Talento e voglia: l’Angri Pallacanestro punta ancora su Luigi Cimminella.

Dopo la conferma di tutto lo staff tecnico, l’A.S.D. Angri Pallacanestro è già al lavoro per allestire il roster che dovrà affrontare il prossimo campionato di serie C gold. Il progetto doriano non poteva non partire dalla riconferma degli uomini che più hanno convinto lo scorso anno e che più hanno fatto emozionare il pubblico del Palagalvani. Ed è per questo che, anche per la stagione 18/19, Luigi Cimminella sarà ancora un cestista doriano. Il giovane play classe ‘99, arrivato lo scorso anno alla corte dei Doria, si è fin da subito dimostrato un fattore determinante per la stagione angrese. Nonostante la giovane età e la poca esperienza, Cimminella è immediatamente entrato a far parte a pieno regime del progetto Angri, grazie al suo talento, alla sua voglia, ai consigli di coach Massaro e di tutti gli uomini più esperti del roster doriano, che lo hanno accompagnato in questa sua prima esperienza tra le mura del Palagalvani.
Cimminella avrà dunque, ancora una volta, la canotta grigiorossa addosso, pronto a difenderla ancora ed a far impazzire il pubblico con le sue giocate.
Per lui 294 punti totali realizzati nel corso della scorsa stagione, in cui è risultato essere uno degli uomini più usati da coach Massaro; sono stati infatti ben 33 i match in cui il giovane play è sceso in campo.
Ecco le parole del numero 0 doriano:” Sono davvero molto entusiasta di giocare ad Angri anche per questa stagione. Fin da quando sono arrivato ho avuto attorno a me l’affetto dei tifosi e ciò è stato davvero importante. La scorsa stagione non è finita come speravamo ma, tirando le somme, posso dire che è stata un’annata importante sia dal punto di vista individuale che da quello di squadra. Abbiamo raggiunto traguardi importanti che hanno contribuito a rendere Angri una delle società più forti del panorama cestistico campano.
Perciò, da questa stagione, mi aspetto di migliorare il risultato della scorsa, per portare Angri ai livelli che merita. Inoltre voglio migliorare sempre di più dal punto di vista personale.
Sarà un piacere per me rimanere qui; quando si ha una società solida alle spalle, un gruppo di tifosi così caldo ed attaccato alla maglia ed un coach così forte, viene più semplice esprimersi al top. Qui ad Angri c’è tutto per fare bene. Ci vediamo presto.

Continuate a seguire il nostro sito ed i nostri social per non perdervi tutte le novità della prossima stagione.

 

Christian Montella.
Ufficio stampa Angri Pallacanestro.

L’Angri Pallacanestro riparte dalle certezze: confermato in panchina Massimo Massaro.

Massaro ed Angri Pallacanestro, avanti insieme. La nuova avventura in C gold della società doriana inizia da una certezza: sarà Massimo Massaro l’head coach della formazione grigiorossa per la prossima stagione. Un’annata tutta da vivere per la società del presidente Alfonso Campitiello, pronta a tuffarsi nelle emozioni di un campionato in cui la posta in palio è alta, grazie alla guida di uno dei tecnici più preparati e vincenti del panorama cestistico campano e che già da tempo ha sposato il progetto Angri. Arrivato alla corte dei Doria nella stagione 15/16, quella dell’esordio in C, coach Massaro si è subito integrato con l’ambiente grigiorosso, venendo immediatamente amato dalla calda tifoseria angrese.
Dopo il suo ritorno sulla panchina doriana lo scorso anno, il coach napoletano ha condotto i condors in una delle stagioni più entusiasmanti e importanti della loro storia; il secondo posto in coppa Campania e l’arrivo per il secondo anno consecutivo nella finale regionale playoff sono solo alcuni dei traguardi raggiunti dal roster doriano nel corso di questa stagione che ha fatto sì che la società doriana si affermasse ancor di più ai vertici del basket regionale.
Apprezzato dunque, da parte della società grigiorossa, l’importante lavoro sul campo in primo luogo, poi la capacità di gestione del gruppo, in quanto coach Massaro è stato abile nel far amalgamare un roster apparentemente variegato, rendendolo forte e coeso sia dentro che fuori dal parquet.
Assieme a coach Massaro è stato confermato tutto lo staff tecnico della scorsa stagione, a testimonianza del fatto che la società angrese vuole dare continuità ad un progetto che Massaro ed i suoi uomini stanno costruendo tra le mura del Palagalvani e che mira ad essere vincente.
Il tecnico, il suo staff e la società sono già a lavoro per progettare la prossima stagione ed il roster che accompagnerà coach Massaro per i prossimi mesi.

Ecco le dichiarazioni del coach doriano:”Sono felicissimo e motivatissimo per questa mia terza stagione ad Angri, la seconda consecutiva. Ci apprestiamo ad affrontare questa nuova C gold, un campionato che si presenta ai nastri di partenza non molto diverso rispetto a quello della scorsa stagione. Cambiano ovviamente gli avversari; oltre alle solite e già affermate Maddaloni, Cedri, Bellizzi e le due Sarno, troveremo una Partenope di prima fascia, oltre alle neopromosse che sicuramente vorranno ben figurare.
Noi però pensiamo a noi stessi. Di comune accordo con la società, con cui sono in totale sintonia, stiamo costruendo una squadra con un occhio ai giovani, per ringiovanire il roster, ma con la presenza dei giocatori angresi, che come sempre andranno a costituire lo zoccolo duro della squadra. Vogliamo puntare ovviamente a far divertire il pubblico. Siamo contenti dell’annata che è trascorsa; ovviamente siamo rammaricati per quel canestro in meno che non ci ha permesso di continuare a sognare la B. Ma non ci fasciamo la testa, perché siamo stati protagonisti di un campionato di alto livello e che vogliamo ripetere anche quest’anno. Quindi, uniti più che mai, tutti insieme, con giocatori motivati più che mai. Ringrazio tutti per avermi accolto ad Angri, per aver avuto belle parole per me e per aver sempre creduto in me. Non vedo l’ora di ricominciare. Forza Angri!

 

Christian Montella

Ufficio stampa A.S.D. Angri Pallacanestro.

Angri Pallacanestro ospita il progetto “Camminare Insieme”

Progetto “Camminare Insieme”

Ieri, 22 maggio, il progetto FIP “Camminare Insieme”, dedicato al minibasket, ha fatto tappa ad Angri.

L’asd Angri Pallacanestro ha avuto il piacere di ospitare Fabio Bagni, docente nazionale minibasket che ha trascorso con noi un intero pomeriggio. Il progetto “Camminare Insieme”, come lo stesso Fabio ha illustrato, è un modo per far sentire forte la presenza e la vicinanza della FIP alle società, al fine di promuovere i modelli di sviluppo ed insegnamento del minibasket secondo i canoni del modello cognitivo.

Come società siamo fieri di aver partecipato al progetto. Consapevoli del fatto che mettersi in discussione, analizzare l’operato del nucleo dirigenziale, del corpo istruttori è segno di apertura verso un processo di crescita che di certo non potrà mai definirsi concluso.

Il pomeriggio trascorso con Fabio è stato interessante, intenso, divertente e foriero di insegnamenti e consigli per tutti noi dirigenti, istruttori e genitori che vi hanno partecipato. E’ stato un viaggio nel meraviglioso universo dei bambini, esaminando le responsabilità che tutti: dirigenti, istruttori e genitori hanno nel processo di crescita e formazione dei piccoli cestisti.

Dapprima Fabio ha incontrato la società e gli istruttori per illustrare i punti cardine del progetto “Camminare Insieme”. Si è passati dal modello gestionale di un centro minibasket, all’approccio di insegnamento del minibasket secondo il modello cognitivo fortemente voluto dalla FIP, facendo un excursus sulle problematiche tipiche che tutte le società ed istruttori incontrano nel loro percorso.

La parola è, poi, passata al campo. Fabio ha tenuto due lezioni tecnico/divulgative molto intense e divertenti per i bambini che ha visto al termine di ognuna la partecipazione dei genitori. Quest’ultimi hanno avuto modo di apprendere gli obiettivi, le metodologie di insegnamento ed educative per consentire ai piccoli atleti di acquisire un bagaglio di conoscenze e competenze in ambito motorio e comportamentale che possa essere loro di aiuto per la vita in campo, cosi come in quella fuori, nella miriade di processi decisionali che ogni bambino o adulto che sia, incontrerà per la sua strada. Il nostro corpo istruttori formato da Antonio Galizia e Francesco Iannone e dal supervisore Sergio Mazza, hanno avuto modo di vivere fianco a fianco con Fabio l’esperienza di queste lezioni altamente formative tenute al gruppo scoiattoli ed aquilotti.

La società Angri Pallacanestro ringrazia Fabio Bagni e la FIP per l’opportunità concessa.

Angri batte Pozzuoli e porta la serie a gara 3.

Primelab Angri Pallacanestro-Virtus Basket Pozzuoli: 71-64( 12-19; 14-20; 21-10; 24-15)

La grinta dei cestisti, il cuore oltre l’ostacolo e la passione di un Palagalvani gremito. Può essere riassunta così gara 2 della finale playoff, in cui la Primelab Angri Pallacanestro è riuscita a pareggiare la serie battendo la Virtus Basket Pozzuoli con il risultato di 71-64.
Ora tutto è rimandato a gara 3, in programma sabato 19 Maggio alle ore 19:30 al PalaErrico di Pozzuoli.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Di Napoli; Cimminella; Carrichiello; Forino; Luongo.
Virtus Basket Pozzuoli: Caresta; Longobardi; Innocente; Simeoli; Dimitrov.

La partita:
Nel match da dentro o fuori, coach Massaro recupera Fabio Di Napoli e lo getta subito nella mischia. Ad aprire le danze è però la formazione ospite che trova il vantaggio con la tripla di Dimitrov. Il canestro del centro di coach Serpico apre un break di 0-10 che costringe coach Massaro a chiamare i suoi in panchina per riorganizzare le idee. L’entrata in bonus di Pozzuoli aiuta i padroni di casa che con il 2/2 dalla lunetta di Fabio Di Napoli riescono a sbloccarsi. Si iscrivono a referto anche capitan Forino e Luongo che congelano il punteggio sul 7-13. Caresta riporta i suoi sul +8, ma la tripla di Melillo fa segnare il 10-15 al tabellone elettronico del Palagalvani. Nel finale di quarto, Caresta ed Errico portano i loro sul 10-19, ma il canestro finale di Luongo chiude la prima frazione sul 12-19.

Nel secondo quarto, Pozzuoli continua ciò che aveva interrotto poco prima. Dopo l’iniziale canestro di Forino, Errico e compagni mettono a segno un parziale di 0-8 che li porta sul 14-27. Melillo prova a fermare l’emorragia, ma l’innesto di Loncarevic è ossigeno puro per coach Serpico. Il croato mette a referto quarto punti consecutivi e porta i suoi sul 18-32. La tripla di Dimitriu scuote il Palagalvani e porta il punteggio sul 21-32. Ai quattro punti consecutivi messi a segno da Simeoli rispondono Luongo e Carrichiello, con il risultato che è congelato sul 25-36. La tripla di Orefice e l’1/2 di Dimitriu chiudono il primo tempo sul punteggio di 26-39.

Al rientro in campo, per i padroni di casa c’è un ritardo di 13 punti da recuperare. Il roster doriano prova a scuotersi e, in apertura di frazione, piazza un break di 7-0 grazie ai canestri di Luongo, Di Napoli e Carrichiello. Caresta prova a scuotere i suoi, ma l’ennesimo canestro in penetrazione di Carrichiello e la seconda tripla di Fabio Di Napoli portano il punteggio sul 38-41. Longobardi e Luongo sono impassibili dalla lunetta e fissano il 40-43. Simeoli riporta il vantaggio amaranto sul +5, ma in chiusura di quarto, i canestri di Carrichiello e Cimminella rispondono al 2/2 di Longobardi e chiudono la frazione sul 47-49.

L’ultimo quarto è, ancora una volta, decisivo. Dopo un primo tempo passato a rincorrere, la Primelab Angri Pallacanestro è riuscita, nel terzo quarto, a trovare solidità in difesa e cinismo in attacco, annullando quasi del tutto il copioso vantaggio che i puteolani avevano acquisito nei primi 20′. Luongo battezza il quarto con quattro punti consecutivi che portano la contesa sul pari a quota 51. La partita diventa un botta e risposta continuo, con i condors che riescono a trovare anche il vantaggio. Questa situazione di equilibrio viene risolta dal solito Di Napoli. Il numero 52 doriano, dopo essere stato costretto a stare fuori per quasi tutta la durata del 3º quarto a causa di una botta rimediata in uno scontro, diventa un assoluto fattore nel momento più importante della partita. Il play grigiorosso spezza in due la partita e piazza tre bombe consecutive che portano i padroni di casa sul 64-59. È l’allungo decide il match. Negli ultimi minuti, i doriani mettono in campo intensità e caparbietà, lottando sia in attacco che in difesa, mettendo in difficoltà la formazione puteolana. I liberi finali di Cimminella chiudono la contesa sul 71-64.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Di Napoli 20; Luongo 17; Carrichiello 9; Cimminella 6; Dimitriu 6; Forino 6; Melillo 5; 2 Balestrieri. Coach: Massaro.
Virtus Basket Pozzuoli: Longobardi 14; Caresta 12; Simeoli 10; Innocente 6; Loncarevic 6; Orefice 6; Dimitrov 5; Errico 5. Coach: Serpico.

di Christian Montella.
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

Finale playoff, Angri lotta ma non basta: Pozzuoli vince 72-68.

Virtus Basket Pozzuoli-Primelab Angri Pallacanestro: 72-68 (18-25; 20-11; 16-15; 19-17)

Al termine di un’ottima partita, la Primelab Angri Pallacanestro ha dovuto cedere il passo ai padroni di casa della Virtus Pozzuoli con il risultato di 72-68.
In una splendida cornice di pubblico, le due squadre si sono date battaglia per 40’, con la formazione puteolana che ha avuto la virtù di non perdere la calma nei momenti più concitati del match.
Ora la serie è a favore dei ragazzi di coach Serpico che, oltre alla vittoria, mantengono anche il fattore campo.
Per Forino e compagni c’è il rammarico di non aver saputo gestire meglio la partita, nonostante una buonissima prova fatta di tanta tenacia e tanta determinazione.

I quintetti:
Virtus Basket Pozzuoli: Caresta; Longobardi; Errico; Simeoli; Dimitrov.
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.

La partita:
La Primelab parte forte. Sospinta dai numerosi tifosi giunti al PalaErrico di Pozzuoli, Forino e compagni iniziano il match in modo impeccabile e piazzano un break di 0-11 che costringe coach Serpico a richiamare i suoi in panchina. Il timeout ordito dal coach di casa non cambia il copione del match, con Pozzuoli che prova a scuotersi solo con tiri dal perimetro, a differenza di Angri che trova diverse soluzioni offensive. L’intensità difensiva dei viaggianti, unita alle basse percentuali al tiro dei puteolani, aiuta la Primelab a trovare il +10, impattando sull’11-21. Nel finale di quarto, Pozzuoli riesce a ricucire lo strappo grazie al canestro di Loncarevic ed alla tripla di Orefice. Alla prima sirena, il risultato dice 18-25 Angri.

Al rientro in campo sono ancora i doriani a fare la voce grossa in campo, con Carrichiello e Balestrieri che segnano a referto un mini-break di 0-5 che permette ai loro di portarsi sul 18-30. Pozzuoli però non ci sta e, aiutata anche dall’entrata in bonus dei ragazzi di coach Massaro, riesce a imbandire un incredibile break di 13-1 che cambia totalmente l’andazzo del match, portando il risultato sul pari a quota 31. La partita si accende e, nonostante Pozzuoli sembri più in palla, Angri riesce sempre a riprendere gli avversari. Luongo e Cimminella riportano i grigiorossi avanti, ma la chirurgia dalla lunetta dei padroni di casa fa sì che, all’intervallo, siano avanti gli amaranto con il risultato di 37-36.

 

Il secondo tempo inizia con un calo fisico da entrambe le squadre. Nonostante ciò però, tutt’e due le compagini riescono a battagliare. Ne risulta un quarto equilibrato, in cui ogni tentativo di fuga viene subito controbattuto. Errico, Simeoli e Dimitrov provano ad allungare sul 44-36, ma Forino, Carrichiello e Cimminella non ci stanno e riportano la contesa in equilibrio. Angri viene aiutata dal bonus puteolano e riesce a trovare punti importanti dalla linea della carità. Tuttavia, Errico e Dimitrov sono chirurgici dal perimetro e al 28′ portano i loro sul 53-47. In chiusura di tempo, Cimminella e Carrichiello segnano il 53-51, risultato con cui si chiude la terza frazione.

Con un solo possesso a dividere le due squadre a 10′ dalla fine, il finale di partita si prospetta infuocato. I quattro punti consecutivi messi a referto da Luongo riportano i viaggianti in vantaggio sul 53-55, vantaggio che però subito viene ripreso dal canestro di Loncarevic. Carrichiello segna il 55-57 al culmine di un’azione spettacolare, tutta di prima ed in cui tutto il quintetto ha dato il proprio contributo, dando nuova linfa ai suoi compagni ed ai tifosi sugli spalti. La partita però è lontana dalla fine. Il tempo passa ed ogni tentativo di fuga provato da entrambe le squadre è vano. Angri si trova anche sul +4, sul 60-64, grazie alla tripla di Dimitriu, e prova a dare la spallata decisiva al match. Alla fine però, Pozzuoli è brava a non disunirsi e a non perdere la concentrazione, riuscendo a rimontare. Orefice è l’uomo della rimonta e a meno di 2′ dal termine trova la tripla del 68-66. Cimminella riporta i suoi su, 68-68, ma il canestro di Errico porta i padroni di casa sul 70-68 ad una manciata di secondi dal termine. Ci sarebbe un ultimo possesso doriano, che però non viene concretizzato. Il 2/2 dalla lunetta di Caresta chiude la contesa sul 72-68.

I tabellini:
Virtus Basket Pozzuoli: Orefice 13, Innocente 2, Longobardi 5, Dimitrov 13, Caresta 5, Errico 13, Simeoli 6, Loncarevic 15. Coach: Serpico

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella 17, Carrichiello 20, Dimitriu 5, Melillo 3, Luongo 8, Balestrieri 3, Forino 12. Coach: Massaro

 

di Christian Montella.
Primelab Angri Pallacanestro.

Angri fa visita a Pozzuoli; le parole di coach Iannone.

 

La Primelab Angri Pallacanestro non ha molto tempo per festeggiare la vittoria della serie contro la Pallacanestro San Michele Maddaloni che già deve immergersi nella serie decisiva, quella finale. A contendersi con lei un posto nell’interzona, ci sarà la Virtus Pozzuoli. La serie, che sarà al meglio delle tre gare, avrà inizio domani sera alle ore 19:30 al PalaErrico di Pozzuoli. I grigiorossi scenderanno in campo consapevoli dei propri mezzi, anche grazie alle ottime prove realizzate nelle precedenti sfide, anche per provare a violare il fattore campo che è favorevole ai puteolani. A dirigere la gara saranno i signori Giovanni Morra di San Giorgio a Cremano (NA) e Mirko Sabatino di Salerno (SA).

Alla vigilia dell’inizio di questa serie, abbiamo sentito l’allenatore in seconda della Primelab, Francesco Iannone: “Siamo felici di aver raggiunto, per il secondo anno consecutivo, la finale play-off regionale. Eravamo consapevoli del fatto che affrontavamo una squadra tosta quale Maddaloni, ma anche noi sapevamo di essere forti e l’abbiamo dimostrato sul campo. Ora ci aspetta un’altra serie difficile, contro Pozzuoli. La squadra di coach Serpico, durante questi play-off, ha fatto vedere sempre ottime cose, andando avanti con organizzazione e concretezza in attacco. Quindi sicuramente dovremmo essere bravi in difesa, per arginare il loro super attacco. Dal canto nostro siamo molto motivati e ci teniamo a far bene, anche perché sappiamo che sabato verranno molti tifosi da Angri e non vorremmo di certo deluderli. Ci stiamo allenando bene, nonostante qualche acciacco derivante dall’intensa semifinale contro Maddaloni. Sarà una serie difficile, ma noi siamo arrivati fin qui e non vogliamo assolutamente fermarci.”
Ora la parola passa al campo; vi aspettiamo al PalaErrico di Pozzuoli per sostenere i nostri condors.

 

Christian Montella.
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

La Primelab Angri Pallacanestro batte Maddaloni e vola in finale.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni: 70-69 (20-16; 14-14; 24-26; 12-13)

Al termine di 40′ minuti di fuoco, la Primelab Angri Pallacanestro ha battuto la Pallacanestro San Michele Maddaloni nello spareggio che decideva l’accesso alla finale regionale dei play-off.
In un Palagalvani gremito è andata in scena una della partite più belle, emozionanti e vibranti dell’intera stagione, con il quintetto di coach Massaro che è riuscito ad imporsi sulla compagine maddalonese solo dopo aver sudato le proverbiali sette camicie.
Alla fine ha vinto la squadra che ha meritato di più, alla luce di quanto si è visto nell’arco dei tre confronti. Forino e compagni si sono resi autori di un’ottima prova che ha permesso loro di mettere le cose in chiare fin dal primo quarto e, a parte qualche passaggio a vuoto nel terzo periodo, non hanno mai permesso ai viaggianti di condurre le danze.
Ora per loro si prospetta l’impegno più difficile, quello della finale. Ad attenderli ci sarà la Virtus Pozzuoli.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
La cosiddetta “bella” inizia subito nel segno dei padroni di casa. Sospinti dall incessante tifo proveniente dagli spalti, i grigiorossi partono subito forte e dopo pochi minuti si portano subito avanti sul 9-3, grazie soprattutto alla presenza costante dei lunghi doriani nel pitturato avversario ed alla prima tripla della serata di Marco Melillo. Il giovane condors si renderà autore di una prova magistrale, con un incredibile 7/10 dal perimetro. Coach Parrillo è costretto a chiamare il primo timeout della partita, per riorganizzare le idee sia in fase offensiva che difensiva. I suoi recepiscono il messaggio ed iniziano ad imprimere un ritmo diverso al match, trovando intensità in difesa e cinismo in attacco. Requena, Chiavazzo e Moccia riportano gli ospiti sul -2 (13-11), ma un break di 5-0 dei padroni di casa fa segnare il +7 al tabellone luminoso del Palagalvani. L’entrata in bonus favorisce il ritorno ospite, con Chiavazzo, Moccia e Requena che trovano punti importanti dalla lunetta, ma il canestro di Cimminella allo scadere vale il 20-16 per la Primelab, risultato con cui si chiude il primo quarto.

Nel secondo periodo continua la sfida di triple tra Melillo e Moccia, con le due guardie che segnano i primi punti del quarto delle rispettive squadre, che valgono il 23-19. Gli uomini di coach Parrillo però serrano le linee difensive, non lasciando spazio alle penetrazioni doriane e costringendo gli avversari a provare con insistenza il canestro dal perimetro che però non arriva. Massaro capisce il momento di difficoltà dei suoi e chiama timeout. Se in difesa la Primelab concede poco, in avanti sono troppi gli errori in cui cadono i giocatori di casa e, con questo andazzo, la partita si inchioda sul pari a quota 26. Chiavazzo trova anche il vantaggio per i suoi (27-28), ma la Primelab, nel finale, è brava a non demordere e a non disunirsi, riuscendo a piazzare un importantissimo parziale di 7-0 che porta il punteggio sul 34-28. Il canestro finale di capitan Desiato manda le squadre negli spogliatoi sul risultato di 34-30.

Nel secondo tempo i padroni di casa hanno un calo, permettendo così agli ospiti di tornare in partita. Maddaloni sembra averne di più e riesce a trovare il canestro con insistenza, al contrario di Angri che si fa prendere dal nervosismo e non riesce a concludere le azioni iniziate. I 4 punti consecutivi messi a segno da Requena valgono il 39-44 per i biancoazzurri ed il timeout chiamato da coach Massaro. Il minuto ordito dal coach doriano sembra non avere gli effetti desiderati, con Maddaloni che trova anche il massimo vantaggio (42-49) grazie a Desiato e Rusciano. Nel finale di quarto però, la Primelab cambia marcia, trovando ritmo e concretezza in attacco e solidità in difesa. La rimonta doriana viene condotta da Melillo e Dimitriu che, autori di 5 triple consecutive nel finale di quarto, vanificano ogni tentativo di risalita degli ospiti. La bomba sulla sirena di Marco Melillo, fa chiudere il terzo quarto sul punteggio di 58-50 e con un Palagalvani straripante di gioia.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. La partita diventa una gara di nervi, con le due squadre più dedite a fermare le offensive avversarie che a creare azioni proprie. La partita diventa un botta e risposta, con Desiato che a 1′ dalla fine impatta sul 6969. Ci si aspetterebbe un colpo di un singolo, ma in realtà la partita viene risolta dalla linea della carità; Cimminella infatti sul tentato contropiede di Chiavazzo gli ruba il pallone, costringendo il numero 22 maddalonese a fare fallo antisportivo. L’1/2 del play doriani porta il match sul 70-69. Il suo successivo 0/2 fa tremare e non poco il Palagalvani, che però può festeggiare qualche istante più tardi quando sul tiro sbagliato di Moccia, la sirena sancisce la vittoria della Primelab Angri Pallacanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 12; Forino 13; Cimminella 8; Luongo 9; Balestrieri 4; De Martino n.e; Melillo 21; Dimitriu 3; Tramonti n.e. ; Vecchione; Ventura n.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 8; Cioppa ; Moccia 16; Requena 18; Rusciano 11; Pascarella n.e. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

La Primelab Angri Pallacanestro capitola a Maddaloni ed ora la serie è in parità.

Pallacanestro San Michele Maddaloni-Primelab Angri Pallacanestro: 92-70(22-18; 21-19; 22-15; 27-18)

È una gara 2 dal sapore amaro per la Primelab Angri Pallacanestro quella giocatasi al Pala Angioni Caliendo. La compagine doriana è infatti capitolata sotto i colpi di Desiato e compagni, impostosi con il risultato di 92-70.
Forino e compagni non sono riusciti ad emulare l’ottima prestazione di domenica sera e si sono dovuti arrendere ai casertani, abili trovare punti importanti sia fuori che dentro il perimetro. Per i grigiorossi ora c’è il rammarico di non aver chiuso la serie, che ora è in parità. Si deciderà tutto ad Angri domenica 6 maggio.

I quintetti:
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.

La partita:
Entrambe le squadre partono forte, desiderose di vincere per motivi diversi. Angri mette a segno il primo canestro della serata, ma Rusciano e Requena fanno capire subito di avere la mano calda ed in un amen piazzano due bombe consecutive. Chiavazzo si iscrive a referto e porta i suoi sull’11-7, ma i viaggianti piazzano un break di 0-5 e si portano avanti. Maddaloni però non si lascia intimorire, non si scompone e si riporta avanti. Sul finire di quarto, Moccia, Rusciano e Chiavazzo congelano il punteggio sul 22-18.

Al rientro in campo sono ancora i padroni di casa a fare la partita, con la Primelab che non riesce a trovare le giuste contromisure all’offensiva degli uomini di coach Parrilo. Il 29-22 segnato al 13′ smuove qualcosa nell’animo dei condors che, sostenuti dai sempre presenti tifosi, si smuovono. É Dimitriu a suonare la carica ed a portare i suoi alla chiusura di un break di 0-9 che porta il punteggio sul 29-31. Alle triple della guardia angrese risponde Rusciano, implacabile dal perimetro; il centro maddalonese mette a segno due triple consecutive che frenano i tentativi di allungo da parte dei viaggianti e che riportano i padroni di casa avanti sul 37-36. In chiusura di quarto però, arriva il primo allungo significativo da parte dei padroni di casa; i biancoazzurri riescono infatti a trovare un break di 6-0 grazie ai canestri di Moccia e Cioppa, che mandano le squadre al riposo con il risultato di 43-37.

Al rientro in campo la Primelab Angri Pallacanestro prova ad accorciare le distanze, ma i ragazzi di coach Parrillo riescono sempre a trovare la via del canestro. Un break di 0-9 firmato da Luongo, Forino e Carrichiello porta i condors a due sole lunghezze di distanza. Nel momento migliore però, si spegne la luce grigiorossa; gli uomini di coach Massaro incassano un pesante break di 10-0 firmato da Desiato e soci, che permette ai padroni di casa di allungare sul 58-46. Carrichiello, Forino e Melillo provano ad avvicinare i loro, ma la tripla di Cioppa ed il buzzer-beater di capitan Desiato consegnano alla Pallacanestro Maddaloni un vantaggio rassicurante in vista dell’ultimo quarto, con il punteggio che recita 65-52.

L’ultimo quarto è solo una formalità. Con i padroni di casa ormai saldamente al comando, la Primelab si lascia andare. Moccia e Ragnino trovano le due triple che chiudono virtualmente la contesa. Cimminella e Luongo provano ad accorciare le distanze, ma Moccia e Requena sono implacabili e fanno toccare ai loro il +25. È lo sliding-doors del match, con entrambi i coach che lasciano spazio agli under. Gli ultimi canestri del match sono di Melillo(bomba), Ventura (2/2) e Tramonti. La sirena finale sancisce la vittoria della Pallacanestro San Michele Maddaloni per 92-70.

I tabellini:
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Requena10; Ragnino 4; Bocciero 2; Cioppa 8; Moccia 20 Desiato 12; Rusciano 18; Chiavazzo 18. Coach Parrillo.

Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella 12; Tramonti 2; Carrichiello 11; Dimitriu 7; Melillo 7; Luongo 12; Balestrieri 2; Forino 15. Coach Massaro.

 

Christian Montella.
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro.

La Primelab Angri Pallcanestro si aggiudica la gara uno dei playoff.

Primelab Angri Pallacanestro-Pallacanestro San Michele Maddaloni:82-75 (14-17; 22-15; 22-23; 24-20)

Parte bene l’avventura playoff della Primelab Angri Pallacanestro. La squadra doriana si è imposta in gara 1 sulla Pallacanestro San Michele Maddaloni con il risultato di 82-75.
Al Palagalvani va in scena un match dall’alto valore tecnico e significativo, con le due squadre che arrivavano a questa partita desiderose di vincere per fare un passo avanti verso la finale regionale. Con un Di Napoli ancora fuori causa infortunio, Forino e compagni sfoderano una prestazione di alto livello, che ha permesso loro di condurre la gara in lungo e in largo, nonostante una Maddaloni mai doma e sempre col fiato sul collo.
Con questa vittoria gli uomini di coach Massaro si portano sull’1-0, mantengono il fattore campo e rendono gara 2 di giovedì sera a Maddaloni primo matchpoint per aggiudicarsi la finale.

I quintetti:
Primelab Angri Pallacanestro: Cimminella; Melillo; Carrichiello; Forino; Luongo.
Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato; Moccia; Chiavazzo; Rusciano; Requena.

La partita:
Il match, disputato nell’ennesima ottima cornice di pubblico, inizia subito nel segno dei viaggianti. I calatini infatti sono bravi a sfruttare alcune disattenzioni difensive dei padroni di casa e riescono a portarsi subito avanti, grazie ad un break di 0-7 firmato da Moccia, Requena e Desiato. La risposta doriana tarda ad arrivare, a causa della forte difesa ospite e da alcuni errori sia dal perimetro che nel pitturato. A smuovere la situazione ci pensa Luongo dalla lunetta, mentre capitan Forino segna i primi canestri dal campo. I due lunghi angresi saranno un’autentica spina nel fianco per la difesa maddalonese, incapace di arginare gli attacchi al ferro dei due fari doriani. È proprio Forino a far trovare il primo vantaggio della gara ai suoi (8-7). Maddaloni non ci sta e sospinta dal duo Desiato-Requena si riporta avanti, scavando il primo solco significativo tra lei e la Primelab (8-15). La situazione falli però inizia a farsi pesante per i viaggianti. L’Angri trova punti importanti dalla lunetta ed in un amen torna sul -1 (14-15). Il canestro di Chiavazzo però chiude un primo quarto equilibrato sul 14-17.

Al rientro in campo, la formazione di casa continua ciò che aveva interrotto nel primo quarto. Gli uomini di coach Parrillo sono imprecisi sia dal campo che dalla lunetta e ciò favorisce l’offensiva doriana che, grazie soprattutto a Carrichiello, riesce a far trovare il fondo della retina con regolarità. Chiavazzo si carica la squadra sulle spalle, ma da solo non può nulla contro il quintetto di coach Massaro che, in questo quarto, riesce a trovare canestri importanti anche dal perimetro e che di fatto segnano l’allungo decisivo. Le quattro triple consecutive messe a segno da Melillo, Dimitriu e Forino danno il via alla scalata angrese e portano il risultato sul 36-29. Allo scadere, il gioco da 3 punti realizzati da Rusciano chiude il primo tempo con il punteggio di 36-32.

Il secondo tempo viene aperto da un break di 6-0 realizzato dai padroni di casa, che porta il risultato sul 42-32 e che costringe coach Parrillo a richiamare i suoi in campo per riorganizzare le idee. Il timeout sembra funzionare e Desiato a compagni provano ad imbandire una reazione. I ragazzi di coach Massaro però non perdono la compattezza che li ha portati fino a dove sono ora e, con idee e gioco di squadra, impattano sul 53-41. Quando tutto sembrava facile però, arriva il calo. I viaggianti si riassestano, serrano le linee difensive e ritrovano cinismo in avanti, riuscendo in poco più di 4′ a segnare un prezioso break di 5-14 che li porta ad un solo possesso di distanza dai grigiorossi (56-53). Carrichiello ferma l ‘emorragia e segna il 58-53, ma Rusciano riporta i suoi sul 58-55. L’ottima difesa angrese impedisce a capitan Desiato di catalizzare l’ultimo possesso del quarto e così si arriva agli ultimi 10’ di gioco sul punteggio di 58-55.

Nell’ultimo periodo la partita si accende ancor di più. Con un solo possesso a dividere le squadre, entrambi i quintetti si lasciano andare a qualche fallo e a qualche protesta di troppo. Cimminella si mette in mostra tra le fila dei doriani, realizzando ben 9 sui suoi 11 punti totali. È proprio un canestro del giovane play napoletano a dare il via al parziale di 6-0 che porta i padroni di casa sul +10 (69-59). Maddaloni però trova sempre il giusto momento per uscire fuori e, grazie ad un’alta percentuale sia dalla lunetta che dall’arco dei 6,75 metri, grazie soprattutto a Moccia. È proprio una tripla della guardia maddalonese a portare i viandanti sul -6, con il punteggio congelato sul 74-68. Parrillo chiama timeout ed ordina la difesa a tutto campo, nel disperati tentativo di recuperare la partita. La mossa del coach maddalonese sempre sortire l’effetto sperato, ma l’ennesimo fallo dei suoi infiamma gli animi in campo e sugli spalti. Carrichiello e Forino sono glaciali dalla linea della carità e, coadiuvati dall’ennesimo canestro della serata di Dimitriu, portano i condors sul 79-70. Desiato segna un 2/2 dalla lunetta, ma la bomba di Ernesto Carrichiello manda il match ai titoli di coda anzitempo. La tripla del giovane Pascarella rende meno amare il punteggio finale, che recita 82-75 per la Primelab Angri Pallcanestro.

I tabellini:
Primelab Angri Pallacanestro: Carrichiello 16; Forino 15; Cimminella 11; Luongo 18; Balestrieri 4; De Martino; Dimitriu 15; Tramonti n.e. ; Vecchione; Venturan.e. Coach: Massaro.

Pallacanestro San Michele Maddaloni: Desiato 12; Chiavazzo 10; Cioppa 6; Moccia 14; Requena 12; Rusciano 14; Pascarella 3. Coach: Parrillo.

 

Christian Montella
Ufficio stampa Primelab Angri Pallacanestro

Play-off 2K18: istruzioni per l’uso.

Con la trentesima ed ultima giornata, andata in scena domenica scorsa, la stagione regolare del campionato di serie C silver si è ufficialmente conclusa. In un campionato che non prevedeva retrocessioni a causa dell’istituzione, a partire dalla stagione 2018/2019, della C Gold, i primi verdetti stagionali hanno riguardato le società promosse proprio nella nuova lega, ovvero le prime 9 classificate.
Con il San Nicola Basket Cedri già vincitrice del campionato e quindi già sicuro partecipe del raggruppamento interregionale, l’ultima giornata ha permesso di stilare la classifica finale e definitiva del campionato, decretando gli accoppiamenti nelle due griglie play-off!che decideranno l’altra promozione alla fase interregionale e l’ultima al prossimo campionato di serie C Gold.
La Primelab Angri Pallacanestro ha chiuso al terzo posto la stagione regolare, a pari punti con la Virtus Pozzuoli arrivata seconda. Pertanto, nel primo turno play-off, gli uomini di coach Massaro affronteranno la Pallacanestro San Michele Maddaloni, arrivata invece quarta.
In virtù del migliore piazzamento in classifica al termine della stagione regolare, Forino e compagni contro la compagine maddalonese potranno godere del vantaggio del fattore campo, che consiste nel privilegio di giocare l’eventuale spareggio tra le mura amiche del PalaGalvani. Supererà il turno ed accederà alla finale regionale, la formazione che si aggiudicherà due gare sulle tre in programma, che si disputeranno tra il 29 aprile ed il 6 maggio.
Gara 1 si giocherà proprio al Palagalvani di Angri, il 29 aprile, alle ore 20:45.
Gara 2, invece, verrà giocata al PalaCaliendo di Maddaloni giovedì 3 maggio alle ore 21:00.
Per l’eventuale gara 3 si tornerà ad Angri, domenica 6 maggio alle ore 18:30.
In occasione dei playoff, la società doriana ha fissato a 3€ il prezzo dei biglietti, per tutti i settori del palazzetto. Il biglietto dovrà essere fatto anche da coloro i quali che, durante la regular season, avevano sottoscritto l’abbonamento.
Vi invitiamo a seguire i nostri profili social per le date e gli orari della biglietteria.