L’Angri Pallacanestro cede il passo alla Pallacanestro Salerno.

Pallacanestro Salerno – Angri Pallacanestro: 70-58 (23-19; 19-18; 19-11; 9-14)

Si ferma a quattro la striscia di vittorie consecutive dell’Angri Pallacanestro. Al PalaSilvestri di Salerno, infatti, i ragazzi di coach Costagliola incappano nella terza sconfitta stagionale contro la Pallacanestro Salerno, capace di imporsi con il risultato di 70-58. Mai in vantaggio, se non durante i primi secondi della contesa, i doriani, ancora privi di due uomini chiave come Sprude e capitan Chiavazzo, non sono riusciti a trovare la soluzioni giuste dal punto di vista offensivo, tirando con basse percentuali (38% da 2; 10% da 3; 30% dal campo) e venendo più volte imbrigliati dal sistema difensivo locale. Nonostante le defezioni, i condors hanno provato fino all’ultimo istante a rimettere in piedi la partita, dimostrando ancora una volta spirito di squadra ed abnegazioni. Non c’è tempo per leccarsi le ferite; Domenica il calendario offre un’importante occasione di riscatto: al PalaGalvani, infatti, arriva Isernia ed i condors sicuramente vorranno ripartire e, per farlo, avranno bisogno anche del popolo grigio rosso.

La partita:

Dopo il doveroso tributo alla memoria di Kobe Bryant, il match viene battezzato dal canestro di Lo Piccolo, a cui risponde subito Salvatore. Il play salernitano mette a segno 7 punti consecutivi e porta i locali avanti 7-4. Seskus e Anaekwe riportano i doriani sul -1 (7-6) ma la tripla di Dell’Aira ricarica i padroni di casa che grazie ai canestri dall’arco di De Martino ed alla fisicità sotto le plance di Sammartino e Kochev scavano un solco importante tra loro e gli ospiti. Melillo e Lo Piccolo provano a mantenere i doriani in partita, anche grazie all’apporto del nuovo arrivato Markus ma l’ennesima tripla di serata  messa a segno da De Martino chiude il primo quarto con il punteggio di 23-15.

È ancora una tripla di De Martino ad aprire il secondo quarto, a cui seguono la tripla di Filippi ed il canestro di Sammartino, con Salerno che piazza un importante break di 8-0 che vale il 31-15. Anaekwe, Seskus e Mwana Nzita si caricano la squadra e, con gioco e pazienza, riportano i condors sotto la doppia cifra di svantaggio (36-27).  Salerno però incassa ma non si disunisce e, nonostante la carica dei numerosi tifosi ospiti giunti al PalaSilvestri e la voglia di rivalsa dei doriani, chiude in vantaggio il primo tempo con il risultato di  42-33.

In avvio di secondo tempo, l’Angri si avvicina pericolosamente ai locali e grazie ai canestri di Anaekwe e Melillo arriva sul 42-37. Così come accaduto nel secondo quarto però Salerno dimostra di essere abile a reagire agli attacchi avversari; coach Menduto riorganizza la difesa dei propri ragazzi che, al contempo, ritrovano smalto e lucidità in attacco e piazzano un contro-break di 7-0 che vale il +12 (49-37), grazie soprattutto ad un Salvatore in serata di grazia. A questo punto i locali non si fermano ma alzano il ritmo della contesa e con prepotenza si impongono sugli ospiti. Il parziale di 19-11 messo a segno da Sammartino e soci suona come una sentenza per la truppa grigio rossa che, al suono della terza sirena, si trova in svantaggio per 61-44.

Ci prova l’Angri ad assottigliare lo svantaggio (61-50 al 35’) ma oramai è troppo tardi, con Salerno che si limita a gestire le offensive doriane ed a lasciar scorrere il cronometro. I ragazzi di coach Costagliola provano fino all’ultimo istante a tornare in partita, ma non c’è  nulla da fare. Alla sirena finale è la Pallacanestro Salerno a trionfare con il risultato di 70-58.

Le dichiarazioni:

Intervistato, al termine del match coach Costagliola ha dichiarato:

“Complimenti agli avversari per la vittoria frutto di una prestazione solida sotto tutti i punti di vista. Sono una squadra in crescita, esperta che sara’ sicura protagonista in questa seconda fase di stagione. Noi abbiamo pagato oltremodo le assenze dei nostri due veterani Chiavazzo e Sprude ricercando durante la gara degli equilibri difensivi ed offensivi chiaramente diversi rispetto ai nostri abituali. Oggi abbiamo ruotato in 8 con un’età media di 20,8 anni ed il gap in termini di esperienza e personalità con gli avversari è stato enorme da colmare. Nella difficoltà abbiamo anche resistito e reagito, ci sono stati due momenti ad inizio terzo quarto ed ultimo parziale che sembrava potessimo girare inerzia dalla nostra parte ma in quei frangenti o abbiamo commesso gravi ingenuità in difesa oppure siamo stati poco precisi in attacco. E’ una sconfitta che ci farà crescere e verrà utile per il futuro, a partire dalla prossima difficile gara contro Isernia.“

I tabellini:

Pallacanestro Salerno: De Martino 16; Salvatore 16; Sammartino 12; Filippi 10; Kochev 6; De Martino 5; Malpede 3; DellAira 2. Coach: Menduto.

Angri Pallacanestro: Anaekwe 16; Melillo 15; Seskus 11; Lo Piccolo 8; Mwana Nzita 6; Markus 2. Coach: Costagliola

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

 

 

Vittoria e primo posto in classifica: Angri supera Forio 104-76

Angri Pallacanestro – Forio Basket: 104-76(28-19; 25-15; 24-14; 27-30)

in un PalaGalvanigremito come nelle grandi occasioni l’Angri Pallacanestro supera con il risultato di 104-76 il Forio Basket e vola al primo posto in classifica. Al cospetto della capolista del campionato i ragazzi di coach Costagliola mettono a segno l’ennesima prova maiuscola a tutto campo della stagione, giocando una partita attenta in difesa e cinica in attacco, cosa che ha permesso a Chiavazzo e soci di portare a casa il 4° successo consecutivo e di infliggere un sonoro stop al roster isolano. La vittoria è maturata al termine di un match mai in discussione per i condors, capaci di interpretare la partita senza sbavature ed in cui il gruppo e la forza di squadra è stata la vera arma in più. Vendicata la sconfitta patita all’andata, i doriani ora sono attesi da due trasferte consecutive: la prima, Domenica 26, sul campo della Pallacanestro Cercola.

La partita:

L’avvio del match è tutto ad appannaggio dei padroni di casa; i condors approcciano benissimo al match e mettono a referto un break di 11-0 grazie ai canestri di Anekwe, Seskus e Sprude. Il canestro di Loncarevic porta i primi punti a referto in casa bianco rossa e rianima i viaggianti che, con le giocate di Di Napoli e la fisicità di Johansson, riescono a ritornare in partita (15-13). In chiusura di quarto però i doriani mettono a segno un altro importante break di 13-3 in cui va a referto tutto il quintetto doriano e che vale il 28-16. La realizzazione del gioco da 3 punti del solito Fabio Di Napoli chiude la prima frazione con il punteggio di 28-19.

Nel secondo quarto Angri aumenta ancor di più i giri nel proprio motore. I doriani imbrigliano le offensive degli ospiti grazie ad una difesa attenta, capace di non far segnare punti agli ospiti per tutta la prima metà della frazione, mentre l’attacco trova con regolarità la via del canestro avversario. Grazie ai punti di Anaekwe, Melillo e Cirillo i condors volano sul 36-19. Louisierre e Di Napoli provano a fermare l’emorragia e segnano il 36-23, ma le rotazioni di coach Costagliola permettono al quintetto doriano di avere sempre uomini sul parquet in grado di fare la differenza senza mai perdere la bontà del gioco espresso. Il divario tra i due quintetti si amplia anche grazie alla tripla di Izzo, alle continue penetrazioni di Melillo e Seskus ed allo strapotere fisico sotto le plance di Anaekwe. All’intervallo, il tabellone luminoso del PalaGalvani segna 53-34 per i padroni di casa.

Al rientro dagli spogliatoi i condors continuano a macinare gioco e punti, proseguendo sulla falsariga dei primi 20’ sia in attacco che in difesa. Forio prova a ritornare in partita grazie ai canestri dei soliti Di Napoli e Louisierre ma i condors non si scompongono e continuano con regolarità a segnare punti grazie anche dell’entrata a referto di MwanaNzita e Lo Piccolo. In chusura di quarto i condors mettono a referto un break di 9-0 che dà la definitiva spallata al match. Al 30’, Chiavazzo e compagni conducono con il risultato di 77-46.

Con un divario così ampio, gli ultimi 10’ hanno poco da raccontare. Angri si limita a gestire l’ampio e rassicurante vantaggio ottenuto grazie ad una partita attenta ed oculata. Come preventivabile, le maglie difensive si allentano così come la tensione e l’intensità. Forio ne approfitta per rendere il passivo meno amaro, con Di Napoli che è l’ultimo dei suoi a gettare la spugna; il play napoletano mette a segno 19 punti nell’ultimo parziale che però non bastano per riprendere la partita. Tra le fila dei padroni di casa, trovano il canestro anche Coppola e Palladino. La sirena finale sancisce la vittoria doriana con il risultato di 104-76.

Non può che essere soddisfatto, al termine della partita, coach Massimo Costagliola:

“Devo fare i complimenti ai miei ragazzi che hanno saputo interpretare una gara di questa importanza in maniera pressoché perfetta sul piano mentale concedendosi solo lievi distrazioni sul piano tecnico e tattico. Ci tenevamo tutti a vendicarci della sconfitta dell’andata e dimostrare a distanza di tre mesi la crescita avuta. È una vittoria pesante che ci mette sicuramente in una posizione di favore in classifica ma soprattutto ci dona ulteriore autostima, fiducia e consapevolezza che il percorso che stiamo seguendo è giusto e proficuo. Bisogna proseguire su questa strada continuando a lavorare a testa bassa pensando alla prossima gara in programma. Un ringraziamento speciale va ai nostri tifosi, oggi più calorosi che mai. Mi fa piacere che questa squadra composta da bravi ragazzi sia entrata  nei loro cuori, questa sinergia ci regala forza per fare bene e motivazioni supplementari.”

I tabellini:

Angri Pallacanestro: Sesksus 24; Anaekwe 23; Melillo 14; Sprude 10; Izzo 8; Lo Piccolo 6; Cirillo 5; MwanaNzita 4; Chiavazzo 4; Coppola 3; Palladino 3; Nicolaio. Coach: Costagliola

Forio Basket: Di Napoli 38; Louisierre 15; Johansson 11; Conforto 3; Loncarevic 3; Nicolella 2; Polito 2; Sorrentino 2; Riccio; Iacono; Gonda. Coach Iovino.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

 

Angri, al via il girone di ritorno: al PalaGalvani arriva la capolista Forio

Prende il via questo fine settimana il girone di ritorno del campionato di Serie C Gold. L’Angri Pallacanestro ospiterà il Forio Basket per la prima gara della seconda parte del campionato, tra le mura amiche del PalaGalvani, con la palla a due che verrà alzata Domenica 19 Gennaio alle ore 16:30. Dirigeranno il match il 1° arbitro, sig. Paolo Carotenuto di Scafati (SA) ed il 2° arbitro, sig. Giovanni Morra di San Giorgio a Cremano (NA)
Nella gara d’esordio stagionale a campi invertiti, furono gli isolani ad aggiudicarsi la vittoria in un match vibrante e combattuto, risoltosi all’overtime con il risultato di 84-82. Un motivo in più per cercare di imporsi contro la squadra che, ad oggi, occupa la prima posizione in classifica, con 20 punti all’attivo, due in più del roster doriano che, dopo la vittoria di Domenica scorsa e la contemporanea sconfitta di Agropoli sul campo di Bellizzi, staziona al secondo posto.  La vittoria contro Catanzaro, la terza consecutiva dopola caduta casalinga contro Irpinia, ha esaltato le buone qualità sia difensive che offensive della banda Costagliola ed è stata importante perché è arrivata contro un avversario ostico. Ora però bisognerà compattarsi ancora di più per provare a battere un avversario prestigioso come Forio. Bisognerà prestare particolare attenzione a tutto il roster allenato dall’ex Luigi Iovino che, così come all’andata, potrebbe giocare un brutto scherzo a capitan Chiavazzo e compagni, i quali, dal canto loro, vogliono inanellare la quarta vittoria consecutiva ed ottenere una vittoria prestigiosa in un match importante.
Il roster biancorosso annovera tra le proprie fila atleti forti ed in grado di cambiare le sorti della sfida in qualsiasi momento: l’ala piccola Louisierre e la guardia Gianmarco Sorrentino sono i migliori marcatori del roster, rispettivamente con 192 e 123 punti segnati fino ad ora. La regia della squadra è affidata all’ex Di Napoli che, per la prima volta, torna al PalaGalvani da avversario, mentre sotto le plance svettano Loncarevic ed il nuovo arrivato Jacob Johansson che, dopo aver iniziato la stagione in Serie A svedese, è tornato a vestire la maglia con cui l’anno scorso si è imposto nel campionato di Serie C Silver. Sarà dunque una partita equilibrata, dalla posta in palio elevata e tra due delle migliori realtà della pallacanestro campana.

È dello stesso avviso anche il play doriano, Demantas Seskus. Il cestista lituano si sta rivelando un vero e proprio valore aggiunto ad un roster di livello ed è pronto per il big-match di Domenica:

“Prima della stagione tutti dicevano che siamo una squadra giovane senza esperienza, ma con il lavoro di squadra abbiamo mostrato a tutti che possiamo competere con ogni squadra del nostro campionato; ovviamente abbiamo ancora molto da imparare, ma se ci concentreremo sul nostro lavoro, sul nostro essere famiglia fino alla fine della stagione, il prosieguo della stagione può rivelarci diverse sorprese. Per quanto riguarda Domenica, abbiamo il desiderio di rifarci della sconfitta patita un girone fa e ciò ci darà la carica giusta per affrontare il match,oltre al lavoro che, quotidianamente, svolgiamo in palestra. Dobbiamo preparare la nostra mente, la nostra tattica e giocare la nostra miglior pallacanestro per vincere. E naturalmente abbiamo bisogno dei nostri tifosi che sono certo saranno il nostro sesto uomo in campo. Insieme possiamo fare qualsiasi cosa!”Appuntamento dunque Domenica, alle ore 16:30.

 

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.