L’ANGRI PIU’BELLA DELLA STAGIONE SCRIVE LA STORIA: E’ FINALE PER LA B

Un Angri Pallacanestro così bella non si era mai vista. Gli uomini di coach Massimo Costagliola spazzano via la JuveCaserta Academy (81-63) in gara 3 e conquistano una storica finale per la promozione in B. Un dominio assoluto al PalaGalvani per i grigiorossi che annichiliscono gli ospiti, grazie a una prova di squadra davvero eccezionale. Top scorer dell’incontro Markovic con 17 punti, seguito da un rovente Izzo con 16. Ma tutti gli effettivi hanno dato il proprio contributo per una partita a tratti perfetta. Una crescita che già si era vista dopo l’avvio a handicap in regular season e che ha avuto il suo effettivo picco in un sabato sera memorabile per la società del presidente Alfonso Campitiello.

Già dopo la palla a due la JuveCaserta viene travolta dalla maggiore verve da parte dei padroni di casa. E’Izzo, con 8 punti in fila, a creare una forbice realizzando due bombe che fanno esplodere la torcida angrese (13-3). La pressione difensiva dei locali si fa sentire e grazie anche alle sortite offensive di Markovic, i locali chiudono con un vantaggio rassicurante (23-11). Nei secondi dieci giri di lancetta Daunys e Chiavazzo piazzano un break di 11-4, che spinge sempre più indietro il Team di Terra di Lavoro. Markus e Cioppa tentano di ridurre il gap (40-26), ma l’Angri non fa un passo indietro. Iannicelli e Markovic sono letali e scrivono il +18 (44-26). Poi, poco prima dello scadere, De Martino mette la sua firma con una tripla impossibile per il 47-26 con cui si va al riposo.

Alla ripresa delle ostilità prosegue il forcing da parte dei padroni di casa che addirittura arrivano a flirtare con il trentello di vantaggio grazie ai liberi di De Martino (60-33). La concentrazione resta sempre alta per i grigiorossi che gestiscono al meglio il gap accumulato nel corso dei minuti. L’ultimo periodo è soltanto un lungo garbage time, con Angri che controlla il match e con la JuveCaserta, ormai sulle ginocchia, che alza bandiera bianca. Si alzano più che mai i decibel al PalaGalvani dopo la sirena finale. Angri ora attende la vincente tra Diesel Tecnica Sala Consilina e Miwa Energia Benevento per capire quale sarà la sua sfidante nel turno decisivo.

Queste le parole di un soddisfatto coach Massimo Costagliola. “Tanto onore ai miei ragazzi capaci di offrire la migliore prestazione della stagione nella partita sino ad ora più importante. La squadra ha giocato con grande sintonia emotiva, questa sinergia si è tradotta in campo in una difesa di altissimo livello dove c’è stata esaltazione dei concetti di responsabilità individuale e collaborazione. In attacco siamo riusciti ad esser più fluidi e dinamici, lucidi nel cercare la situazione più vantaggiosa, bravi nel mantenerla e concretizzarla grazie al lavoro d’insieme.
Tanto rispetto per la storia della JuveCaserta, oggi siamo contenti di aver scritto una bella pagina della storia dell’Angri Pallacanestro, una società che grazie ad umiltà, passione e competenza sta crescendo nel panorama cestistico campano e nazionale.
Adesso ricarichiamo le batterie ed aspettiamo di vedere chi incroceremo in questa serie finale. Il sogno è vivo, la fame ed il desiderio di realizzarlo sempre maggiore.”

Angri Pallacanestro-JuveCaserta Academy 81-63

Angri Pallacanestro: Chirico 6, Izzo 16, Ruggiero n.e., De Martino 11, Terzi, Iannicelli 8, Cirillo, Markovic 17, Di Domenico 2, Chiavazzo 12, Daunys 7, Forino2. All. Costagliola

JuveCaserta Academy: Mastroianni 14, Markus 5, Cioppa 12, Kuvekalovic 9, De Ninno 5, Blair 3, Bagdonavicius 13, Tinto 6, Romanelli n..e, Pisapia n.e., Miraglia n..e. All. D’Addio

Arbitri: Mogavero e Leggiero

Parziali: 23-11, 47-26, 68-47

Angri a caccia della decima. Iannicelli: “Sarà una battaglia. Il PalaGalvani ci aiuterà”

Angri a caccia del decimo successo di fila contro Semprefarmacia.it Bellizzi. Domenica, con palla a due alle 18,30, i ragazzi di coach Massimo Costagliola saranno impegnati in un derby di fondamentale importanza per questo finale di regular season. I grigiorossi sono ora in vetta alla classifica in compartecipazione con Diesel Tecnica Sala Consilina e Juve Caserta Academy. Proprio il team di Terra di Lavoro riposerà, come da calendario. Due eventuali punti in più sarebbero fondamentali per la corsa di Angri. A parlare del match è Andrea Iannicelli, prezioso nella fase clou durante la gara vinta lo scorso mercoledì contro Lamezia.

Quanta soddisfazione c’è nell’aver agganciato la vetta dopo il successo nel recupero?

“Alle stelle perché sapevamo che era una gara importante. Venivamo da un bel filotto e la affrontavamo senza un elemento importante come Markovic. L’abbiamo gestita bene e l’abbiamo portata a casa con merito. Questa vittoria ci ha regalato una grande fiducia in vista delle ultime partite fondamentali per raggiungere l’obiettivo finale”.

E’ un elemento fondamentale per il gruppo. Quanto ha contato avere uno spogliatoio unito, dopo l’avvio difficile?

“I giovani hanno riconosciuto in me come gli altri senatori, gli elementi più esperti della categoria. Si è creato un grande gruppo e proprio l’unione ci ha aiutato tanto. In particolar modo dopo l’inizio di stagione. Poi quando la squadra si è allungata, tutti si sono adattati a un nuovo ruolo. Non sarebbe stato facile, ma proprio grazie alla stima che nutriamo tra noi siamo arrivati a giocarsi le posizioni che contano”.

Affronterà Bellizzi, sua ex squadra. Che sfida si aspetta?

“Lì ho passato due anni dove sono maturato tanto e nei quali sono diventato il giocatore che sono. Con loro ho anche sfiorato la B. Sarà una gara tesa e tirata perché hanno bisogno di punti in ottica playoff. Non vengono da un buon momento. Ma sono esperti e hanno un allenatore bravo e preparato. Ci aspetta una battaglia, che speriamo di vincere grazie anche all’aiuto del pubblico che non ha mai mancato di incoraggiarci sia in casa che in trasferta”.

Il nostro Andrea D’Apice convocato in Nazionale Under 18

L’Angri Pallacanestro è lieta di comunicare la convocazione del nostro atleta Andrea D’Apice, ala forte classe ’04 di 204 cm, come riserva a casa della Nazionale Under 18 per il raduno dal 14 al 16 aprile a Novara. Cresciuto, sin dal minibasket, nelle giovanili del vivaio grigiorosso , si sta facendo largo anche con la prima squadra in C Gold. Grande gioia da parte di tutta la società per la chiamata da parte del ct Andrea Capobianco.

Queste le dichiarazioni da parte di Massimo Costagliola, allenatore della C Gold e dell’under 19 d’Eccellenza. “Sono contento per Andrea, ragazzo con grande spirito di sacrificio e attitudine al lavoro. E’ una convocazione che conferma le sue potenzialità e la testimonianza della sua crescita durante la stagione grazie al lavoro svolto sia con i suoi compagni sia della prima squadra che dell’under 19”.

Chiosa anche del presidente Alfonso Campitiello. “Un momento importante per la nostra società che inizia a raccogliere i frutti degli investimenti sul settore giovanile. Siamo pronti per fare il salto di qualità. E’ una grande soddisfazione e siamo sicuri che Andrea saprà ancora migliorarsi”.

L’Angri Pallacanestro non si ferma: superata Irpinia.

Angri Pallacanestro – Basket Club Irpinia 81-59 (26-8; 14-12; 22-18; 22-18: 19-21)

Continua il suo percorso vincente l’Angri Pallacanestro che supera agilmente il Basket Club Irpinia nel turno domenicale e raggiunge quota 32 punti con uno score di 16 v-5p, record che al momento gli vale la terza piazza in una classifica ancora condizionata dai rinvii e dai recuperi da effettuare.

Gli irpini scendono in quel di Angri in formazione rimaneggiata orfani del pivot lituano Mikalauskas e in atteggiamento conservativo cercando da subito di mascherare le proprie lacune con una classica zona 2-3. I Condors cercano di impostare il loro ritmo e dopo i primi 3’ in cui litigano con i ferri della Galvani dalla distanza prendono il largo grazie alla voce grossa sotto le plance del duo Markovic-Daunys autori di 23 punti in due nel parziale di 26-8 che chiude il primo quarto.

Con le sorti dell’incontro già indirizzate inizia la girandola di rotazioni in casa angrese, utile a preservare energie fisiche per i prossimi impegni e dare fiducia a tutti gli effettivi a disposizione.I grigiorossi perdono feeling con il canestro ma rimangono concentrati nella fase difensiva, il secondo quarto si chiude sul 40-20.

Mazzarese e capitan Ferrara non ci stanno per gli ospiti, una tripla del play ospite chiude un parziale di 0-7 che riporta i suoi sul 40-27, costringendo Coach Costagliola a risvegliare i suoi dal torpore dopo tre minuti di inizio terzo quarto. Si accende De Martino, quattro triple della guardia-ala angrese rimettono distanza considerevole con gli avversari sollevando le percentuali deficitarie dalla distanza del team angrese. Markovic chiude la sua giornata in ufficio da 24 punti, 12 rimbalzi e 4 assist ed Angri chiude il terzo parziale sul 62-38.

C’è spazio ancora per avere buoni feedback dai due 2004 D’Apice e Di Domenico guidati in campo dalla esperienza di capitan Chiavazzo e del sempreverde Ciccio Forino. La partita si chiude sul 81-59 a favore dei padroni di casa.

Angri: Chirico 2 Izzo, De Martino 15, Terzi, Iannicelli 7, Markovic 24, Cirillo 4, Di Domenico 4, D’Apice 3, Chiavazzo 7, Daunys 11, Forino 4. Coach: Costagliola
Irpinia: Castaldi, Mammalella 2, Iannicelli 10, Sabatella 3, Ferrara 18, Barraz 6, Kuburovic 5, Mazzarese 13 All.Marzullo

Non c’è tempo di rifiatare, un altra gara infrasettimanale bussa alle porte. I Condors faranno visita al Sorriso Azzurro S’Antimo, ostica formazione uscita vincente dal campo di Giugliano per 65-75 che dalla ripresa dopo lo stop covid ha cambiato marcia inanellando sei vittorie che l’hanno proiettata ad un passo dalla zona salvezza diretta.
L’appuntamento per gli appassionati è alle ore 20.45 al PalaEdilgen di Sant’Antimo, arbitreranno l gara i signori Argenio e Petrillo di Avellino, ci sarà da soffrire per portare a casa altri due punti fondamentali.

I CONDORS IN VOLO, ANGRI CORSARA A POTENZA.

EvenFi Potenza – Angri Pallacanestro 69-81 (18-17, 12-23, 15-28, 24-13)

L’Angri Pallacanestro sbanca con grande autorità il difficile campo di Potenza, conferma il suo ottimo periodo di forma conquistando l’undicesima vittoria nelle ultime dodici uscite e guarda con fiducia alla settimana entrante con il doppio confronto casalingo contro Cercola e Basket Irpinia.
Di fronte ad un Potenza dal nuovo volto grazie agli arrivi della combo finlandese Aidoo e dell’ala marchigiana Volpe i ragazzi di coach Costagliola cambiano marcia nei due quarti centrali con un parziale complessivo di 27-51 decisivo per le sorti del match.

La partenza degli angresi è tutta targata Markovic, il centro serbo costantemente alimentato dai compagni è il protagonista con sette punti del 5-10 nei primi 4’ di gioco. Per Potenza I due nuovi arrivi Aidoo e Volpe dimostrano di poter esser subito incisivi e con due triple spingono i propri all’aggancio ed al primo vantaggio di gara (15-12). Izzo risponde con sua prima tripla di giornata prima di uscire per due falli ed il primo quarto si chiude in sostanziale equilibrio sul 18-17.

Nel secondo parziale il cambio di passo dei Condors, la difesa grigiorossa diventa sempre più ermetica rispetto alle iniziative in penetrazione di Sansone ed Aidoo mentre sull’altro versante è un ottimo Cirillo con due triple consecutive ben costruite a firmare il primo break sul 20-27. coach Costagliola trova nuovamente un ottimo contributo da parte di Forino e quando Daunys si mette in partita con cinque punti Angri vola sul 27-40 per un parziale complessivo di 9-23 nel quarto. Una tripla di puro talento di Aidoo sulla sirena fissa il parziale all’intervallo sul 30-40 a favore ospite.

Reazione potentino ad inizio terzo, la combo finlandese Aidoo firma un 4-0 che riporta i suoi sotto sul 34-40 ma sono prima Cirillo con un jumper dal post poi Markovic a respingere l’assalto locale e bucare la difesa matchup dei padroni di casa. I canestri dei due lunghi sono il via ad 8’ di ottimo basket per gli ospiti perché prima si accende De Martino con due triple ed un coast to coast, poi a ruota lo seguono Izzo, Cirillo e Daunys per una pioggia di tiri da tre che valgono il massimo vantaggio grigiorosso in chiusura di quarto sul +23 (45-68).

Si rilassa in avvio di ultimo quarto il team grigiorosso. Potenza è squadra di qualità e con il trio di guardie Sansone-Di Prospero-Aidoo reagisce riportandosi sino al -12, e’ Iannicelli con due triple consecutive a chiudere definitivamente il match e dare completezza alla sua buone prestazione difensiva. Nel finale di gara c’è spazio ancora per un ultima reazione dei locali firmata dai soliti Sansone e Di Prospero utile a definire la partita sul 69-81 finale.

Queste le dichiarazioni di un soddisfatto Coach Costagliola al termine della gara:

“Vittoria importante su campo ostico e contro una squadra che se troverà nuovi equilibri potrà dare filo da torcere a chiunque in questo finale di campionato e nei playoff. In avvio di gara abbiamo un pò risentito delle scorie della gara di giovedì contro Sala, la squadra ha mostrato però serenità e maturità non disunendosi di fronte al buon impatto iniziale dei locali. Abbiamo ruotato con maggiore intensità gli uomini dalla panchina trovando buone risposte da tutti, questa cosa ci ha permesso di trovare nostri ritmi e di fare due quarti centrali veramente ottimi.Siamo al principio di un ciclo intenso di partite, sarà importante mantenere continuità di prestazioni e risultati con un attenzione alla gestione di risorse fisiche e mentali.”

EvenFi Potenza: Sansone 13, Lucarelli 4, Lo Russo 5, Dosic, Aidoo 25, Gonzales, Volpe 6, Di Prospero 14, Dedolko ne, Filiani ne All. Romano

Angri: Chirico 4, Izzo 15, De Martino 10, Terzi ne, Iannicelli 7, Markovic 14, Cirillo 13, Di Domenico, D’Apice, Chiavazzo 5, Daunys 11, Forino 2. Coach: Costagliola

Ancora una volta poco tempo per festeggiare, Mercoledì sera si torna al PalaGalvani per il recupero della 14ima giornata di campionato contro la Pallacanestro Cercola. L’appuntamento per tifosi ed appassionati è per le ore 20.30, arbitreranno la gara Luca Mogavero di Bellizzi e Flavia Moro di Salerno

VOLANO I CONDORS, SUPERATA SALA NEL BIG MATCH!

Angri Pallacanestro – Diesel Tecnica Sala Consilina 80-71 (14-17, 23-15, 22-23, 21-16)

Ritorna immediatamente ad assaporare il gusto della vittoria l’Angri Pallacanestro nel recupero della 15°giornata contro la Diesel Tecnica Sala Consilina, i ragazzi di coach Costagliola non tradiscono le attese ed al termine di un match giocato con grande energia e solidità mentale superano gli ospiti arrivati nell’agro vogliosi di continuare la loro striscia vincente di sei vittorie. I Condors con questo successo raggiungono il record di 13 vinte e 5 perse e si avviano nel migliore dei modi al tour de force che li vedrà giocare 9 gare tra calendario ordinario e recuperi nei prossimi 28 giorni.

Un pubblico delle grandi occasioni è degna cornice della sfida tra due dirette concorrenti per il vertice della classifica, gli uomini di coach Paternoster approcciano la gara con maggiore decisione con Mbaye autore di 6 punti nel primo quarto sugli scudi. Al contrario i grigiorossi partono contratti e qualche palla persa di troppo alimenta i rapidi contropiede di Merlo&C. Coach Costagliola costretto alla sospensione rasserena gli animi nella prima sospensione sul 7-14, la squadra reagisce positivamente grazie al buon impatto di capitan Chiavazzo ed il primo quarto si chiude sul 14-17 a favore degli ospiti.

Cinque punti di DeLaCruz allungano nuovamente il parziale ospite sul 17-22 ma un ottimo Forino, subentrato per dare respiro a Markovic, prima stoppa Morciano poi con una tripla risponde sul ribaltamento di fronte (20-22) scuotendo il PalaGalvani e dando il là al cambio di marcia angrese. Markovic e Chiavazzo sono protagonisti del parziale di 7-0 che permette ai locali di allungare sino al 27-22. Nuovo ribaltamento di punteggio con Merlo protagonista (29-30) poi è Daunys ben assistito da Markovic a firmare con due triple ed un lay up il nuovo break locale (37-30). Un canestro di Garcia chiude il primo tempo e manda le squadra all’intervallo sul 37-32.

Avvio di terzo quarto di marca ospite, prima Merlo poi Morciano con due triple spingono i propri al nuovo cambio di fronte (37-40), per i locali è il momento di Izzo di salire in cattedra. Tre liberi segnano il nuovo pareggio (40-40) poi due triple consecutive permettono ai grigiorossi di riprendere vantaggio ed inerzia (49-43). Coach Costagliola inizia a mischiare le carte in difesa alternando zona ad uomo, i salesi perdono ritmo e coralità del gioco lasciandosi andare a forzature e tiri fuori equilibrio. Markovic e Daunys diventano sempre più dominanti sotto le plance (42 punti, 32 rimbalzi e 79 di valutazione per il duo straniero angrese) ed il lituano è freddo nel convertire dalla lunetta i tanti tiri liberi conquistati. Un canestro di capitan Chiavazzo allunga sino al +8 (59-51) a 25” dalla fine prima che un dubbio fallo antisportivo gli venga sanzionato, Garcia sigla 1/2 dalla lunetta e nel possesso successivo si schianta contro l’aiuto di Iannicelli per uno sfondamento non sanzionato, la palla arriva in angolo nelle mani di Morciano che con uno dei suoi pochi squilli di giornata riporta nuovamente sotto gli ospiti sul 59-55.

I Condors non si disuniscono, in difesa stringono ancor più le maglie mischiando le idee agli ospiti con una difesa matchup mentre sul fronte offensivo prima Markovic poi De Martino e Daunys sono i protagonisti dell’allungo decisivo che tocca il massimo vantaggio sul +15 dopo la terza tripla di giornata del lituano (79-64). A 3’ dalla fine con gli ospiti alle corde i grigiorossi peccano di cinismo, qualche palla persa di troppo ed errore ai liberi non permettono di allungare ulteriormente il vantaggio. Sala ne approfitta e prima con una rubata di Merlo poi con una tripla di DeLaCruz si riavvicina al sul 79-69. Un canestro di Garcia ed un 1/2 di Chiavazzo chiudono il match sul 80-71 a favore dei padroni di casa .

Queste le dichiarazioni di un soddisfatto Coach Costagliola al termine della gara:

“Questa volta i primi complimenti vanno ai miei ragazzi capaci di interpretare ottimamente il piano gara e di rimanere squadra in tutti i momenti decisivi del match. Temevamo il loro talento offensivo, volevamo togliergli capacità di giocare in campo aperto e forzarli a metà campo contro la nostra difesa schierata. Ad inizio gara abbiamo risentito nel giocare ad un ritmo controllato in attacco, dopo i primi 7’ di gioco però siamo entrati nel nostro flow e siamo girati meglio anche offensivamente equilibrando bene gioco e responsabilità. Ci è mancata un pò di cattiveria nei minuti finali, potevamo chiudere meglio e su questo aspetto possiamo ancora migliorare. C’è poco tempo per festeggiare, è già tempo di tornare a giocare e domani a Potenza ci aspetta un altra battaglia dura da vincere.”

Domenica 13 Marzo si torna in campo, i Condors saranno ospiti dell’University Basket Potenza in un altro scontro diretto utile in chiave playoff. Palla a due alle ore 18.00 presso il Pala Pergola di Potenza, arbitreranno la gara i signori Carotenuto e Petruzziello

I tabellini:

Angri: Chirico 4, Izzo 13, De Martino 7, Terzi, Iannicelli, Markovic 17, Cirillo, Di Domenico ne, Ruggiero ne, Chiavazzo 11, Daunys 25, Forino 3. Coach: Costagliola
Sala Consilina: Gangale, De La Cruz 10, Mbaye 8, Misolic 1, Mezzacapo 4, Campaiola, Merlo 17, Garcia 22, Morciano 9, Altavilla ne Castellitto ne, Grottola ne. All. Paternoster

 

SI FERMA A NOVE LA STRISCIA VINCENTE, ANGRI CEDE NEL FINALE A BENEVENTO.

Miwa Energia Benevento – Angri Pallacanestro 72-66 

Si ferma a nove la striscia di vittorie consecutive dell’Angri Pallacanestro che alla terza trasferta consecutiva dopo Caserta ed Agropoli deve cedere il passo ad un Benevento più determinato lungo i 40 minuti di gioco. Determinante il parziale negativo accumulato nel primo quarto e mezzo quando i grigiorossi sono andati sotto anche di 16 lunghezze (29-13) prima di avere importante reazione, rimontare i padroni di casa e mettere la testa avanti per due volte tra la fine del terzo ed inizio del quarto parziale.
Nel finale la poca lucidità offensiva unite ad alcune gravi ingenuità hanno fatto pendere l’ago della bilancia a favore dei padroni di casa.

La partita:

Novità nei due quintetti delle formazioni in avvio, coach Costagliola presenta Iannicelli nello starting five al posto di un acciaccato De Martino mentre sull’altro versante Benevento si gioca la carta dei tre lunghi Alunderis, Ordine e Rusciano insieme per alzare ulteriormente il livello della propria fisicità. La partenza dei padroni di casa è aggressiva e determinata, in un amen confezionano un parziale di 7-0 chiuso da una tripla di Smorra mentre sull’altro versante sono Chirico e Iannicelli con una tripla a sbloccare il punteggio (9-5). Rusciano ed Ordine fanno la voce grossa sotto le plance sia in difesa che in attacco confezionando quattordici punti in due nel parziale che permette a Benevento di alimentare il proprio entusiasmo e chiudere il primo quarto sul 24-13.

Alunderis ed una tripla di Papa allungano il vantaggio sul 29-13 in avvio di secondo quarto e concedere il massimo vantaggio locale sul +16, è una tripla di Cirillo a sbloccare la situazione in casa Angri e dare il via ad un parziale di 8-0 alimentato da un layup in campo aperto di Chiavazzo e dalla seconda tripla di giornata di Iannicelli (29-21) costringendo padroni di casa alla prima sospensione. Smorra ritorna a segnare da tre al rientro in campo (32-21), Cirillo gli risponde nuovamente dalla distanza (32-24) e la partita oscilla sui binari dell’equilibrio sino alla fine del secondo quarto con Benevento che va al riposo in vantaggio di sette lunghezze sul 38-31.

Coach Costagliola rischia De Martino in avvio di terzo quarto, Rusciano allunga con un semigancio mancino sul 40-31 prima che Angri confezioni in un amen un parziale di 8-0 grazie alle realizzazioni di Izzo ed a quattro punti di Daunys (40-39). Alunderis da fiato ai padroni di casa, De Martino con una tripla completa la rimonta siglando il pareggio (42-42) ed è Markovic con un layup su rimessa dal fondo a garantire il primo vantaggio ospite sul 42-44. Il quarto fallo in attacco spinge Daunys sulla panchina spegnendo l’inerzia a favore degli ospiti, la reazione dei padroni di casa viene firmata da Smorra (47-44) cui risponde De Martino su assist di Markovic (47-47). Le squadre arrivano nel finale di terzo quarto dopo i canestri di Rusciano e Iannicelli dalla lunetta in sostanziale equilibrio (54-53).

Un jumper di Naddeo allunga a favore dei padroni di casa (56-53), Cirillo dalla lunetta risponde (56-54) prima che quattro punti tra tiri liberi e lay up di Chiavazzo regalino nuovo vantaggio ed inerzia a favore degli angresi (56-58). Nel miglior momento ospite distrazione difensiva su taglio di Rianna (58-58), palla persa in attacco e quattro punti firmati Ordine ridanno vita ai padroni di casa (62-58) costringendo coach Costagliola alla sospensione. Ordine allunga ancora con un semigancio dal post (64-59) prima che Daunys si rimetta in partita con quattro punti riavvicinando i suoi sul 64-63. Nella stessa azione quando mancano 4’ dalla fine il fallo in attacco di Markovic costringe il serbo all’uscita anticipata per cinque falli, senza il suo riferimento sotto le plance Angri perde equilibrio difensivo ed offensivo lasciandosi andare ad una serie di forzature. Benevento si dimostra più determinata e compatta e con i canestri di Ordine, Alunderis e Rusciano conquista il decisivo vantaggio per le sorti dell’incontro. Un layup di Chiavazzo in taglio sulla linea di fondo fissa il punteggio sul 72-66 finale.

I tabellini:

Benevento: Rianna 2, Papa 3, Manisi 5, Naddeo 2, Smorra 13, Ordine 17, Alunderis 15, Rusciano 15, Laudando ne, Massaro ne, Damiano e. Coach: Parrillo
Angri: Chirico 6, Izzo 6, De Martino 8, Terzi, Iannicelli 8, Markovic 10, Cirillo 7, Di Domenico ne, Cascone ne, Chiavazzo 10, Daunys 11, Forino. Coach: Costagliola

Queste le dichiarazioni di Coach Costagliola al termine della gara:

“Complimenti a Benevento per la vittoria meritata, oggi hanno dimostrato maggiore determinazione e compattezza di squadra rispetto a noi. Abbiamo avuto un avvio pessimo dell’incontro con poca energia emotiva e scarsa fisicità, due aspetti che sapevamo esser loro punti di forza. Quando abbiamo pareggiato questo livello psicofisico, abbiamo ritrovato i nostri equilibri migliori e siamo stati capaci di girare l’inerzia della gara a nostro favore recuperando un margine importante. Nei momenti in cui dovevamo dare spallate decisive abbiamo commesso ingenuità clamorose che ci hanno destabilizzato, nel finale siamo stati poco squadra e ci siamo affidati a soluzioni individuali che non hanno portato a nulla.”

Nel prossimo turno si torna a giocare al PalaGalvani dopo oltre due settimane, a fare visita ai Condors ci sarà la capolista Basket Lamezia. L’appuntamento per tutti i tifosi ed appassionati è per Domenica 6 Marzo alle ore 18.30.

Givova Ladies, battuta la Pallacanestro Catanzaro 92-47.

Givova Ladies – Pallacanestro Catanzaro: 92-47

Torna alla vittoria e resta in scia al duo di testa della classificala Givova Ladies, che fa suo in maniera netta il match casalingo contro la Pallacanestro Catanzaro valevole per il recupero della quarta giornata del girone di ritorno del campionato di B. Il punteggio di 92-47 è chiaro, con le ragazze di coach Ottaviano che sono state brave a non sottovalutare il team calabrese, fanalino di coda del campionato giunto però in terra campana con voglia e spirito. Alla fine della gara sono state in cinque le atlete doriane a chiudere in doppia cifra mentre tutte hanno avuto spazio di giocare, a testimonianza della crescita avuta durante tutta la stagione.

E’ una vittoria importante, che lancia le doriane verso la parte finale del Campionato prima e la seconda fase poi, da affrontare con ambizione e voglia di stupire.

Queste le parole di coach Ottaviano al termine del match:

“Complimenti a Catanzaro che con un gruppo di ragazzine non ha mai mollato fino agli ultimi secondi. Codispoti ha fatto una super partita e mi fa piacere. Noi abbiamo lavorato abbastanza bene in difesa ma dobbiamo alzare l’asticella ancora di più per giocarcela contro le Big. In attacco abbiamo fatto circolare bene la palla prendendo tiri piazzati, ottimo anche il lavoro il contropiede, siamo una squadra che corre tanto dobbiamo sfruttarlo ancora di più. Sarà una settimana intensa in vista della sfida di domenica contro Partenope. Dobbiamo farci trovare pronte. All’andata abbiamo sofferto la loro fisicità, cercheremo d imporre il nostro gioco e portare a casa due punti importantissimi.
Ringrazio tutti i tifosi che ci sostengono ogni partita e la società sempre presente, per noi conta tantissimo sentire la vicinanza di tutti.”

Prossimo appuntamento Domenica 27 Febbraio, in trasferta, contro l’ostica Pallacanestro Partenope.

L’ANGRI PALLACANESTRO SUONA LA NONA SINFONIA, ESPUGNATA AGROPOLI

New Basket Agropoli– Angri Pallacanestro 77-95 (20-32; 17-14; 20-30; 20-19)

L’Angri Pallacanestro espugna il difficile campo di Agropoli, conquista la nona vittoria consecutiva e si attesta con un record di 12 vinte e 4 perse al quarto posto in classifica a distanza di sole due lunghezze dal trio di testa composto da Caserta, Lamezia e Sala Consilina. Una vittoria importante, giunta al termine di una prestazione offensiva sontuosa, che conferma l’ottimo trend di crescita in questo principio di 2022 ed è buon auspicio per il ciclo di ferro che ancora attende i Condors, a partire dalla prossima trasferta (terza consecutiva) in quel di Benevento.

La partita:
Partenza al fulmicotone per i ragazzi di coach Costagliola, il trio Izzo-De Martino-Markovic buca in sequenza per tre volte consecutive la retina dalla distanza mentre sull’altro fronte risponde Mavric sempre da tre(3-9). L’attacco angrese trova canestri anche da sotto con gli altri due membri del quintetto iniziale Chirico e Daunys ed il parziale si allarga sul 5-15 al 4’ costringendo la panchina locale alla sospensione. Izzo e Daunys puniscono ancora da tre il passaggio di difesa a zona dei locali ma sull’altro versante prima Mavric trova la seconda tripla di giornata poi il temuto cecchino Pekic si mette in partita con due triple consecutive. Un canestro con aggiuntivo di capitan Chiavazzo sulla sirena chiude un primo quarto da 20-32.

I Condors continuano a macinare gioco nel secondo quarto ma le polveri si bagnano, calano le percentuali e si abbassa il punteggio. Forino sostituisce egregiamente Markovic, con una buona dose di esperienza frena l’irruenza dei lunghi locali mentre sul fronte opposto prima segna poi assiste Chirico per un comodo layup. Agropoli rimane in gara aggrappata alle iniziative di un Pekic straripante, 9 punti del bomber slavo avvicinano i locali sino al -6 ma nel finale di quarto è una tripla di un positivo Cirillo a conclusione di un’azione corale a chiudere sul 37-46 il parziale a favore degli ospiti.

Riparte a razzo l’Angri Pallacanestro nel terzo parziale, i cilentani provano a mischiare le carte in difesa ma i grigiorossi sono lucidi nel creare costantemente vantaggi e tiri aperti. Un Izzo sempre più solido concretizza da tre dall’angolo un bell’assist di De Martino, successivamente i due si scambiano i ruoli ed è l’esterno classe 91’ ad accedersi con due triple ed otto punti consecutivi. Agropoli prova a resistere aggrappandosi all’orgoglio dei due slavi Pekic e Mavric ma il parziale si allarga ulteriormente quando è il turno di Daunys a bucare la retina dalla distanza. Il terzo quarto si chiude sul +19 (57-76).

Una rubata di Chiavazzo chiusa con layup da il massimo vantaggio sul +21 in avvio di quarto parziale, gli angresi calano l’attenzione ed un mai domo Agropoli ne approfitta rimettendosi emotivamente in partita grazie ad un 9-0 firmato Norci e Pekic (73-85) a 4’ dalla fine. Il tempo per coach Costagliola di richiamare i suoi a mantenere alta la concentrazione ed al rientro in campo è Markovic con cinque punti consecutivi a mettere la staffa sul match e chiudere la sua solita giornata in ufficio da 19 punti, 20 rimbalzi, 3 assist per un 43 di valutazione finale.
Il tabellone finale recita 77-95 ed i grigiorossi possono festeggiare la nona vittoria consecutiva insieme al folto numero di tifosi al seguito.

I tabellini:
New Basket Agropoli: Norci 3, Bevilacqua, Farese 3, Pekic 32, Lepre 4, D’Urzo, Borrelli 5, Dell’Omo 14, Mavric 16. Niang ne, Cogliano ne All. Lepre

Angri Pallacanestro: Chirico 8, Izzo 14, Terzi, Iannicelli, Markovic 19, Cirillo 3, Forino 2, De Martino 16, Di Domenico 2, Cascone ne, Daunys 22, Chiavazzo 9. Allenatore: Costagliola

Queste le dichiarazioni di un soddisfatto Coach Costagliola al termine della gara:

“Vittoria importante su un campo ostico contro una squadra dotata di talento fisico e tecnico, capace nel girone di andata di venire ad Angri e prendersi due punti. La squadra ha girato molto bene per larghi tratti di partita, abbiamo costruito sempre tiri aperti e pur non eccellendo nelle percentuali da tre (12/36 il dato finale) siamo riusciti a segnare 95 punti fuori casa. In difesa un passo indietro rispetto agli standard ultimali ma bravi loro a punire ogni nostra minima disattenzione. Abbiamo ancora momenti di pausa all’interno della gara, dobbiamo lavorare per eliminarli e mantenere sempre alta la tensione nelle collaborazioni offensive e difensive.”

Un week end di riposo attende adesso i grigiorossi; i ragazzi cari al Presidente Campitiello torneranno in campo Domenica 27 Febbraio a Benevento per un altro scontro diretto importante ai fini della classifica.

Rush finale per le Givova Ladies: ultime 3 gare di Campionato e poi la seconda fase.

Salerno Basket ’92 – Givova Ladies: 66-51 

Trasferta amara per le Givova Ladies. Sul parquet del PalaMatierno, infatti, le ragazze di coach Ottaviano devono alzare bandiera bianca al cospetto della capolista Salerno Basket ’92, brava ed abile ad imporsi con il risultato di 66-51. Match vibrante ed equilibrato quello andato in scena tra la prima e la terza forza del Campionato, con le Ladies che, nonostante la sconfitta, hanno dimostrato grande carattere e grande spirito di squadra, provando fino alla sirena finale a impensierire le padrone di casa. Dopo due quarti di grande e sostanziale equilibrio è nella seconda parte di gara che si materializza il successo delle padrone di casa, abili a trovare lucidità in difesa e cinismo in attacco e non permettendo a Sicignano e compagne di provare a rientrare in partita.

Non c’è tempo però per piangere sul latte versato. Le doriane, infatti, dovranno ora affrontare il rush finale in Campionato, con le ultime tre partite in programma, per poi affrontare la fase ad orologio e continuare a sognare in grande. Appuntamento a Sabato 19 Febbraio alle ore 19:00 quando, al PalaGalvani, arriverà Catanzaro.

Queste le parole di coach Ottaviano:

“Non tutti i mali vengono per nuocere. Sono soddisfatto della crescita di squadra che le ragazze hanno avuto in questi mesi di lavoro e che abbiamo dimostrato in questa partita, al cospetto della prima in classifica. Abbiamo provato sempre a giocare la nostra pallacanestro, senza snaturare la nostra identità ed il nostro stile di gioco. Purtroppo non è andata come auspicavamo ma non posso e non possiamo non essere fieri di queste ragazze. Ora dobbiamo stare concentrati ed affrontare le ultime 3 partite, a partire dal match contro Catanzaro, con attenzione e senza abbassare la guardia. E’ il momento giusto per capire il nostro livello, per continuare a lavorare piedi per terra e per terminare questa prima fase di Campionato nella miglior posizione possibile per poi pensare e dedicarci al 100% alla fase ad orologio.”

SALERNO: Valerio 9, Orchi 28, Berenyte 8, De Mitri 6, Ghiran ne, Mancuso 5, Opacic 10, Globyte ne, Coppola ne, Scolpini, Capriati, De Nicolo. All: Russo.

ANGRI: Iuliano 2, Sicignano 4, Manna 4, Maresca, Nastro, Sapienza 14, Stoyanova 14, Mazzullo 4, Tolardo 9, Carotenuto, Falino, Cesarano. All: Ottaviano.