Playoff I turno Gara 1: Angri vince con fatica su Parete

Risultato-gara-1I playoff si sa sono altra cosa. La tensione della competizione al meglio delle tre gare rende tutto più difficile e spesso riduce il divario dei valori in campo. Non  si è sottratta all’emozione di gara uno nemmeno l’Angri reduce da una impressionante regular season con una sola sconfitta.

In un palagalvani veramente gremito, il confronto vedeva fronteggiarsi la capolista del girone A contro l’ottava classificata del girone B, ovvero la Pol. Basket Parete. Il pronostico del confronto era tutto a favore del team guidato da Dello Iacono, tuttavia la gara ha mostrato che i valori in campo non erano poi cosi differenti. Che avremmo assistito ad una gara “particolare” si è avuto il sentore sin dai primi istanti. Si è dovuto attendere infatti ben un minuto e quaranta secondi prima di vedere una retina violata. sin dall’inizio si sono susseguiti errori da entrambe le parti sia in attacco che in difesa, con palloni persi e tiri imprecisi. Errori che si sono poi protratti per tutta la gara. La prima frazione di gara si è caratterizzata per l’aggressività della difesa ospite e tre tiri dalla distanza messi a segno dal capitano Albanese oltre che da una pessima prestazione sotto canestro in termini di rimbalzi e realizzazioni da entrambe le parti. Il primo quarto si conclude con i padroni di casa in vantaggio di soli tre punti in una gara faticosa oltre ogni previsione.

Nel secondo quarto procede la difesa di casa comincia a far sentire la sua presenza. Il vantaggio dei padroni di casa arriva in alcuni tratti anche +12 ma Parete è sempre sul pezzo e a tratti recupera con la solita difesa aggressiva e un gran ritmo non coadiuvato dalla precisione al tiro. L’episodio saliente che in qualche modo ha segnato la gara, a metà quarto, quando il capitano angrese con un colpo “poco sportivo” veniva messo fuori gara. Autore fino a quel momento di un 4/5 dalla distanza, i padroni di casa hanno certo risentito della mancanza dei tiri del numero 9 rosso. Al riposo si va sul punteggio di 30-20. La terza frazione di gioco è sulla falsariga di quella precedente. La squadra di casa non riesce ad allungare e mettere in sicurezza la gara, nè Parete riesce a ridurre le distanze. Intanto il nervosismo in campo aumenta, complice anche alcune decisioni arbitrali poco felici. C’è da dire che a fine gara, l’arbitraggio non è di certo risultato di livello adatto , considerata la posta in palio. Si arriva all’ultima frazione di gara sul 40-30, ma con Greco e Lewis a 4 falli.

L’ultima frazione di gara è di grande tensione e incertezza fino a pochi secondi dalla fine. Il grande vigore fisico degli ospiti con la complicità della situazione falli dei padroni di casa porta Parete minacciosamente sotto, riducendo minuto dopo minuto le distanze e arrivando anche a due soli punti di svantaggio. Intanto fuopri Lewis per 5 falli, a 3 minuti dalla fine il punteggio galleggia tra il +7 e ed il +2. A 50 secondi dalla fine l’episodio che probabilmente sancisce l’esito della gara. Sulla situazione di vantaggio casalingo di 2, agli ospiti viene annullato un canestro per precedente fallo in attacco. Nell’attacco successivo i doriani vanno a segno portandosi sul +4 e successivamente sul +6 recuperando palla in difesa. finisce cosi una partita inaspettatamente tirata ma emozionante. Alla fine i circa 250 spettatori hanno tributato il giusto plauso ai ragazzi che con grande sofferenza hanno portato a casa un grande risultato. Risultato finale della gara 62-56.

ora appuntamento a gara 2 mercoledi 15 aprile in terra casertana.

Ultima giornata della regular season: Angri chiude con una vittoria

Risultato-gara-TRASFERTA

L’ultima giornata della regular season vede a confronto l’Angri, già certo del primo posto nel girone, ed il Pontecagnano certo dell’accesso ai play-off con l’ultimo posto utile in classifica. Se dal lato ospiti le motivazioni possono trovarsi nel voler chiudere il campionato con una sola partita persa (Acerra), i padroni di casa ambiscono ad una vittoria che, complice la contemporanea vittoria di Mugnano a Secondigliano, assicurerebbe la settima piazza al team guidato da Pasquale Coppola. Pertanto la partita è stata partita vera. Il team Angri Pallacanestro si è presentato privo di Greco e De Martino, lasciati fuori a scopo precauzionale in vista dei play off, Lo stesso capo allenatore Dello Iacono era indisponibile. Spazio dunque a coach Tortora per la gestione della gara.

Pronti e via. Sulla palla a due subito contropiede fallito per l’Angri. robbie rimbalzoMa il primo quarto è di chiara stampa doriana. La gara a dispetto delle attese, ha ritmo e senza alcun problema nè affanno si arriva alla fine della prima frazione sul punteggio 11-23. Sugli scudi Lewis a rimbalzo. Storia analoga nel secondo quarto di gara. Sempre a segno Angri, migliora la precisione di Pontecagnano che pareggia la seconda frazione (17-17) attestando il punteggio sul 28-40.

Dopo il riposo lungo la storia essenzialmente non cambia, Sempre Angri a essere in costante vantaggio anche se a tratti il vantaggio si assottiglia. si giunge cosi ad un quarto dal termine della regular season a 39-56. L’ultimo quarto è giocato ritmi decisamente più bassi. Il risultato saldamente nelle mani del team oggi guidato dall’assistente Tortora, si fissa sul punteggio finale 56-67, chiudendo con una splendida vittoria, la numero 21, la regular season.

Appuntamento ora al weekend 11-12 aprile per gara 1 del primo turno dei playoff dove Angri fronteggerà Basket Parete.

La società e il team augurano ai propri tifosi una serena Pasqua.

 

 

Angri Pallacanestro vince la regular season

Risultato-gara-CASADopo la spasmodica attesa e dopo il promesso e mantenuto tutto esaurito del Palazzetto Galvani, é stato il giorno del big match tra le prime due in classifica: ASD Angri Pallacanestro e Basket Casapulla. La compagine nostrana si presenta con varie assenze che influiranno sulla prestazione ai punti della panchina che verrà mantenuta solo da Zaccaro e Conza. Il quintetto titolare di coach Dello Iacono presenta Greco e Albanese in cabina di regia, coadiuvati da Nocera, Lewis e De Martino sotto al ferro. Dopo la palla a 2, il primo quarto viene scandito dalla salita in cattedra da una parte di Greco che riesce a coordinare tempi di gioco ed ad essere presente al tabellino, dall’altra parte il play Di Lorenzo riesce a sfoderare ottimi colpi fondati su un ottima tecnica, anche se non uniti da una forza fisica sufficiente per lottare contro la compagine angrese. Ad animare una folla già calda, ci pensa il contropiede di Robbie Lewis, che termina la sua corsa con una schiacciata che fa tremare il ferro per i successivi due minuti. La partita per il primo quarto si mantiene in un sostanziale equilibrio, finendo con molti fischi arbitrali sul 22-15. Il secondo quarto viene scandito da 6 palle rubate dalla compagine angrese che lamenta anche una fiscalità eccessiva dell’arbitro, che viene ripreso ripetutamente dal pubblico del Palazzetto Galvani. Si evidenzia nella squadra avversaria la tecnica raffinata di Lollo , pivot dalla mani buone che riesce ad arrivare al tiro con grande facilità. Il secondo quarto termina su un prodigioso rimbalzo in attacco del solito duo De Martino- Lewis che riescono a imporre legge in aria avversaria: il punteggio è di 43-31. L’emozionante intervallo viene riempito con il supporto musicale del PalaGalvani che motiva i cestisti e movimenta il pubblico , mentre appena pochi metri sopra di loro, Paolo Smaldone, telecronista per il match, effettua un fantastico resoconto della prima parte del match. Nel terzo quarto avviene lo strappo decisivo con Angri che si porta in vantaggio di +19 con un Greco favoloso dalla linea dei 3 punti in cui demolisce la difesa avversaria con un 4 su 5. Da qui alla fine della partita sono da evidenziare l’entrata in campo dei giovani Atorino, Attianese e De Martino M, con il primo che riesce ad entrare al tabellino con un tiro libero. Il match termina 75-51 con la consapevolezza per la compagine angrese di aver dimostrato di essere la più forte, e con quella voglia di dimostrare di poter raggiungere l’obiettivo finale, ovvero la promozione, mancata l’anno scorso in finale. Da riportare in fine un elemento di cronaca che riguarda il tifo organizzato presente al palazzetto: si applaude all’incredibile coesione del pubblico che ad un minuto dalla fine tributa una standing ovation alla squadra, dimostrando che questa compagine merita categorie ben superiori.

addetto stampa: Vincenzo Nasto

 

Sconfitto anche Secondigliano. Angri ad un passo dalla meta

Risultato-gara-TRASFERTAEsaltante vittoria del team doriano sul difficile campo del C.S. Secondigliano. La terzultima giornata della regular season vede a confronto la prima e la terza della classe. ed entrambe le squadre non deludono le attese dando vita ad un match intenso e spettacolare.

Palla a due di inizio alle 18:30 esatte ed è subito vantaggio Angri con un canestro dall’arco dei tre. Il primo quarto è guidato dagli ospiti, pur non giocando al meglio, ed è in sostanza equilibrato. Al primo riposo breve siamo sul 16-22 a favore del team del tandem Dello Iacono-Tortora. Il secondo quarto è ancora più equilibrato e ad aggiudicarselo sono i padroni casa, limando di un solo punto lo svantaggio. Al riposo lungo il punteggio è di 35-39.

L’inizio del terzo quarto lascia presagire un match tirato da decidersi sul filo di lana. Il punteggio nelle prime battute è pari ed oscilla intorno alla parità fino ad un break devastante degli ospiti che fissano il punteggio prima dell’ultima frazione di gara sul 49-64.

Durante l’ultima parte di gara Angri dilaga arrivando a +30 merito della grande difesa e di un devastante Nocera (24 punti). La gara termina con il punteggio finale di 67-86.

Convincente vittoria in trasferta del team doriano che potrebbe acquisire il matematico primato in classifica il prossimo sabato in casa contro la seconda in classifica Irtet Casapulla.

 

 

 

L’ASD Angri Pallacanestro prende in prestito Carmine Zaccaro.

L’ASD Angri Pallacanestro prende in prestito Carmine Zaccaro.

 

carmine-zaccaro

L’operazione è frutto degli ottimi rapporti con l’amico Antonio Petillo della Basket Kouros Napoli, del quale la società evidenzia la grande professionalità, e della disponibilità della società Academy Nola che ha consentito al giovane cestista di giocare l’ultimo scorcio di campionato con l’ASD Angri Pallacanestro.

Il ragazzo, Carmine, playmaker classe 96, a soli 19 anni vanta un discreto curriculum:

U13 e U14 alla Kouros Napoli, U15 eccellenza in prestito con il Vivi Basket Napoli ha il pregio di essere convocato nella selezione campana dei 96. Il primo anno U17 lo gioca in prestito alla Flegrea, secondo anno rientro alla Kouros. In contemporanea gioca in C2 con Arzano. U19 con Kouros e ancora C2 con Arzano. Successivamente viene ceduto in prestito alla Academy Nola dove gioca i campionati U19 e C2. A partire da marzo del corrente anno, il giovanissimo play è entra a far parte del roster dell’Angri Pallacanestro, società saldamente prima in classifica nel girone A della Serie D.

 “L’inserimento di questo giovane ragazzo nel nostro roster, peraltro già forte, rappresenta in pieno la filosofia del nostro progetto, ovvero quella di investire su ragazzi promettenti così da poter consegnare una più lunga vita possibile a questa società. Ringrazio inoltre il nostro DS, Tony Benincasa, ed il coach Dello Iacono per l’enorme impegno profuso in questa difficile trattativa. Il ragazzo, infatti, era corteggiato da diverse società campane di livello.” Sono le parole del presidente Campitiello di commento al nuovo acquisto in casa doriana.

Ancora una vittoria esterna per Angri

Risultato-gara-TRASFERTA

continua spedita la marcia di Angri che espugna lo storicamente ostico campo della Pro Cangiani. La gara non ha mai avuto storia, con gli ospiti in vantaggio sin dal primo quarto. Tutte le frazioni di gara sono state a vantaggio dei ragazzi di dello Iacono, con ampio margine ad eccezione del terzo quarto vinto di misura. A quattro gare dal termine della regular season Angri mantiene saldamente il primato con 4 punti di vantaggio su Casapulla. il risultato finale di gara si attesta sul 49-82 (13-22, 10-16, 14-16, 12-28). Nocera top scorer.

Starace M. 2, Conza S. (K), Attianese F. 4, De Martino F. 15, Greco P. 16, Aramu M. 2, Nocera G. 24, Lewis R. 19, Atorino E.
All.re: Dello Iacono, Tortora.

 

Angri si aggiudica il derby contro Nocera

Risultato-gara-CASALa giornata vede in programma l’atteso derby tra A.S.D Angri Pallacanestro e la compagine nocerina della Uisp Simeon. La sfida tra prima e ultima non regala sorprese nel risultato finale, ma la compagine nocerina non si offre certamente come vittima sacrificale. Coach dello Iacono, a causa dell’assenza di Lewis a causa di una contusione alle costole rimediata nella sconfitta in quel di Ischia, schiera il quintetto iniziale con Greco-Albanese-Nocera-Attianese-De Martino. I primi punti arrivano con Albanese dopo la contesa, da rimarcare nel primo quarto i 5 rimbalzi di De Martino con le lunghe leve e lo straripante Nocera che accelera e mette in difficoltà la difesa avversaria. Della squadra avversaria si riconosce, purtroppo per una brutta caduta nel secondo quarto che pregiudichera’ il suo match, il viso di Roberto Schiavone, ex giocatore nelle fila della squadra angrese. La permissività’ sotto entrambi i canestri da parte degli arbitri, innervosisce soprattutto De Martino che diventa da lì in poi invalicabile. Il primo tempo finisce 44 a 29, mostrando un inatteso equilibrio tra i due team. Nel terzo tempo per l’Angri, da evidenziare l’ottima prestazione da 3 di Greco e la giocata da playground di Albanese con un circus shot. Per la compagine nocerina si evidenzia Torre (n°4) che cerca di ostacolare le ripartenze velocissime di G. Nocera, decisamente man of the match. L’ultimo quarto coach Dello Iacono, aumenta le rotazione, dando spazio ai giovani Postiglione, Atorino e Longobardi che timbrano il cartellino ai punti, festeggiati con lunghi ed esaltanti cori dagli ultras biancorossi. Il match termina 92 a 43,con Angri che riscatta la sconfitta di Ischia e con Nocera che viene ancora di più relegata all’ultimo posto: sicuramente non sono queste le partite con cui Nocera deve raccogliere punti per la salvezza

l’addetto stampa Vincenzo  Nasto