Angri va a caccia del blitz esterno contro Isernia.

a quarta giornata del campionato di Serie C Gold coincide con la prima trasferta extra-regionale dell’Angri Pallacanestro che, Domenica 27 Ottobre, alle ore 18:00, affronterà Il Globo Basket Isernia al PalaVezzieri di Campobasso.

Sarà una sfida tra due squadre ambiziose e che in questo avvio di stagione hanno già palesato propositi di alta classifica ed ambizioni importanti, in linea con gli sforzi fatti e gli organici di entrambi i club. Proprio per questi motivi, dunque, ci aspetta un match equilibrato e con ha tanti spunti di osservazione per entrambi i tecnici.

Il fattore emotivo e le motivazioni giocheranno un ruolo basilare in questa delicata sfida, nella quale non vanno però omessi gli aspetti tecnici e fisici dei rispettivi roster, che, a meno di defezioni dell’ultim’ora, dovrebbero affrontarsi al gran completo. Particolarmente temuti sono la guardia Lebo (19.5 punti :8 media) e l’ala piccola Kahka(10 punti di media), così come il compagno di reparto Rotislav (8.5 punti di media), ai quali vanno aggiunti atleti del calibro dell’ala piccola Martini, della

guardia Triggiani, del playmaker Orefice, della guardia Chessa, del vetarano Guarino e dei lunghi Sophony e Ndiaye. Insomma, un organico di tutto rispetto e che si candida ad essere la forza numero 1 del campionato.

Si prospetta dunque un impegno ostico per i ragazzi di coach Costagliola che però, rinvigoriti dalle 2 vittorie consecutive, tenteranno di portare a casa la terza vittoria consecutiva e la prima in trasferta.

È dello stesso avviso anche il coach dei doriani, Massimo Costagliola:

Faremo visita ad una delle squadre partite con il dichiarato obiettivo di voler vincere il campionato. Isernia è una squadra che ha fatto un mercato importante, si è coperta in ogni ruolo, prendendo giocatori con taglia fisica notevole sotto canestro e con esperienza per la categoria sul perimetro. I due stranieri, Lebo e Tonchev, che occupano gli spot di ala hanno qualità tecniche e conoscenza del gioco superiori alla media, anche gli under che entrano nella rotazione sono interessanti ed hanno possibilità di incidere. Amano giocare a ritmi alti, allungare spesso la pressione difensiva e dare vita ad un sistema molto energico fatto di rotazioni continue.Noi abbiamo lavorato bene durante la settimana, con l’obiettivo di consolidare le certezze nate dalla prestazione contro Salerno e migliorare qualche disattenzione che comunque c’è stata.La squadra è in fiducia, tutti sono pronti a dare il loro contributo, se giochiamo con attenzione ed uguale determinazione possiamo pensare di lottare sino alla fine e conquistare la posta in palio.”

Aggiungi ai preferiti : Permalink.

I commenti sono chiusi