Alex Lo Piccolo è un nuovo giocatore dell’Angri Pallacanestro

L’ A.S.D. Angri Pallacanestro comunica di aver raggiunto un accordo, per le prossime due stagioni sportive, con l’atleta classe 2000 Alex Lo Piccolo.
Nato a Genova, Alex è una guardia che sa destreggiarsi bene anche nel ruolo di playmaker. Inizia a praticare la pallacanestro nel centro minibasket del suo paese di origine, Diano Marina, ma ben presto si trasferisce al Riviera Basket dei Fiori Imperia dove percorre la trafila delle giovanili sino all’Under18 ed esordisce a soli 15 anni, nella stagione 15/16, nella prima squadra militante in serie D. Nel 2017/18 il trasferimento alla Pallacanestro Vado Ligure, dove disputa per due anni consecutivi i campionati di eccellenza Under 18 e Serie C Silver migliorando costantemente le sue prestazioni: nella stagione 2017/18 produce, in 29 gare di U18 Eccellenza, 8.4 punti di media, mentre in 25 partite di C Silver segna 150 punti per una media di 6 a gara. Nella stagione 2018/19 raddoppia la sua produzione in C Silver, collezionando 11,8 punti di media in 22 gare giocate mentre nel difficile girone piemontese lombardo di U18 Eccellenza a cui la formazione ligure partecipa segna 413 punti per una media gara di 12,9 in 32 partite giocate. Con la squadra di Vado Ligure in U18 partecipa per due anni consecutivi alla fase interzona, arrivando lo scorso anno ad un passo dalla finale nazionale, sfuggita nello spareggio contro la Virtus Bologna, mentre nel campionato di C Silver raggiunge per due volte le semifinali playoff promozione.

A fine giugno viene invitato ad Angri per un raduno di prova dove le sue doti fisiche  e tecniche, in aggiunta alle fortissime motivazioni dimostrate convincono tutto lo staff tecnico-dirigenziale a dargli un posto in squadra.

Coach Massimo Costagliola ci presenta le sue caratteristiche:

“Alex è un attaccante che ha nella capacità di trovare il canestro in vari modi la sua qualità principale. Bravo in 1vs1 ed in situazioni di campo aperto, in questi fondamentali abbina un cambio di passo notevole ad una buona creatività. Può diventare un ottimo giocatore di pick&roll, dove deve migliorare la capacità di creare per gli altri, così come un ottimo difensore sulla palla grazie alla sua velocità di piedi e di mani. Nella nostra squadra avrà inizialmente il ruolo del “guastatore” capace di entrare dalla panchina, produrre punti e sprigionare energia difensiva alzando il ritmo gara.”

Queste le prime parole di Alex nelle nuove vesti di cestista doriano:

“Ho scelto Angri perché quando sono stato giù per i tre giorni in prova sono rimasto colpito da un ambiente davvero molto ospitale, una città dove si respira passione per la pallacanestro. Sono rimasto favorevolmente impressionato dalla chiarezza di obiettivi societari oltre che dalla competenza dello staff tecnico.
Spero per la prossima stagione di fare grandi miglioramenti individuali e di riuscire ad aiutare la squadra a raggiungere i massimi traguardi possibili”.

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

Nuovo rinforzo per l’Angri Pallacanestro: alla corte dei Doria arriva Noah Mwananzita.

L’ A.S.D. Angri Pallacanestro comunica con estremo piacere di aver raggiunto un accordo, per le prossime due stagioni sportive, con l’atleta Noah Joseph Mwananzita, cestista di ruolo ala/pivot.
Nato in Congo il 2/08/2000, Noah si trasferisce in Italia nelle Marche all’età di 16 anni. Pochi mesi dopo il suo arrivo in Italia, viene notato dai responsabili tecnici dell’Aurora Basket Jesi, Massimo Costagliola e Salvatore Cagnazzo, che lo invitano a giocare a basket. Noah accetta la sfida palesando subito una naturale predisposizione al gioco grazie anche ai suoi mezzi fisici importanti. Le pratiche di tesseramento non si esplicano in tempo utile per farlo partecipare con i coetanei alle finali nazionali U16eccellenza ma, dalla stagione 2016/17, inizia regolarmente il suo percorso di formazione giovanile partecipando con la società marchigiana ai vari campionati di eccellenza Under18 e maturando nello stesso tempo importanti esperienze nei campionati senior di Serie C Silver con le società satellite della Virtus Jesi e dell’Aesis 98’. La sua maturazione fisica e tecnica lo spingono repentinamente ad entrare a far parte della prima squadra dell’Aurora Basket Jesi militante in serie A2 dove, nell’ultima stagione, rientra stabilmente e con costanza nei dieci uomini a disposizione di coach Cagnazzo. In A2 esordisce il 14/10/2018 contro l’Assigeco Piacenza e nella stessa gara firma i suoi primi punti in categoria.

Adesso la scelta condivisa con la società Aurora Basket Jesi di iniziare ad Angri in C Gold il suo percorso da professionista lontano dalla società dove ha mosso i primi passi nel mondo della pallacanestro, cosa che lo aiuterà a maturare un’esperienza importante sotto tutti i punti di vista.

Queste le prime parole di Noah nelle vesti di nuovo Condor:

“Quando sono stato ad Angri per il raduno a fine Giugno ho percepito una grandissima passione della città per la pallacanestro ed ho avuto la sensazione di vivere in una grande famiglia. Questi aspetti hanno conquistato il mio cuore e sono stati determinanti per la mia scelta.
Per la prossima stagione ho molte aspettative, voglio crescere come giocatore e come persona ma soprattutto desidero contribuire con i miei nuovi compagni di squadra al raggiungimento di importanti risultati di squadra.
Mi hanno raccontato che i tifosi di Angri sono speciali, a loro prometto di dare sempre il massimo e combattere su ogni palla con tutto il cuore.”

Queste le dichiarazioni di coach Massimo Costagliola:

“È un piacere poter riabbracciare Noah e poter contribuire dopo averlo iniziato alla pratica a questa ulteriore fase di crescita della sua vita. È un atleta dalle qualità fisiche sicuramente sopra la media rispetto alla categoria. Dovra’ affinarsi tecnicamente e strutturarsi tatticamente ma la sua tenacia ed ambizione ci spingono a pensare che possa fare enormi progressi individuali e possa esser di grande supporto alla squadra.”

Il roster per la prossima stagione sta andando a completarsi e Noah è l’ennesimo innesto di qualità che la società ha inserito all’interno del team doriano. Il mosaico è quasi completo e tutte le tessere stanno andando al posto giusto.

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

L’Angri Pallacanestro si rinforza sotto le plance: alla corte di coach Costagliola arriva Kalvis Sprude.

L’A.S.D. Angri Pallacanestro è lieta di annunciare l’ingaggio del cestista lettone Kalvis Sprude.

Kalvis Sprude nasce nel 1987 a Kuldiga, piccolo paese della Lettonia. Inizia a giocare nella sua città natale prima di trasferirsi, all’eta’ di 15 anni, a Riga, nel principale settore giovanile lettone dove vince diversi titoli nazionali giovanili ed esordisce nella massima categoria all’età di 18 anni. Partecipa con la nazionale lettone negli anni ai campionati europei giovanili u16-u18-u20, affermandosi come uno dei prospetti più interessanti della nazione. A 21 anni il passaggio al Liepaja, club partecipante alla Baltic League ma qui, a metà stagione contro lo Zalgiris Kaunas, un brutto infortunio lo ferma nella sua crescita per circa un anno.  Successivamente inizia il suo tour europeo che tocca prima la Spagna dove gioca in Leb Oro per una stagione, poi la Germania dove milita in serie Pro B ad Hannover per 3 anni. Conosce l’Italia ad Aosta dove, per esigenze extracestistiche, risiede per due anni prima di accettare nel 2017/18 la proposta del Basket Team Mortara in CGold Lombardia; qui conduce la squadra alle semifinali promozione collezionando in 31 minuti di gioco 14, punti per gara con le seguenti medie al tiro: 51% da 2, il 45% da 3 ed il 77% ai liberi, a cui si aggiungono 9 rimbalzi di media ed una valutazione media di 17.64 per gara. L’ottima stagione lo spinge ad accettare, nella scorsa estate, l’offerta della Pallacanestro Fiorenzuola in C Gold Emilia. Anche qui la corsa della squadra si ferma alle semifinali promozione nonostante il miglioramento delle sue performance personali. In Emilia colleziona 15 punti per gara con le seguenti medie al tiro: 56% da 2, il 53% da 3 ed il 71% ai liberi a cui si addizionano 7 rimbalzi di media ed un totale di valutazione di 18,40 per gara. Le sue ultime stagioni italiane hanno affermato Kalvis come uno degli stranieri più efficaci dell’intera categoria al punto da attirare l’attenzione del club angrese. 

Questa la presentazione dell’atleta da parte di coach Massimo Costagliola: 

“L’ala forte nella pallacanestro moderna rappresenta un ruolo chiave per la lettura delle situazioni offensive e difensive. Noi cercavamo un atleta dotato di ottima conoscenza del gioco, capace offensivamente di avere una doppia dimensione interna e perimetrale , difensivamente dotato di mobilità di piedi e duttilità mentale. Pensiamo di aver trovato in Kalvis queste qualità. Se aggiungiamo il suo forte desiderio di vivere una esperienza al Sud, la preferenza palesata verso la nostra società rispetto ad offerte anche più importanti economicamente provenienti da altri club siamo sicuri di aver fatto la scelta giusta e siamo convinti che Kalvis per le sue qualità caratteriali diventerà in breve tempo uno degli idoli del nostro caloroso pubblico”. 

Queste le prime parole di Kalvis in grigiorosso: 

 “Ho scelto Angri perché parlando con il coach ho avuto un’ottima impressione su di lui e sul progetto di squadra che mi ha presentato.  Mi piacciono le sfide e sono curioso di conoscere un nuovo stile di vita in una parte d’Italia che non conosco e che tutti elogiano come magnifica. Nello sport l’obiettivo di partenza non può esser che la vittoria ma mi rendo conto che dobbiamo essere umili, lavorare con i piedi ben saldati a terra e fare un passo alla volta per vedere dove ci porta la stagione.”

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

È Simon Anaekwe il primo volto nuovo dell’Angri Pallacanestro 19/20.

L’A.S.D. Angri Pallacanestro è lieta di comunicare la sottoscrizione di un accordo biennale con l’atleta Simon Obinna Anaekwe.

Simon nasce a Ibadan (Nigeria) il 18/10/2001, è alto 205 cm ed inizia a giocare all’età di 13 anni nel proprio paese di origine. Nella stagione 2016/17 viene reclutato dalla Pallacanestro Vado Ligure, società dove inizia il suo percorso giovanile per ottenere la formazione italiana. Simon brucia rapidamente le tappe della sua preparazione e già nelle ultime due stagioni si afferma come uno dei centri più promettenti ed incisivi dell’intero panorama giovanile italiano.
Nello stesso tempo acquista sempre più esperienza di gioco e consapevolezza dei suoi mezzi giocando anche in C Silver Ligure.

Le statistiche testimoniano la sua costante crescita: nella stagione 2017/18 in C Silver sigla 6.9 ppg+ 7.5 rimbalzi a partita, cifre maggiorate in U18 eccellenza dove Simon mantiene una media di 10.4 ppg + 12 rimbalzi. Nell’ultima stagione, in C Silver fattura 10.8 pt + 9 rimbalzi mentre in U18 ECC costanti sono le sue doppie doppie in gara e chiude la stagione con una media di 11.3 pt e 13 rimbalzi ad allacciata. Le sue doti fisiche gli permettono di poter esser un fattore difensivo importante, il suo carattere ambizioso e determinato ne fa un grande lavoratore, dedito al sacrifico ed allo spirito di squadra. A coach Costagliola ed al suo staff il compito di accompagnarlo ulteriormente nella crescita tecnico-tattica, aspetti che se migliorati potrebbero proiettarlo ben presto verso una carriera professionistica importante e far divertire, nell’immediato futuro, i tifosi doriani.

Questa la dichiarazione di Stefano Dellacasa, dirigente responsabile della Pallacanestro Vado Ligure:

“Siamo ben contenti di far proseguire il percorso di crescita di Simon alla corte di coach Costagliola che abbiamo molto apprezzato nei suoi anni trascorsi da noi in Liguria. Sarebbe molto bello che la crescita del ragazzo e della sua nuova società proseguissero di pari passo consentendo in futuro il consolidamento di questa nuova collaborazione.”

La soddisfazioni traspare anche dalle parole del presidente dell’Angri Pallacanestro, Alfonso Campitiello:

Ringraziamo in primis la società Vado Ligure, nella figura di Stefano Dellacasa che ci ha affidato in cura Simon, uno dei più promettenti prospetti di tutto il panorama cestistico nazionale. L’abbiamo voluto fortemente ed ora non vediamo l’ora di vederlo in azione, per far vedere anche al nostro pubblico di che pasta è fatto questo atleta che, lo ricordo, è solamente un 2001. Siamo orgogliosi di avere tra le nostre fila un cestista delle sue qualità e siamo sicuri che, grazie alla preparazione del nostro staff tecnico, Simon accrescerá il suo bagaglio tecnico-tattico. Inoltre, con questa operazione, dimostriamo il nostro desiderio di continuare la nostra politica di collaborazione con società di tutta la penisola, attive da anni nel settore. Simon è un operazione importante ed è il primo tassello di un mosaico che, una volta finito, ci porterà ad avere un roster giovane e competitivo. Benvenuto Simon!”

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

 

Marco Melillo riconfermato per la stagione 2019/2020!

Botto di mercato per l’A.S.D. Angri Pallacanestro che riconferma all’interno del proprio roster uno dei migliori talenti di tutto il panorama cestistico campano. Si tratta di Marco Melillo, guardia classe 1999, che si appresta oramai a vestire la casacca grigio rossa per la terza stagione consecutiva e dunque ad essere uno dei punti fermi del roster agli ordini di coach Costagliola. Marco si è, fin da subito, fatto apprezzare da tutti i tifosi doriani per l’attaccamento alla maglia, per il suo talento e per le sue giocate che, in molte occasioni, sono state importanti e decisive.

I numeri delle passate stagioni in maglia doriana sono eloquenti: per lui, da quando calca il parquet del PalaGalvani, sono 320 i punti realizzati in totale, con 9.2 ppg, a dimostrazione di come Marco, dal 2017 ad oggi, si sia ritagliato spazi sempre più importanti ed abbia retto il peso della pressione anche in momenti concitati della stagione.

La sua riconferma costituisce l’ennesima base su cui, la dirigenza doriana, sta progettando di costruire il roster della prossima stagione, un roster giovane ma che saprà certamente far divertire il pubblico doriano.

Dopo la conferma, ecco le parole del giovane cestista doriano:

“Sono molto contento ed orgoglioso di poter continuare a far parte dell’Angri Pallacanestro e di poter proseguire un progetto iniziato con coach Costagliola. Dopo aver deciso la mia permanenza qui, non vedo l’ora di ricominciare, sperando di poter dare alla società ed ai tifosi le soddisfazioni che meritano per la passione e l’impegno che profondono quotidianamente. Personalmente, assicuro che giocherò sempre con impegno e con massima dedizione per questa maglia che mi ha dato tanto e che, quest’anno, può darmi ancora di più. Bisognerà creare la giusta alchimia, la giusta collaborazione ed il giusto spirito di squadra per far sì che tutti riescano ad esprimersi al massimo delle proprie potenzialità. Ci vediamo presto, Forza Angri!”

Anche coach Costagliola si è espresso in merito alla permanenza di Marco ad Angri:

“Sulla conferma di Marco non abbiamo avuto alcun dubbio. È un ragazzo che si è fatto apprezzare da tutto l’ambiente per la sua serietà e per la sua disciplina, è l’esempio di chi lascia parlare i fatti piuttosto che le parole. Tecnicamente è un giocatore completo, che dal punto di vista offensivo trova nel tiro la sua arma principale. Tatticamente, invece, può giocare sia nel ruolo di play che di guardia, a seconda che si vogliano far prevalere le sue qualità razionali di gestore del gioco oppure i suoi istinti realizzativi. Noi, di partenza, lo vediamo più nel secondo ruolo, sarà la nostra guardia titolare e siamo sicuri che sarà in grado di sostenere questa responsabilità compiendo un definitivo salto di qualità nel corso della stagione.”

 

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

CHIAVAZZO 2.0; è lui il primo tassello del roster doriano per la stagione 19/20.

Dopo la conferma di Massimo Costagliola come head coach della prima squadra, a cui si aggiunge anche il ruolo di Responsabile Tecnico-Organizzativo di tutto il settore giovanile, l’Angri Pallacanestro continua la sua opera di avvicinamento al prossimo campionato di Serie C Gold e lo fa partendo dalle conferme dei cestisti che già lo scorso anno hanno calcato il parquet del Palagalvani. In tal’ottica,la società doriana è lieta di annunciare la prosecuzione del rapporto con la guardia angrese Francesco Chiavazzo che, dunque, continuerà ad indossare la maglia della sua città.

Nato e formatosi cestisticamente ad Angri, solamente lo scorso anno Chiavazzo è riuscito a sposare la causa della prima squadra della sua città. Nonostante ciò, egli ha fin da subito giocato con passione e determinazione, diventando un punto fermo all’interno dello spogliatoio ed idolo di tutto il pubblico doriano. Chiavazzo si è guadagnato la stima dei suoi tifosi grazie alle sue eccellenti prove ed alle sue indubbie qualità morali e cestistiche, cosa che lo ha reso un esempio soprattutto per i cestisti più piccoli. Francesco rivestirà dunque un ruolo chiave all’interno del nuovo progetto doriano: in prima squadra sarà una delle chiocce del gruppo, mentre in ambito giovanile continuerà ad allenare i gruppi under della società. Una responsabilità importante ma che ben si coniuga con la sua professionalità e con la sua voglia di mettersi sempre in discussione.

Raggiunto telefonicamente, il cestista doriano ha dichiarato:

“Giocare per la mia città non penso abbia bisogno di aggettivi, ma é il propulsore che mi farà andare ogni giorno in palestra e dare il mio 101%. L’anno scorso é stata un annata non semplice, ma alla fine abbiamo giocato con grinta e voglia la nostra serie Play off.

Da quest’anno mi aspetto un coinvolgimento da parte di squadra tifosi e società, perché se riuscissimo a creare l’alchimia giusta  ci sarà da divertirsi.

Il compito da allenatore sarà allo stesso modo arduo, quello che posso garantire é che cercherò di trasmettere la mia passione, la mia voglia e le mie conoscenze ad ogni singolo ragazzo e spero si innamorino di questo sport come lo sono io. Ci vediamo presto, FORZA ANGRI!”

 

Christian Montella.

Ufficio stampa A.S.D. Angri Pallacanestro.

Angri Pallacanestro e coach Massimo Costagliola ancora insieme!

L’A.S.D.  Angri Pallacanestro è lieta di comunicare l’accordo raggiunto per le prossime tre stagioni sportive con coach Massimo Costagliola di Fiore. Coach Costagliola sarà il capoallenatore della squadra militante in C Gold, avrà il ruolo di Responsabile Tecnico-Organizzativo del Settore Giovanile – Minibasket e, nell’ambito di questo impegno, seguirà in prima persona alcune squadre del settore giovanile.

Subentrato nel finale della scorsa stagione per risollevare le sorti del team angrese, coach Costagliola è stato apprezzato per le sue qualità morali, per le competenze tecniche e la professionalità dimostrate.

La riconferma è diventato cosi un processo naturale a cui le parti hanno dato seguito con grande piacere reciproco. Il coach di origini sorrentine è stato ritenuto il profilo ideale per raggiungere nel tempo l’obiettivo di far diventare Angri un punto di riferimento del basket giovanile campano e nazionale.

La sua esperienza nel ramo è garanzia di buon lavoro; nel corso della sua carriera da professionista ha sempre lavorato in modo oculato e brillante in settori giovanili di prima fascia a livello nazionale raggiungendo ben cinque finali nazionali giovanilie contribuendo alla formazione tecnica ed umana di diversi atleti militanti adesso in Serie A2 e Serie B.

Un progetto ambizioso quello doriano che ben si sposa con le sue principali qualità.

CURRICULUM- Classe 1977 ed originario di Sorrento, laureato in legge ed abilitato alla professione di Avvocato, coach Costagliola inizia ad allenare ben presto all’età di 20 anni nella Penisola Basket Sorrento dove accumula esperienza sia a livello giovanile che a livello senior, conducendo la squadra di serie D ai playoff promozione in serie C per ben due occasioni. Nel 2004 nasce il bisogno di mettersi in discussione e la scelta di fare esperienza al di fuori dei confini amici; Torre Annunziata (serie D), Cava de Tirreni (giovanili eccellenza) e Basket Team Stabia (giovanili eccellenza) le tappe del suo tour campano prima della svolta verso la carriera professionistica.

Nella stagione 2007-08 smette i panni di Avvocato per indossare stabilmente quelli di Coach accettando la proposta del Basket Pool 2000 Loano, società da sempre ottima fucina di giovani. Il periodo ligure dura ben cinque stagioni in cui si sprecano i titoli regionali giovanili vinti e le interzona conquistate. A livello seniores spiccano la vittoria del campionato di serie C con una squadra composta prevalentemente dagli Under 19, la salvezza nel 2011 In  C Nazionale con la stessa ossatura di squadra, la nuova finale promozione raggiunta nel 2013 con un nuovo ciclo di ragazzi. A livello giovanile, invece, le memorie più belle sono nelle finali nazionali Under17 del 2011e quelle del 2013 allorquando la squadra ligure raggiunse i quarti di finale entrando nelle prime 8 squadra d’Italia. .

Nel 2013inizia il triennio da Responsabile del Settore Giovanile all’Aurora Basket Jesi, storica società del panorama di A2 nazionale. Anche qui finali nazionali giovanili raggiunte in ben tre occasioni, nella stagione 2014-15 con gli Under19 Elite, nella stagione 2015-16 con gli Under16 Eccellenza e con gli Under20 Elite dove i sogni di fermano nuovamente ai quarti di finale scudetto.

Dal 2016 sino al recente 15 Giugno un ulteriore esperienza pluriennale maturata nel settore giovanile del Basket Femminile Stabia dove, oltre a seguire nel tempo le varie compagini giovanili, coach Costagliola allena la serie B nella stagione 2017-18. Da Febbraio l’incarico diventa non in esclusiva con la guida dell’Angri Pallacanestro di C Gold e si chiude con grande gioia con la conquista con le sue piccole del titolo regionale Under13.

DICHIARAZIONI- Ecco le prime parole di Costagliola da neo-coach doriano:

“Una frequentazione di 3 mesi che abbiamo deciso di comune accordo di far diventare un fidanzamento di almeno 3 anni. Ho apprezzato l’ambizione della società, la passione della gente e la potenzialità della piazza angrese. Sono onorato e responsabilizzato per un incarico così importante e gravoso, sicuramente molto contento di poter tornare a lavorare ad un progetto giovanile maschile. Chiedo fiducia a tutto l’ambiente sicuro di poter raggiungere nel tempo soddisfazioni importanti insieme. Stiamo costruendo una prima squadra che sono sicuro farà divertire ed emozionare tutti. Una squadra che sarà un buon esempio per i ragazzi del settore giovanile, che accenderà i sogni dei bambini che si avvicineranno a questo gioco nel Minibasket.”

Parole di orgoglio e soddisfazione anche da parte del presidente dell’Angri Pallacanestro, Alfonso Campitiello:

“Siamo felici di annunciare il rinnovo dell’ avvocato Costagliola per un progetto pluriennale, il lui vedremo una figura unica, come direttore tecnico dell’intero progetto Angri pallacanestro, da headcoach della serie C passando per allenare alcuni gruppi evoluti delle giovanili fino a supervisore e coordinamento di tutto il gruppo AP junior e minibasket . Siamo sicuri che possa essere una persona in grado di poter condurre positivamente questo arduo compito, con L obiettivo di far crescere tutti i nostri ragazzi, attraendo anche ragazzi dalle società più importanti d Italia, per diventare il polo cestistico, il punto di riferimento più importante della nostra zona. Devo dire inoltre che sin da subito si è creata una grossa sinergia con il nostro Ds Tony Benincasa per formare buoni gruppi giovanili ed una squadra che dirà la sua in C-gold.”

 In bocca al lupo coach!

 

Christian Montella.

Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

Coach Costagliola: “Grazie ad Angri ed al PalaGalvani.”

Archiviata da un po’ la cocente sconfitta e l’eliminazione dai Play-offs, la Primelab Angri Pallacanestro è già al lavoro per programmare la prossima stagione, con l’obbligo ed il dovere  di riprovare il salto di categoria. La stagione agonistica 18/19 non è stata delle migliori ma è sicuramente servita a tutto l’ambiente doriano per capire i propri errori per rimediarli e ripartire più forti di prima.

Dopo aver traghettato la Primelab durante la seconda parte di stagione, riportando entusiasmo sia in squadra che in città, coach Costagliola ha voluto dichiarare:

”Gara 2 è stata unanimente riconosciuto da tutti, addetti ai lavori ed appassionati, una partita di livello superiore. Noi siamo stati perfetti nell’eseguire il nostro piano partita per tre quarti gara. Successivamente abbiamo sicuramente avuto un calo di energia fisica, nel finale ed in alcuni singoli episodi abbiamo fatto scelte più istintive che razionali, non era facile ma dovevamo esser più lucidi. È vero anche, le immagini parlano chiaro in tal senso, che in possessi importanti e decisivi a partire dagli ultimi due del terzo quarto per finire all’ultima azione dei regolamentari o quella del supplementare gli arbitri hanno visto e fischiato male condizionando purtroppo l’esito della partita. Onore comunque a Bellizzi che si è dimostrata ancora una volta squadra cinica, solida e di talento piazzando cinque triple consecutive in situazione di tiri contestati nell’ultimo e decisivo quarto.
Sicuramente la sensazione è di esser diventati più squadra. Con non poche difficoltà siamo riusciti nell’intento di riequilibrare il sistema offensivo ottenendo una maggiore distribuzione delle responsabilità così come un migliore equilibrio tra gioco in campo aperto e gioco ragionato, migliore bilanciamento tra gioco interno e perimetrale. Questa maggiore condivisione offensiva ha portato frutti anche in difesa dove la squadra ha dimostrato crescente applicazione e collaborazione. Anche sotto il profilo psicologico si è rafforzata la coesione interna, si è creata una divisione dei ruoli e delle responsabilità più matura, c’è stato un sentimento crescente verso l’obiettivo comune e non la tendenza a soddisfare solo la motivazione individuale.
Mi ha fatto molto piacere l’applauso che il pubblico ha riconosciuto alla squadra al termine della sconfitta in gara 2. In una stagione piena di vicissitudini e difficolta’ è stato un attestato di stima, un tributo alla prestazione, al lavoro svolto che la squadra meritava. È stato anche un grande gesto di maturità del pubblico che nonostante la rabbia per la partita scivolata via per episodi controversi ha dato in tal modo merito agli avversari di esser stati forti ed a noi di aver fatto il massimo possibile per centrare il risultato.”

Christian Montella.

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Dentro o fuori: la Primelab Angri Pallacanestro è pronta per Gara 2. Dimitriu: “daremo tutto.”

Ripartire. È questa la parola d’ordine che circola nell’ambiente doriano in vista di Gara 2 contro il Basket Bellizzi, in programma Domenica 28 Aprile al PalaGalvani di Angri. Palla a due alle ore 18:30. Dirigeranno il match il arbitro, sig. Cosimo Grieco di Matera ed il 2° arbitro, sig. Umberto Giambuzzi di Ortona.

Gara 1 ci ha consegnato una sfida equilibrata e vibrante, con le due squadre che hanno lottato su ogni pallone ed hanno dato vita ad uno scontro degno della splendida cornice di pubblico. Purtroppo, proprio nel momento più decisivo, i ragazzi di coach Costagliola si sono disuniti ed hanno ceduto il passo ai padroni di casa, abili nel trovare cinismo e solidità sotto le plance. C’è il rammarico per una vittoria che poteva essere importantissima, ma resta la consapevolezza di aver giocato una grande partita che, certamente, ha dato linfa e voglia in questi giorni di allenamento. In un PalaGalvani che si prospetta infuocato, Forino e compagni proveranno a pareggiare la serie per giocarsi il tutto per tutto in gara 3.

In vista del match di Domenica, ecco le dichiarazioni di Dimitriu che, in gara 1, uscito dalla panchina ha dato un notevole apporto ai suoi compagni:

“Giochiamo contro una squadra che in molti hanno accreditato con i favori del pronostico già dalla prima parte di questa stagione. Giocano un ottimo basket, hanno qualità individuali ma sempre all’interno di un gioco corale. Mi aspetto una gara difficile come quella di Mercoledì ma allo stesso tempo alla nostra portata. Abbiamo avuto 72 ore di tempo per leccarci le ferite e riprendere le forze necessarie per portare a casa la vittoria; siamo in netta crescita, esponenziale oserei dire, ma non c’è più tempo per tanta filosofia, dobbiamo solo pensare a restare per 40 minuti concentrati ed uniti e mettere in pratica ciò che abbiamo preparato. Sono molto fiducioso, sono convinto che ognuno dei miei compagni di squadra avrà qualcosa in più da dare, qualcosa da dimostrare. Spero sia un match entusiasmante come gara 1, con una cornice di pubblico che si diverta a guardare una bella partita di pallacanestro e che sappia dare il giusto apporto per raggiungere un obiettivo che alla fine è quello di tutti, di tutta Angri, quella che crede in un gruppo di ragazzi che, con sudore e sacrifici, sono in campo a combattere anche per loro.

Ci sono 3 frasi di Michael Jordan che se messe insieme riescono a spiegare il nostro cammino fino a questi playoff: “Posso accettare la sconfitta, tutti falliscono in qualcosa. Ma non posso accettare di rinunciare a provarci; passo dopo passo, non conosco altra maniera per raggiungere i successi…Alcune persone vogliono che accada, alcune desiderano che accada, altri lo fanno accadere.”

Domenica, noi dovremo essere quegli “altri”.”

Christian Montella.

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Primelab Angri Pallacanestro sconfitta in trasferta: Gara 1 va al Basket Bellizzi.

Basket Bellizzi-Primelab Angri Pallacanestro: 70-65 (19-17; 16-15; 14-17; 21-16)

Gara 1 amara per la Primelab Angri Pallacanestro. Nel primo round dei Quarti di Finale dei Playoffs, i ragazzi di coach Costagliola non riescono nell’impresa di battere i padroni di casa del Basket Bellizzi che si aggiudicano la partita col punteggio di 70-65. Nella solita, encomiabile cornice di pubblico del PalaBerlinguer, le due squadre danno vita ad uno scontro vibrante ed emozionante, con la partita che rimane in equilibrio sino al 30’. L’ultimo quarto segna l’allungo decisivo da parte dei gialloblù, con i condors che si disuniscono e non continuano sulla falsariga dei primi tre quarti. Ora la serie è in discesa per i ragazzi di coach Sanfilippo mentre Forino e compagni dovranno tentare di riportare la sfida in parità Domenica 28 Aprile, sul parquet amico del PalaGalvani, per gara 2.

I quintetti:

Basket Bellizzi: Trapani; Stonkus; Esposito; Di Mauro; Malalu.

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Chiavazzo; Hankerson; Forino; Zeneli.

La partita:

Il match che inaugura la serie più interessante ed equilibrata del tabellone si apre con due bombe, una per parte, targate Forino e Trapani. Bellizzi schiaccia subito il piede sull’acceleratore e si porta sul +5 (8-3) grazie ai canestri di Stonkus e Di Mauro. Zeneli prova a scuotere i suoi, ma l’avvio è a totale appannaggio dei padroni di casa che vanno a canestro con tutti gli uomini sul parquet ed al 4’ di gioco si trovano avanti col punteggio di 16-5. Angri però reagisce e, nella seconda parte di quarto, serra le linee difensive e trova continuità in attacco grazie ai canestri di Hankerson, Chiavazzo e Forino. L’1/2 dalla lunetta di Hankerson chiude il primo quarto con il punteggio di 19-17.

Il secondo quarto viene battezzato dalla tripla di Dimitriu, a cui segue il canestro di Melillo per il 19-22 Angri. Di Mauro pareggia i conti dalla lunga distanza ma dopo poco è ancora Dimitriu dal perimetro a portare i suoi sul +3. Cimminella segna da solo un mini parziale di 0-5 che vale il 23-30, ma la tripla di Trapani  ed il canestro di Stonkus riportano i padroni di casa sul -2 (28-30). Cimminella riporta la Primelab avanti di 4, ma il Basket Bellizzi non ci sta ed in chiusura di quarto segna un break di 7-0 che chiude il primo tempo con i padroni di casa avanti per 35-32.

Il secondo tempo si apre con l’appoggio di Zeneli . Esposito inizia a carburare e segna la tripla del +4, ma i ragazzi di coach Costagliola entrano in campo con un piglio diverso e con continuità e ritmo segnano un break di 0-6 in un momento determinante del quarto e si portano sul 38-40. Quarto che però non regala particolari emozioni ai tifosi, con entrambe le squadre che si studiano e si riservano per l’ultimo, determinante, parziale. Al 30’, il tabellone del PalaBerlinguer recita 49-49,

Ultimo quarto decisivo per le sorti del match: lo apre Malalu, risponde Cimminella. Bellizzi sembra averne di più, ed infatti Di Marco e compagni segnano un parziale di 6-0 che li porta sul 57-51. Zeneli prova a frenare l’emorragia, ma Bellizzi domina soprattutto sotto le plance e grazie al duo Filippi-Malalu trova la concretezza e la solidità necessaria a dare la spallata decisiva al match, toccando anche il +13 (68-55). I condors non si arrendono e continuano a giocare, provando fino all’ultimo a tornare in partita. Ciò però non avviene: la sirena finale del PalaBerlinguer sancisce la vittoria del Basket Bellizzi con il risultato di 70-65.

Non nasconde l’amarezza, a fine partita, coach Massimo Costagliola:

“La partita è stata giocata bene. La squadra è stata brava a reagire alla prima spallata iniziale dimostrando capacita di imporre proprio ritmo e gioco sia nel secondo quarto che nel terzo. Nei due nostri momenti migliori abbiamo peccato di cinismo, abbiamo sbagliato qualche tiro aperto di troppo o facili conclusioni da sotto. In quei frangenti potevamo indirizzare la partita ancora più a nostro favore. Nell’ultimo quarto abbiamo avuto un calo di energia, Malalu ci ha preso tre rimbalzi offensivi in testa indirizzando definitivamente la partita a loro favore. Lì ci siamo disuniti e siamo venuti a mancare anche mentalmente. Ringrazio i tanti tifosi che sono venuti a sostenerci, dispiace però per la contestazione fatta partire da alcuni a gara in corso in un nostro momento di estrema difficoltà. La squadra in quei momenti andava supportata. Questi ragazzi stanno dando il massimo, forse non tutti sanno che ieri ci sono stati alcuni che hanno giocato con caviglie gonfie come palloni e sotto effetto antidolorifico. A tutti piace vincere ma nello sport esiste anche la sconfitta e questo succede quando gli altri si sono dimostrati  stati più bravi di te. Noi proveremo a migliorarci ancora ,la serie è aperta e noi ci crediamo più di prima. Domenica, tutti al PalaGalvani.”

I tabellini:

Basket Bellizzi: Trapani 18; Malalu 13; Stonkus 12; Filippi 10; Di Mauro 7; Esposito 7; Iannicelli 2; Kupchak 1. Coach: Sanfilippo.

Primelab Angri Pallacanestro: Hankerson 13; Cimminella 11; Zeneli 11; Dimitriu 9; Forino 9; Melillo 8; Chiavazzo 4.

Christian Montella.

Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.