo match, questo è il mio augurio, spero fortemente che al di là di tutto vinca il buon senso e l’amore per questo sport!”

Biagio Casaburi

Informazioni su Biagio Casaburi

Laureando in Lingue, Letterature e Culture dell'Europa e delle Americhe presso l'Università degli Studi di Napoli "L'Orientale", dopo aver conseguito la Maturità scientifica al Liceo Classico-Scientifico "Don Carlo La Mura" in Angri. Amante dello sport e della sua terra.
Aggiungi ai preferiti : Permalink.

Commenti chiusi