ANGRI, CONTRO MARIGLIANO AL PALAGALVANI INIZIA IL TOUR DE FORCE. SANFILIPPO: “CHI GIOCA DOVRA’ FARSI TROVARE PRONTO”

Comincia la striscia di partite di ferro per l’Angri Pallacanestro. Saranno ben quattro gli impegni nel giro di undici giorni per i grigiorossi, che cominceranno giovedì sera al PalaGalvani contro Promobasket Marigliano, con palla a due alle ore 20,30. Succederanno la trasferta di Rende la prossima domenica, il derby casalingo contro Power Basket Salerno l’8 dicembre e infine la prima di ritorno l’11 in casa di University Basket Potenza. Per l’Angri dovrebbe esordire Globys, che si mostrerà per la prima volta dinanzi ai suoi nuovi tifosi al pari del compagno Bucciol. Solo all’ultimo si avranno notizie sul rientro di Orsini. Di fronte ci sarà un avversario ben allenato da coach Mariano Gentile, che finora ha sbalordito tutti.

Queste le parole del tecnico Nino Sanfilippo. “E’ un impegno difficile, poiché Marigliano sta dimostrando una costanza di rendimento ed è costruita in maniera ben definita. Ha un quintetto con giocatori provenienti dalla B. In particolare possiedono uno straniero importante come Raupys, un tiratore come Pekic e un riferimento interno come Spera. Noi dobbiamo provare a giocare la migliore gara possibile. Stiamo inserendo Globys e dobbiamo metterlo nelle condizioni migliori. Sappiamo che ci aspetta un calendario difficile. Noi dovremo giocare al massimo, tenendo ampie rotazioni. Saranno sfide durissime, quindi chi sarà chiamato in causa dovrà farsi trovare mentalmente pronto”.

ANGRI FEMMINILE, NON BASTA L’IMPEGNO CONTRO NEW BASKET AGROPOLI PAESTUM: NUOVO STOP AL PALAZAULI

L’Angri Femminile perde 67-49 contro la New Basket Agropoli Paestum al PalaZauli di Battipaglia. Non basta l’impegno per le ragazze di coach Francesco Iannone, costrette a un nuovo stop contro un avversario che lotta per le prime posizioni.

Parte meglio l’Angri che piazza lo 0-4 con Manna e Sapienza. Ma Federica Chiovato e Seka premono il piede sull’acceleratore e mettono le locali con il naso avanti con un break do 10-0 (10-4). E’ Sicignano a rompere l’inerzia con la tripla del 10-7. Federica Chiovato, per le padroni di casa, è incontenibile e rimanda indietro le ospiti per il 14-7. Catalani si fa trovare pronta nel pitturato e dalla distanza andando segno con il 16-13. Sul finire, per la New Basket Agropoli Paestum, sale in cattedra De Feo, che infila la bomba sulla sirena del 21-14 con cui si conclude la prima frazione. Nel secondo periodo prosegue il forcing per le locali, che scappano sul 27-14 con Seka e Castelli. Così coach Iannone è costretto al timeout. Angri sblocca il proprio score dopo quasi 6’ con un libero di Sicignano (27-15). Le grigiorosse scendono sotto la doppia cifra di svantaggio con Sapienza che firma il 27-19. Poi Catarozzo e Lombardo sono protagoniste del nuovo allungo per il 31-20 con cui si va al riposo.

Alla ripresa delle ostilità Sapienza e Manna accorciano sul -4 (31-27). Le cilentane superano le difficoltà con De Feo e Seka per il nuovo +10 (41-31). Le grigiorosse hanno qualche problema di troppo a rimbalzo e concedono troppe seconde chance alle locali che volano sul 53-35 all’ultimo riposo. Nel quarto periodo la New Basket Agropoli Paestum respinge i timidi tentativi di rientro di Angri.

New Basket Agropoli Paestum-Angri Femminile 67-49

New Basket Agropoli Paestum: Lombardi 2, Seka 12, Marino, Castelli 4, Ferrara, Catarozzo 2, De Feo 11, B. Chiovato 12, Feoli 2, F. Chiovato 16, Cavallo 4, Mastursi 2. All. Di Pace

Angri Femminile: Iuliano, Sicignano 12, Catalani 4, Stigliano n.e., Manna 12, Dati 1, Nastro, Sapienza 14, Cesarano, Falino 4, Manganiello, Capriati 2. All. Iannone

Arbitri: Auricchio e Iorio

Parziali: 21-14, 31-20, 53-35

ANGRI FEMMINILE IN CASA DELL’IMBATTUTA NEW BASKET AGROPOLI. SICIGNANO: “UNITE PER USCIRE DALLE DIFFICOLTA’”

Brucia ancora l’ultima sconfitta casalinga dell’Angri Femminile. La compagine di coach Francesco Iannone viene da una striscia di tre ko di fila e ora sarà chiamata a una sfida difficile. Sabato al PalaZauli di Battipaglia, con palla a due alle 19, il match contro il New Basket Agropoli Paestum. Le cilentane, che presentano nel roster tutte giocatrici under 19 dell’A2 battipagliese, è ancora imbattuta in regular season. Un incontro per nulla facile per le le grigiorosse. A parlare della sfida la capitana Giusy Sicignano.

“Pesa molto la sconfitta di domenica scorsa. Abbiamo giocato una buona gara per i primi tre quarti poi perdere il nostro punto di forza (Sapienza ndr) ci ha messe in difficoltà e le avversarie sono state brave ad approfittarne, ci rialzeremo.  Ci dobbiamo unire e farci forza l’una con l’altra, sapere che possiamo contare su tutte noi, giocare insieme come abbiamo dimostrato di saper fare. Ora tocca farlo più che mai per poter uscire da questo momento difficile. Contro la New Basket Agropoli Paestum non sarà facile. Veniamo da una serie di sconfitte e loro sono imbattute, non per questo ci facciamo buttare giù. Disputeremo la nostra partita al meglio. Non abbiamo nulla da perdere, solo da guadagnare. Insieme”.

L’ANGRI PALLACANESTRO COMPLETA IL ROSTER CON IL LITUANO ANDRIUS GLOBYS

L’Angri Pallacanestro è lieta di comunicare l’avvenuto ingaggio di Andrius Globys, ala pivot lituana di 2 metri classe ’95. Con il suo arrivo coach Sanfilippo avrà così a disposizione un giocatore d’esperienza, che possa aiutare la squadra sia in termini di punti che di rimbalzi. Oltre alla fisicità il lungo grigiorosso è anche dotato di buone mani sia al tiro che nel servire i propri compagni. Nel corso della sua carriera Globys ha praticamente sempre giocato in Lituania. Il neo Condor ha vestito le casacche del Suduva, del Silute e del Delikatesas in Nkl, equivalente al secondo campionato nazionale. Poi un’esperienza, nell’annata 2020/2021 nella massima serie islandese con il Thor Ak (11,8 punti e 6,3 rimbalzi di media), prima di fare rientro in patria al Telsiai (6,5 punti e 4,4 rimbalzi). Infine l’approdo a Angri.  Il suo esordio è previsto per il prossimo 1 dicembre, quando verrà recuperata al PalaGalvani la sfida contro Promobasket Marigliano.

Ecco le prime parole di Globys da giocatore dell’Angri Pallacanestro: “Finora l’esperienza è stata davvero buona con lo staff e la squadra che sembrano davvero simpatici. Sono felice di essere qui e spero di aiutare l’Angri Pallacanestro a vincere ogni partita”.

Queste le dichiarazioni del presidente Alfonso Campitiello. “Con Globys completiamo il nostro roster. Era importante rinforzare la squadra per avere un giusto mix tra giovani e uomini d’esperienza. Non dimentichiamo che abbiamo elementi come Granata, Ruggiero e D’Apice, quest’ultimo attualmente infortunato e al quale rivolgo i migliori auguri di pronta guarigione, che rappresentano i migliori lunghi under della C Gold. Siamo sempre presenti sul mercato, sia in entrata che in uscita. Tutti devono essere pronti, perché nel nostro Dna c’è sempre quello di arrivare ai massimi obiettivi. Ringrazio per la buona riuscita dell’operazione il nostro ds Tony Benincasa e i procuratori Andrea Capasso e Erminio Mazzone”.

L’ANGRI FEMMINILE SI FERMA ANCORA: FASANO VINCE AL PALAGALVANI

Terza sconfitta di fila per l’Angri Femminile. Le ragazze di coach Francesco Iannone cedono il passo (69-73) al Basket Fasano, in una gara per lunghi tratti comandata. Poi un finale convulso, che ha visto uscire anche per falli Sapienza, ha premiato le ospiti.

Manna e Capriati rispondono alle locali con il 7 pari con cui si aprono le ostilità. Poi sale in cattedra Manna che infila le triple del 13-8 che infiammano il PalaGalvani. Fasano è compagine compatta e si rifà sotto mettendo il naso avanti sul 13-14. Un tiro realizzato, su rimbalzo d’attacco, da Capriati chiude la frazione sul 15-14. Nella seconda frazione si fa notare Iuliano, che mette a segno la bomba del 19-16. Angri respinge gli attacchi delle pugliesi e si porta sul +7 (25-18) con Falino e Capriati. Le ospiti sono brave a punire gli errori banali delle angresi e si rimettono in carreggiata con Tagliamento che segna il 31-29. Le locali mantengono il vantaggio con Manna e si va al riposo sul 37-33 con i due liberi realizzati ancora da Tagliamento.

Al rientro si fa vedere subito Sapienza con il canestro e fallo che vale il 40-35. Le ospiti non lasciano scappare via le angresi, che si affidano sempre alla loro lunga per mantenere il gap (44-40). Poi è Iuliano a portare le sue compagne sul 48-40. Il forcing di Angri prosegue e Capriati infila la bomba del 53-43. Un 2/2 di una positiva Falino portano la gara all’ultimo riposo sul 55-44. Nella quarta frazione Angri tenta di scappare definitivamente via con Manna, ma dalla lunga distanza Fasano la riapre per il 63-59. E’ Capriati a ricacciare indietro le avversarie con il gioco da tre punti del 66-59. Le viaggianti non si fanno intimidire e la riaprono definitivamente sul 68 pari. Negli istanti conclusivi succede di tutto, poi la precisione ai liberi premia le ospiti che conquistano i due punti.

Angri Pallacanestro Femminile-Basket Fasano 69-73

Angri Pallacanestro Femminile: Iuliano 14, Sicignano 1, Stigliano n.e., Manna 18, Dati 2, Nastro, Sapienza 10, Cesarano n.e., Falino 6, Manganiello, Capriati 18. All. Iannone

Basket Fasano: Tamborrino, Mangione 7, Porcu 9, Laera 7, Spagnolo 6, Mollica 3, Tagliamento 19, Ghiran, Pinto n.e., Vacca, Gismondi 22, Monopoli n.e.. All. Olive

Arbitri: Ferretti e Bombace

Parziali: 15-14, 37-36, 55-44

L’ANGRI SI SBLOCCA: VIOLATO IL PARQUET DI LAMEZIA AL FOTOFINISH

Dopo due ko di fila torna al successo l’Angri Pallacanestro. I ragazzi di coach Nino Sanfilippo violano il campo di Lamezia (70-72) grazie a una prestazione di grande sacrificio. I grigiorossi, privi di Orsini e con Bucciol all’esordio dopo un solo allenamento, rialzano la china dopo le ultime prove sotto tono. Da annotare il ventello di Rubinetti e Louiserre e i 14 di un Izzo decisivo nei possessi decisivi.

Nel primo periodo l’Angri dimostra di essere arrivata in Calabria concentrata e giunge sul 19-10. Poi sul finire sale in cattedra Boffelli che permette ai padroni di casa di chiudere sul 21 pari. Nella seconda frazione è sempre l’argentino a realizzare il 23-21, facendo mettere il naso avanti ai lametini. Sono Louiserre e Iannicelli, con due bombe, a ribaltare il punteggio (25-29). La difesa grigiorossa costringe a pessime percentuali i locali e Granata e Izzo ne approfittano per realizzare il +9 (27-36). Lamezia non si disunisce e torna con veemenza con Molinario e Vita Sadi per il 34-36, che costringe Sanfilippo al time out. Poi due liberi di Monier spediscono la contesa sul 36-37 all’intervallo.

Alla ripresa è Rubinetti a trascinare i suoi sul 38-44. Pure in questa occasione, però, Lamezia non si fa spaventare e ribalta la situazione con Labovic e Seye Babacar (46-44), protagonista di un break di 8-0. I padroni di casa tentano di scappare via, ma Angri si tiene in linea di galleggiamento con l’ottimo Rubinetti (52-50). Louiserre sbaglia l’appoggio del sorpasso e così i lametini possono andare all’ultimo riposo sul 57-53. Nel quarto periodo Izzo si conquista l’antisportivo che vale il 57 pari. Malgrado l’imprecisione ai liberi Lamezia mantiene il gap con Biasich (62-59). Izzo e Louiserre si intendono alla perfezione e rimettono Angri avanti per il 62-63. Il finale è al cardiopalma. Un infuocato Izzo mette a segno il siluro del 68-71 con meno di 1’ da giocare. I possessi cruciali sono concitati. Da una parte e dell’altra si succedono gli errori. Izzo fa 1/2 dalla linea della carità a 4’’ dalla fine. Rodrigo tenta il tutto per tutto, ma la difesa tiene. Angri espugna Lamezia.

Golemsoftware.com Lamezia-Angri Pallacanestro 70-72

Golemsoftware.com Lamezia: Biasich 12, Molinario 7 Monier 9, Datuowei 7, Fazzari n.e., Seye 4, Vita 13, Boffelli 16, Lopez Royo n.e., Miscimarra, Labovic 2, Tagliano. All. De Martino

Angri Pallacanestro: Izzo 14, Di Domenico n.e., Granata 7, Ruggiero 1, Di Palma n.e., Iannicelli 6, Bucciol, Louiserre 20, Rubinetti 20, Chiavazzo 4. All. Sanfilippo

Arbitri: Cristarella e Gerardis

Parziali: 21-21, 36-37, 57-53

L’ANGRI PALLACANESTRO ANNUNCIA L’ARRIVO DEL PLAY-GUARDIA RICCARDO BUCCIOL

L’Angri Pallacanestro è lieta di comunicare di aver trovato l’accordo per il tesseramento di Riccardo Bucciol, play-guardia classe ’02 che aveva cominciato la stagione in Sicilia alla Melfa’s Gela Basket.

Originario di Treviso, il nuovo acquisto grigiorosso ha trascorso tutta la trafila delle giovanili all’Oderzo. Poi nella passata stagione il passaggio a Corato, formazione con cui ha vinto il campionato di C Gold pugliese totalizzando 4,3 punti di media per allacciata di scarpa con un high di 17. Con Gela, invece, aveva innalzato la sua vena realizzativa arrivando a segnarne quasi 15 a sera.

Bucciol si aggiungerà stasera alla truppa di coach Nino Sanfilippo e sarà a disposizione per la prossima importante trasferta di domenica sul parquet di Basketball Lamezia, con palla a due alle 18.

Queste le parole del nuovo arrivato dopo la firma. “Sono contento di iniziare questa esperienza, mi hanno parlato molto bene dell’Angri Pallacanestro e so che è una società ambiziosa. Spero di poter aiutare la squadra a raggiungere gli obiettivi che si era prefissata”.

A margine della trattativa conclusa anche le dichiarazioni del presidente Alfonso Campitiello. “Siamo sempre attivi sul mercato e pronti a puntellare un roster già forte e competitivo. Continueremo a essere vigili e attenti a seconda delle esigenze. Il campionato è lungo e sicuramente c’è bisogno di prestare attenzione. Accogliamo un altro giovane fra le nostre fila, che ha vinto il campionato a Corato nella passata stagione. Siamo soddisfatti dell’operazione”.

Per la buona riuscita dell’operazione, infine, si ringraziano la Melfa’s Gela Basket e il procuratore Mauro Lot.

ANGRI FEMMINILE OSPITA FASANO AL PALAGALVANI. IANNONE. “C’E’ VOGLIA DI DIMENTICARE GLI ULTIMI DUE KO”

L’Angri Femminile torna al PalaGalvani per ospitare il Basket Fasano. Le ragazze di coach Francesco Iannone vengono da due sconfitte consecutive, patite contro Nasce un Sorriso Salerno e Basilia Potenza. Ora ci sarà la possibilità provare a invertire la rotta questa domenica, con palla a due alle ore 18,30. A presentare l’incontro è proprio il tecnico grigiorosso, che ha provato a spronare le sue ragazze.

“Veniamo da due partite giocate a ritmi altissimi. Sono state gare dispendiose sia a livello fisico che emotivo. A Potenza ha contato tanto la lucidità sui 40 minuti. Ne è testimonianza il punteggio parziale del terzo quarto che ci ha viste attaccate alla squadra di casa. Nel complesso sono felice per entrambe le prestazioni offerte, per la qualità del gioco espresso e per l’agonismo messo in campo contro due delle 5 squadre del girone che ad oggi reputo più pronte di noi.

Nella seduta video di martedì ho calcato e sottolineato quanto di buono fatto in questi due partite perché dobbiamo prendere sempre più consapevolezza del percorso di crescita che stiamo affrontando e dei miglioramenti che stiamo facendo.

Contro Fasano sarà una partita difficile per vari aspetti. La squadra pugliese ha forti individualità: penso, tra tutte, alle varie Tagliamento e Porcu, giocatrici di ottimo livello fisico e tecnico

Ci muoverà certamente la voglia di riprendere a vincere e la rabbia per due partite perse si contro squadre attrezzate per il salto di categoria, ma giocate per larghi tratti alla pari.

Le mie ragazze non mollano mai e se c’è qualcosa in particolare che oggi noi tutti desideriamo, è quella di tornare alla vittoria e metteremo il massimo impegno per far sì che ciò accada”.

ANGRI AI MINIMI TERMINI: MONDRAGONE PASSA AL PALAGALVANI. CAMPITIELLO: “MOMENTO BRUTTO, UNITI NE USCIREMO”

Angri si spegne contro la Fugigreno Mondragone al PalaGalvani. I ragazzi di coach Nino Sanfilippo incappano nella seconda sconfitta di fila, la prima interna della stagione, perdendo 64-83 dinanzi al pubblico amico. Gara contraddistinta dal nervosismo, ma soprattutto dagli infortuni. I grigiorossi erano già privi di Louiserre, poi hanno perso Orsini, tra i migliori fino a quel momento, nel terzo periodo e anche capitan Chiavazzo nelle battute conclusive.

E’proprio Orsini dopo più di 2’ a rompere l’iniziale 0-0. Entrambe le squadre fanno fatica a segnare e il punteggio ne risente. Iannicelli arma la mano dalla lunga distanza e piazza la tripla del 5-0. Gli ospiti cominciano a svegliarsi e accorciano le distanze con Jelicic e Ani (5-4). Orsini è ispirato e va a schiacciare per il 9-4, che costringe Mondragone al timeout. Si segnala anche la buona presenza di Ruggiero che fa lievitare il vantaggio fino al +7 (14-7). Ani tenta di reagire per i viaggianti, ma dall’altra parte Rubinetti e Izzo replicano prontamente per il 18-12 con cui si conclude la frazione. La seconda frazione si apre con Granata che si fa notare con 4 punti in fila (22-14). Mondragone non molla di un centimetro e accorcia con Ani e Ratkovic per il 22-19. Stavolta è Sanfilippo a dover fermare la partita. Angri è compatta e ricaccia indietro gli ospiti con il siluro di Orsini (27-21). Il play grigiorosso fornisce anche a Ruggiero l’assist per il 29-22, che dà fiducia ai locali. Iannicelli è caldo e brucia la retina con due bombe per il 35-26. Ouro Bagna si fa notare nel pitturato e riduce il gap fino al -5 (35-30). I casertani aumentano il proprio forcing e si rimettono in partita con Markovic (39-37). Sul finire Mondragone riesce a realizzare anche il 39-40, con cui si va all’intervallo.

Al rientro Chiavazzo appoggia in penetrazione il 41-40. Ouro Bagna, però, è implacabile e realizza la tripla del 41-43. Angri si innervosisce e anche a causa di un antisportivo a Izzo scivola sul -13 (41-54) con Jelicic letale dal perimetro con tre conclusioni di fila realizzate. Sono Rubinetti e Granata a rompere il break per il 48-54. L’impegno dell’esterno laziale viene vanificato da un miracolo dalla lunga distanza di Ani per il 50-59. Ed è con questo punteggio che si va alla quarta frazione. Nell’ultimo periodo la Fugigreno accelera e annichilisce Angri. Ani e Ouro Bagna sono scatenati e piazzano il break di 16-0, che spezza le gambe ai grigiorossi (50-75). Izzo rompe finalmente l’incantesimo con la penetrazione del 52-75. I padroni di casa sprofondano fino al 57-83. Negli istanti finali Di Palma e Di Domenico fissano il punteggio sul 64-83.

Questo il commento del presidente Alfonso Campitiello a margine della dura sconfitta. “Stiamo attraversando un momento bruttissimo. Purtroppo siamo piegati da tanti infortuni r veniamo da giorni in cui ci stiamo allenando male. Troveremo delle soluzioni per superare questo periodo, perché Angri non molla mai. Insieme ne usciremo”.

Angri Pallacanestro-Fugigreno Mondragone 64-83

Angri Pallacanestro: Izzo 4, Di Domenico 5, Granata 8, Ruggiero 8, Iannicelli 12, D’Apice, Orsini 11, Rubinetti 10, Di Palma 4, Chiavazzo 2. All. Sanfilippo

Fugigreno Mondragone: Pagliaro 3, Stivaletta 9, Ratkovic 7, Marinovic 11, Comollo n.e., Ani 20, Ouro Bagna 14, Jelicic 17, Okoro, Marziali 2, Ujiadughele, Ehigiamusoe. All. Fabbri

Arbitri: Del Gaudio e D’Aiello

Parziali: 18-12, 39-40, 50-59

ANGRI FEMMINILE CEDE ALLA DISTANZA: POTENZA VINCE DI 20

Secondo ko consecutivo per l’Angri Femminile che perde al PalaPergola (70-50) contro Basilia Basket Potenza. Non bastano 20’ di grande temperamento per le ragazze di coach Francesco Iannone, che calano nella ripresa.

Le ragazze angresi soffrono la maggiore precisione da parte delle padrone di casa. Sono un’ottima Sapienza a rimbalzo e Manna a tenere le grigiorosse in linea di galleggiamento alla fine del primo periodo (18-14). Nel secondo periodo ancora Manna e Capriati firmano il sorpasso (18-20), che costringe Potenza al timeout d’urgenza. E’ Babych a punire la difesa ospite e a tenere le locali con il muso avanti (23-20).  Angri dimostra di avere coraggio e con Manna firma il 27 pari con cui si torna negli spogliatoi. Dopo l’intervallo coach Iannone decide di buttare nella mischia anche Iuliano. Ma le lucane provano ad allungare fino al 42-37 con cui si va all’ultimo periodo. Potenza sale di tono e ancora con la precisa Shmatova e la solita Babych vola sul 57-39. Capriati accorcia fino al 64-50, ma ormai è troppo tardi. Vince Potenza, con Angri che non si sblocca.

Basilia Basket Potenza-Angri Femminile 70-50

Basilia Basket Potenza: Herasymenko, Molinari n.e., Auletta n.e., Babych 29, Crovatto 2, Marino, Shmatova 24, Venerato n.e., D’Angola n.e., Giammaria n.e., Contreras, Mastrototaro 15. All. Luongo

Angri Femminile: Iuliano, Sicignano, Catalani, Stigliano n.e., Manna 20, Dati, Nastro n.e., Sapienza 18, Cesarano n.e., Falino 2, Manganiello, Capriati 10. All. Iannone

Arbitri: Petrisco e Raffa

Parziali: 18-14, 27-27, 42-35