Coach Costagliola: “Grazie ad Angri ed al PalaGalvani.”

Archiviata da un po’ la cocente sconfitta e l’eliminazione dai Play-offs, la Primelab Angri Pallacanestro è già al lavoro per programmare la prossima stagione, con l’obbligo ed il dovere  di riprovare il salto di categoria. La stagione agonistica 18/19 non è stata delle migliori ma è sicuramente servita a tutto l’ambiente doriano per capire i propri errori per rimediarli e ripartire più forti di prima.

Dopo aver traghettato la Primelab durante la seconda parte di stagione, riportando entusiasmo sia in squadra che in città, coach Costagliola ha voluto dichiarare:

”Gara 2 è stata unanimente riconosciuto da tutti, addetti ai lavori ed appassionati, una partita di livello superiore. Noi siamo stati perfetti nell’eseguire il nostro piano partita per tre quarti gara. Successivamente abbiamo sicuramente avuto un calo di energia fisica, nel finale ed in alcuni singoli episodi abbiamo fatto scelte più istintive che razionali, non era facile ma dovevamo esser più lucidi. È vero anche, le immagini parlano chiaro in tal senso, che in possessi importanti e decisivi a partire dagli ultimi due del terzo quarto per finire all’ultima azione dei regolamentari o quella del supplementare gli arbitri hanno visto e fischiato male condizionando purtroppo l’esito della partita. Onore comunque a Bellizzi che si è dimostrata ancora una volta squadra cinica, solida e di talento piazzando cinque triple consecutive in situazione di tiri contestati nell’ultimo e decisivo quarto.
Sicuramente la sensazione è di esser diventati più squadra. Con non poche difficoltà siamo riusciti nell’intento di riequilibrare il sistema offensivo ottenendo una maggiore distribuzione delle responsabilità così come un migliore equilibrio tra gioco in campo aperto e gioco ragionato, migliore bilanciamento tra gioco interno e perimetrale. Questa maggiore condivisione offensiva ha portato frutti anche in difesa dove la squadra ha dimostrato crescente applicazione e collaborazione. Anche sotto il profilo psicologico si è rafforzata la coesione interna, si è creata una divisione dei ruoli e delle responsabilità più matura, c’è stato un sentimento crescente verso l’obiettivo comune e non la tendenza a soddisfare solo la motivazione individuale.
Mi ha fatto molto piacere l’applauso che il pubblico ha riconosciuto alla squadra al termine della sconfitta in gara 2. In una stagione piena di vicissitudini e difficolta’ è stato un attestato di stima, un tributo alla prestazione, al lavoro svolto che la squadra meritava. È stato anche un grande gesto di maturità del pubblico che nonostante la rabbia per la partita scivolata via per episodi controversi ha dato in tal modo merito agli avversari di esser stati forti ed a noi di aver fatto il massimo possibile per centrare il risultato.”

Christian Montella.

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi